Come calcolare il valore di riscatto di una polizza vita a premi periodici

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le polizze vita sono polizze stipulate dal cliente con l'agenzia assicuratrice e garantiscono ingenti somme di denaro in caso di morte o invalidità, permanente o non. Queste polizze presentano una scadenza, e solo le persone minori di una certa età possono stipularne una. Queste polizze danno inoltre diritto ad un premio economico qualora il periodo di stipula terminasse. Il riscatto di una polizza vita a premi periodici dà l'opportunità al contraente di poter rescindere dal contratto prima del termine prescritto. In questo caso al cliente sarà dovuta una somma il cui valore è minore del valore che avrebbe ottenuto al termine del contratto. In questa guida ci occuperemo di come calcolare questo valore.

27

Occorrente

  • Contratto Polizza vita attivo
37

Una polizza vita a premi periodici è liquidabile dopo 3 anni. Prima dei tre anni il valore di riscatto sarebbe nullo. Per calcolare il valore di riscatto occorre l'estratto conto della compagnia assicuratrice. Su di esso dovrete cercare la prestazione assicurata, ovvero il capitale che vi sarebbe dovuto in caso di morte. Considerate le annualità già versate, ottenendo il capitale assicurato ridotto. A questo applicate la penalità (tasso di sconto), reperibile nelle condizioni della polizza al capitolo sul riscatto. Solitamente questo valore è di 3,5%.

47

Calcolare ora gli anni che rimangono alla scadenza. Il valore ridotto va diviso per il tasso di sconto più uno. Quindi, va elevato alla durata del contratto. Pertanto, per un capitale di 10.000 Euro e 5 anni alla scadenza, il valore di riscatto lordo sarà 10.000 diviso (1 più 3,5%) ^ 5. A questa informazione, sottrarre le imposte. Le tasse corrispondono al 20% della differenza tra il valore di riscatto lordo ed i premi periodici pagati. Il risultato sarà il valore di riscatto netto, ovvero la liquidazione al Cliente.

Continua la lettura
57

Per semplificare il concetto, faremo un altro esempio. Supporre che: - il tasso di rendimento corrisponda al 5%.
- il premio versato sia 10000,00.
- i caricamenti (costi della polizza) siano 350,00.
- infine, considerare la RETROCESSIONE
riconosciuta al cliente. Con questo termine, si intende la percentuale del tasso. Va applicata al premio.
Per capirci: tasso 5% - retrocessione 95% (ottima!!) = 4,75%. Questo valore va applicato al premio: 10000 - 350 (punti 2 e 3) = 9650. Perciò 9650 x 4,75% = 458,38 rendimento del primo anno! Calcolare il valore ridotto della polizza vita a premi può
sembrare complicatissimo. Troppi numeri e funzioni! Ma in realtà è un procedimento davvero banale.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottenere il minimo garantito, versare regolarmente i premi per 3 anni
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come stipulare un'assicurazione di rendita

Un’assicurazione di rendita, chiamata più propriamente polizza di capitalizzazione, è uno strumento di investimento finanziario il cui ammontare dipende dagli investimenti effettuati dalle compagnie assicuratrici. Come stipulare un'assicurazione di...
Previdenza e Pensioni

Come controllare se la propria polizza vita è gestita correttamente

Chi decide di sottoscrivere una polizza sulla vita, ha bisogno in qualche modo di verificare che questa venga gestita nel modo più corretto dalla compagnia che offre questo servizio. L'accertamento dello stato della propria polizza, può essere effettuato...
Richieste e Moduli

Come recedere da una polizza vita

L'assicurazione sulla vita prevede, in caso di morte, il pagamento di una determinata somma di denaro indicata sul contratto. Tuttavia, questi contratti sono pieni di moltissime clausole che si dovranno necessariamente comprendere alla perfezione, in...
Finanza Personale

Come disdire un contratto di polizza vita

Abbiamo appena stipulato una polizza sulla vita, però ci rendiamo conto che non fa al caso nostro e, prima che diventi attiva, vorremmo recederla. Oppure abbiamo iniziato a pagarla, ma le condizioni sono cambiate e non vogliamo più proseguire nel contratto,...
Previdenza e Pensioni

Come si calcolano le provvigioni delle polizze sulla vita

Chi vuole intraprendere l'attività di agente assicurativo deve sapere che in genere questa figura professionale non percepisce un reddito fisso mensile come un impiegato, il reddito percepito dell'agente assicurativo è costituito dai compensi, che percepirà...
Previdenza e Pensioni

5 regole per scegliere una polizza vita

La polizza vita è un peculiare contratto con la quale una persona, detta assicurato, si impegna a pagare una somma di denaro (premio) ad una compagnia assicurativa, in modo da garantirsi in futuro un capitale (che nell'ipotesi di polizza con "caso morte",...
Previdenza e Pensioni

Come riscuotere una polizza vita di cui si è beneficiari

Chiunque abbia sottoscritto una polizza assicurativa a vita deve sapere quali sono i suoi diritti e soprattutto conoscere quali sono i suoi diritti nel caso in cui voglia divenire in possesso oltre che del capitale anche degli interessi maturati nei confronti...
Previdenza e Pensioni

Come disdire una polizza RC auto per aumento premio

Tutti coloro i quali circolano con la loro automobile si trovano spesso ad avere a che fare con le compagnie assicurative. La legge infatti impone l'obbligo di avere una copertura assicurativa per il proprio veicolo. Ogni anno però il premio assicurativo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.