Come calcolare l'IMU sulle aree edificabili

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I terreni edificabili, in quanto tali, sono soggetti all'Imposta Municipale Unica. Per calcolare l'IMU sulle aree edificabili occorre fare riferimento al valore venale del terreno al primo giorno dell'anno in corso, applicandovi l'aliquota ordinaria. Di seguito una breve guida su come calcolare l'IMU sulle aree edificabili.

26

Occorrente

  • Valore venale dell'area
  • Aliquota ordinaria IMU
36

Per prima cosa occorre calcolare il valore venale del terreno edificabile. A tal fine, è opportuno che il proprietario dell'area si rivolga ad un proprio tecnico di fiducia, il quale andrà a consultare la scheda comunale riportante i valori medi dei terreni edificabili. Se vuole risparmiare qualche decina di euro, il contribuente potrà rivolgersi direttamente all'ufficio tributi del Comune ove è situato il terreno, chiedendo quale sia il valore venale dell'area nella quale è sito il proprio terreno, nella speranza che il funzionario comunale non lo rimandi alla consultazione della scheda, il che renderebbe l'operazione un po' più complessa. Trattasi comunque di un mero calcolo matematico avente per moltiplicatori il valore unitario dell'area e la sua estensione effettiva.

46

Successivamente, occorre verificare quale sia l'aliquota IMU vigente (ovvero quella stabilita dal regolamento comunale) nel Comune nel cui territorio è sita l'area edificabile. Tale verifica potrà essere compiuta sia recandosi presso l'ufficio tributi comunale (nel momento in cui vi si rechi per verificare il valore venale del terreno, è bene chiedere anche quale sia l'aliquota ordinaria), sia verificando su internet nel sito istituzionale. L'aliquota è espressa in millesimi (ad esempio, 7,6 per mille).

Continua la lettura
56

Venendo al vero e proprio calcolo, per determinare l'IMU dovuta bisognerà moltiplicare il valore venale dell'area edificabile per l'aliquota vigente e dividere per mille il risultato così ottenuto. Qualora il terreno edificabile sia in possesso di più soggetti, l'imposta andrà ripartita tra i diversi possessori sulla base della quota di possesso di ciascuno (ad esempio, se possessori del terreno sono marito e moglie, ciascuno sarà tenuto a corrispondere l'imposta per la quota del 50%). Ai fini del versamento, il contribuente può optare per il versamento unico (da effettuarsi entro il 16 giugno dell'anno di imposta), ovvero per il pagamento in due rate (di pari importo, con scadenza 16 giugno e 16 dicembre). Le Pubbliche Amministrazioni mettono a disposizione dei contribuenti un software gratuito di calcolo dell'IMU, che può essere utilizzato connettendosi al sito web www. Riscotel. It.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per essere sicuri del calcolo del valore venale, rivolgersi a un tecnico di fiducia ovvero recarsi all'ufficio tributi comunale
  • Per il calcolo dell'imposta, utilizzare l'applicativo messo a disposizione dall'amministrazione comunale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come compilare l'F24 per il pagamento dell'IMU

Con la sigla IMU si indica l'Imposta Municipale Unica, una nuova tassa introdotta nel 2012. Questa è un tributo richiesto per il possesso di fabbricati e terreni, sia edificabili che agricoli, e sostituisce la vecchia tassa denominata ICI. L'IMU è stata...
Finanza Personale

Come applicare l'IVA

In questa guida vedremo come applicare l'IVA. Per l'applicazione dell'Iva sono dunque necessari tre presupposti ovvero l'oggetto, il presupposto soggettivo e quello territoriale. Va tenuto presente che l'I. V. A. Ossia imposta sul valore aggiunto, rappresenta...
Case e Mutui

7 consigli per comprare una casa in costruzione

Comprare una casa è senza dubbio un passo importantissimo, sia per una persona single che per una famiglia. Bisogna infatti fare attenzione ad una serie di parametri, quali la zona nella quale risiedere, le dimensioni, l'utilità degli spazi, e in ultimo,...
Aziende e Imprese

Come calcolare le imposte sui salari

Esistono vari argomenti che trattano l'economia del paese. Infatti il bilancio dello Stato prevede il pagamento dei tributi. Uno dei tributi che vengono pagati è l'imposta. L'imposta riguarda il prelievo obbligatorio da parte dei cittadini, a carico...
Finanza Personale

TASI: tutto ciò che c'è da sapere

A partire dal 1 gennaio 2014, è stata emanata e approvata con la legge del 23 dicembre 2013 n. 147, la IUC, ossia l'imposta unica comunale formata dalla TASI ovvero la tariffa comunale sui servizi indivisibili quali l'illuminazione pubblica e la manutenzione...
Case e Mutui

Come compilare il modello RLI per registrazione contratti beni immobili

Dal 19 settembre 2017 è entrato in vigore il nuovo modello RLI, ossia l'atto per la Registrazione delle Locazioni Immobiliari. Tale documento viene redatto nel momento in cui si stipula un contratto di affitto di uno o più beni immobili e deve essere...
Case e Mutui

Come calcolare l'ICI sulle abitazioni e sui box auto

Dall'anno 2012 è entrata in vigore l'Imposta Municipale Unica ("IMU"), che ha preso il posto dell'Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche ("IRPEF") e dell'Imposta Comunale sugli Immobili ("ICI"); a partire dal 2013, però, l'IMU non deve essere più...
Finanza Personale

Come calcolare la IUC

Al giorno d'oggi il meccanismo delle tasse sulle abitazioni, in Italia, si è arricchito di un nuovo acronimo, che acquista la denominazione di IUC. Precisamente, parliamo della cosiddetta Imposta Unica Comunale, che è stata introdotta con la Legge di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.