Come calcolare il TFR netto

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il TFR, ovverosia il trattamento di fine rapporto (conosciuto anche liquidazione o buona uscita) spetta a coloro che hanno concluso un rapporto lavorativo con il proprio datore di lavoro. Si tratta di una somma in denaro che il datore deve consegnare al lavoratore, a conclusione del suddetto rapporto (chiusura di contratto, licenziamento, dimissioni o pensionamento). È possibile calcolare il TRF netto tramite alcune formule che ora andremo ad analizzare, correlate di esempi esplicativi. Vediamo come fare nei seguenti passi.

28

Occorrente

  • Tutte le buste-paga, calcolatrice, foglio di carta
38

Le tipologie

Quando si conclude un rapporto di lavoro, il lavoratore consegue una somma in denaro chiamata TFR. Ne esistono due tipi, il TFR Lordo e quello Netto. Quello percepito dal lavoratore sarà quello Netto, mentre quello Lordo servirà a calcolare il valore del primo.

48

Le quote di accantonamento

Vediamo quindi come calcolare il TFR Lordo. Per prima cosa bisogna calcolare le quote di accantonamento, ossia la somma di denaro depositata nel TFR dal datore di lavoro, per ogni anno lavorativo. La formula è la seguente:

Somma di tutte le retribuzioni lorde dell'anno/13,5

Un piccolo esempio chiarificatore: se nell'anno 2013 la retribuzione lorda è stata pari a 25.000 euro, la quota di accantonamento sarà:

25.000/13,5 = 1851,85 €.

Continua la lettura
58

La tassazione

Il TFR Netto si ottiene sottraendo al TFR Lordo, la tassazione riguardante l'aliquota IRPEF del proprio scaglione. Gli scaglioni di appartenenza per l'anno 2013-2014 sono:

- Primo scaglione: da zero a 15.000 euro - aliquota del 23%.
- Secondo scaglione: da 15.001 a 28.000 - aliquota del 27%.

Dal terzo al quinto scaglione si applica l'aliquota del 27% fino ai 28.000 euro e in aggiunta:

- Terzo scaglione: per l'eccedenza dai 28.001 ai 55.000 - aliquota del 38%.
- Quarto scaglione: per l'eccedenza dai 55.001 a 75.000 - aliquota del 41%.
- Quinto scaglione: per l'eccedenza oltre i 75.001 - aliquota del 43%.

68

La base imponibile

Supponendo di aver svolto il lavoro per 15 anni avendo maturato un TFR di 30.000 euro, ora calcoliamo la base imponibile che ci consentirà di capire a quale scaglione apparteniamo.

(TFR Lordo x12)/ANNI LAVORATIVI (dove 12 è un parametro fisso)

Seguendo il nostro esempio:
(30.000 x 12)/15 = 24.000 €

Si dovrà quindi tener conto dell'aliquota del 27%, essendo appartenenti al secondo scaglione.

78

Le tasse

Per calcolare l'ammontare delle tasse da detrarre al TFR Lordo si utilizza la seguente formula:

(BASE IMPONIBILE/100) x ALIQUOTA SCAGLIONE (dove 100 è un parametro fisso)

Continuando il nostro esempio:
(24.000/100) x 27 = 6480 €

Questo è il risultato della somma delle tasse.

88

Il risultato

Infine con la seguente formula si calcola il TFR Netto, ovvero la somma in denaro che riceveremo dal nostro ex datore di lavoro di diritto una volta smesso di lavorare:

TFR Lordo - TASSE IRPEF

Il risultato finale del nostro esempio è:

30.000 - 6480 = 23.520 €.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare lo stipendio netto di uno stage

Sei appena entrato nel mondo del lavoro, ti hanno proposto uno stage ma sono stati poco chiari sulle tue future entrate. In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su come calcolare gli stipendi degli stage al netto e le loro relative tassazioni,...
Finanza Personale

Come leggere la busta paga: dallo stipendio lordo al netto

La busta paga altro non è che un documento che include ciò che spetta al lavoratore da parte del datore di lavoro, per un'attività lavorativa svolta dal lavoratore. Questa guida fornirà alcune informazioni, utili e pratiche, per imparare come leggere...
Finanza Personale

Come calcolare gli utili per azione EPS

Con l'acronimo inglese EPS ci riferiamo al termine italiano "utili per azione", che è una misura di utile netto espressa in termini monetari con riferimento a ciascuna azione. In questo modo si potrà capire la redditività di un'azienda. In questa semplice...
Finanza Personale

Come Calcolare Lo Sharpe Ratio

Non sono in poche le persone che si appassionano della Borsa e delle regole del mercato internazionale, tentando la fortuna investendo capitali in azioni o fondi di ogni genere. Ma non tutti sono cosi' fortunati, in parte perché non sono a conoscenza...
Finanza Personale

Come calcolare il capitale proprio

La definizione di "capitale proprio" è attribuita al valore delle quote versate dai soci di una determinata azienda. A chiarimento, prenderemo un esempio. In buona sostanza, se un socio ha investito € 100.000 euro nel ramo aziendale, il suo "capitale...
Finanza Personale

Come calcolare la retribuzione lorda annua

In alcuni periodi dell'anno è fondamentale conoscere e comunicare il proprio reddito, al netto e al lordo. Ad esempio, se nel mese di maggio dobbiamo dichiarare i nostri redditi, è necessario conoscere il lordo, mentre per conoscere le disponibilità...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso interno di rendimento di un investimento

Sempre più persone decidono di effettuare un investimento per poter avere un guadagno mensile più cospicuo, magari arrotondando lo stipendio stesso. Come tutte le scelte da prendere con in ballo il denaro, si vorrebbe avere un certo grado di sicurezza...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento delle obbligazioni

L'obbligazione è un titolo di credito emesso da una società o ente pubblico che attribuisce al possessore il diritto al rimborso del capitale a scadenza, maggiorato di un interesse. Solitamente, il rimborso del capitale avviene in un'unica soluzione,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.