Come calcolare il tasso di interesse

Tramite: O2O 26/08/2018
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il tasso di interesse è l'importo addebitato, espresso in percentuale, da un prestatore a un mutuatario per l'utilizzo di un capitale. I tassi di interesse sono tipicamente indicati su base annua e sono noti anche come tasso annuo effettivo globale (TAEG). I capitali presi in prestito potrebbero includere denaro, beni di consumo e beni di grandi dimensioni, come un veicolo o un edificio. In termini di denaro preso in prestito, il tasso di interesse è in genere applicato al capitale, che è la quantità di denaro prestata. Il tasso di interesse è il costo del debito per il mutuatario e il tasso di rendimento per il creditore. Se infatti avete depositato una somma di denaro (capitale) in banca oppure alla posta, dopo un anno noterete che questa somma vi avrà fruttato degli interessi che si saranno aggiunti al capitale. Se volete sapere che tasso di interesse vi ha fornito la banca o la posta, non dovrete fare altro che calcolarlo. Ecco allora come calcolare il tasso di interesse.

26

La percentuale

Gli interessi che si sono aggiunti al capitale sono da intendersi al netto delle imposte, dal momento in cui le somme derivanti dalle rendite finanziarie sono per legge tassate al 12,50% e sono direttamente gli intermediari finanziari ai quali avrete affidato i vostri risparmi a corrispondere le relative imposte al fisco. In questo modo, potrete esimervi dal versamento delle tasse sugli interessi maturati delle somme di denaro depositate. Per calcolare il tasso di interesse che la banca o la posta vi hanno inizialmente imposto sul capitale versato, dovrete seguire un'apposita formula che vi permetterà, appunto, di risalire al tasso calcolato sulla somma stessa, nell'arco di tempo durante il quale la somma è restata ferma sul libretto.

36

Le obbligazioni

Successivamente, dovendo scegliere tra la banca e la posta, è bene sapere che la prima offre dei rendimenti sicuramente migliori senza dover correre nessun rischio. Tuttavia, ambedue detengono una componente importante nei propri investimenti di obbligazioni (per lo più statali), sinonimo quindi di garanzia e redditività certe. La formula per calcolare il tasso di interesse è la seguente: R = I x 100: C x T; dove R indica il tasso di interesse, I è l'intesse stesso, C è il capitale e T indica il tempo (espresso in anni). Questa formula, dunque, è valida per calcolare il tasso di interesse utilizzando gli anni. Per essere più sicuri di non sbagliare, è possibile anche servizi di appositi calcolatori presenti su internet, i quali sono abbastanza semplici ed intuitivi da utilizzare.

Continua la lettura
46

I rischi

Se volete che i vostri risparmi ottengano delle performance quantomeno uguali o addirittura migliori di quelle del mercato, bisogna prima di tutto conoscere quale sia la vostra propensione al rischio e a quali strumenti vorrete destinarli, visto che una componente importante e da non sottovalutare in nessun caso, è proprio la diversificazione di quello che viene comunemente definito portafoglio. Se invece volete calcolarlo sui mesi, dovete utilizzare la seguente simile forma: R = I x 1200: C x T
(sostituite semplicemente alla T il numero di mesi). Infine, se volete calcolare il tasso di interesse conoscendo i giorni (giorni durante i quali il capitale è rimasto depositato sul libretto o sul conto), dovete applicare quest'altra formula: R = I x 36.000: C x T cioè Tasso uguale ad Interesse per 36.000 diviso Capitale per Tempo (sostituite alla T il numero dei giorni).

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare il tasso d'interesse di un leasing a rata costante

Per ammortizzare i costi derivanti dall'acquisto di un'automobile, spesso si ricorre al leasing, una forma di compravendita particolare vincolata ad un periodo di tempo predefinito. Capita spesso di sentir dire che si possiede un'auto in leasing, ma cosa...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso di interesse effettivo

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di leggere un articolo che tratta argomenti di economia ma di non riuscire a capire il significato perché vengono utilizzati termini tipici di questo settore. Se vogliamo iniziare a capire gli argomenti...
Finanza Personale

Come Calcolare il tasso d'interesse di un piano di ammortamento a Rata Costante

L'acquisto di una casa rappresenta per ogni famiglia l'investimento più importante di un'intera vita; per questo motivo, prima di fare questo importantissimo passo è necessario fare una serie di valutazioni affinché non ci si possa pentire di quanto...
Finanza Personale

Come funziona il tasso d'interesse legale

A giorno d'oggi è molto importante riuscire a capire qualcosa di economia e la prima difficoltà sta proprio nel comprendere il significato dei vari termini. Grazie ad internet, potremo riuscire facilmente ad avere alcune informazioni base in questo...
Finanza Personale

Come calcolare l'interesse semplice

Il momento in cui si ha in mente di fare un investimento, può essere utile saper calcolare da soli l'interesse semplice. Questo ad esempio quando si tratta di decidere se tenere i propri soldi sul proprio conto corrente oppure aprire un conto deposito...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso Euribor

I rapporti economici e finanziari introducono delle attività economiche complicate che in apparenza sembrano difficilissimi intendere e capire, sopratutto per le persone che non fanno parte di questo mondo. Queste azioni tattiche praticanti sono in grado...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso interno di rendimento di un investimento

Sempre più persone decidono di effettuare un investimento per poter avere un guadagno mensile più cospicuo, magari arrotondando lo stipendio stesso. Come tutte le scelte da prendere con in ballo il denaro, si vorrebbe avere un certo grado di sicurezza...
Finanza Personale

Come calcolare l'interesse di un buono fruttifero

Il buono fruttifero è un prodotto finanziario per la gestione del risparmio. Ha, da sempre, un grande riscontro tra i risparmiatori, trattandosi in uno strumento finanziario molto semplice e molto utile per conservare i propri risparmi.Il buono fruttifero...