Come calcolare il tasso d'interesse

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Calcolare preventivamente il tasso d'interesse per usufruire di prestiti o mutui, limita le possibili fregature. Il tasso d'interesse, sostanzialmente, rappresenta in percentuale la remunerazione del capitale finanziato. Viene applicato dall'organo erogante, come una Banca oppure una Finanziaria. Per avere più chiara la situazione eccoti una pratica guida.

28

Occorrente

  • Dati relativi alla tipologia di prestito - Periodo di tempo - Percentuale d'interesse - Variabilità
38

Il tasso d'interesse dipende strettamente dal tempo (durata del prestito o mutuo) e dal capitale. Il tasso si esprime in percentuale. Quest'ultima si distingue in fissa, da concordare con l'ente erogante, oppure variabile. In questo caso, il tasso d'interesse subisce delle oscillazioni in base all'andamento economico generale (Euribor). I fattori di variazione, vengono in genere indicati nei contratti di prestito o mutuo. Calcolare un tasso variabile non è semplice. Non sempre, infatti, si possono prevedere le reali oscillazioni. Per prevedere, invece, il tasso d'interesse fisso bastano delle semplici funzioni matematiche.

48

Il tasso d'interesse si esprime in una formula matematica in percentuale. La base di calcolo è sempre 100 e costituisce l'unità di misura. L'interesse si rapporta a questo valore in maniera proporzionale. Per comprendere il concetto, effettuiamo qualche semplice esempio. Il 10% di interesse annuo corrisponde a 10 Euro di interessi per ogni 100 Euro di capitale prestato per un anno (ossia lo 0,1% annuo). L'interesse è semplice quando è proporzionale al capitale ed al tempo. Il tasso d'interesse è generalmente annuale, ma a discrezione anche mensile, trimestrale o semestrale.

Continua la lettura
58

Il calcolo dell'interesse si esegue mediante la formula:

I = (C x i x t) / 100
dove I = Interesse, C = Capitale, i = percentuale di interesse, t = tempo, 100 = base annua di calcolo. Quest'ultima si sostituisce con 1200 se il tempo viene espresso in mesi oppure con 36500 in giorni. Facciamo un ulteriore esempio pratico. L'Istituto Bancario eroga un prestito di 20000 Euro. Propone il 4% di interesse annuo fisso per 5 anni. Pertanto, per calcolare il tasso scriveremo:
I = (20000 x 4 x 5) / 100 = Euro 4000. Ne consegue che nell'arco dei 5 anni si restituiranno alla Banca 24000 Euro.

68

Facciamo un altro esempio semplice, per effettuare il calcolo anche sotto un'altra ottica. Consideriamo un prestito di 1000 euro per un solo anno. Supponiamo il tasso d'interesse sia del 6%. Pertanto, si avrà: 1000 x 0,06 (che equivale a dire 6%) = 60, quindi su 1000 euro, pagheremo 60 euro di interessi alla Banca. Tuttavia, le varianti sono molteplici. Quindi è opportuno, ad ogni finanziamento, stampare anche il piano di ammortamento. In questo documento si dettagliano le rate specificandole in quota capitale e quota interesse.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Più passa il tempo, più cresce la somma da restituire alla banca oppure a qualsiasi altro Ente. Pertanto, optare per soluzioni che non si protraggono eccessivamente nel tempo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile

Voglia di comprare casa? Se il tuo sogno è proprio questo, ecco una guida che fa per te. Leggendola scoprirai come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile. Chi vuole acquistare un immobile, infatti, ha sempre un quesito da risolvere. È meglio...
Finanza Personale

Come identificare un Prestito A Tasso Zero

Devi stipulare un prestito e non vuoi rimetterci somme di denaro? Desideri saperne di più per quanto riguarda il tasso zero? Ecco tutte le informazioni che devi assolutamente conoscere prima di impegnarti in un prestito! Oggi, grazie alle nuove leggi,...
Case e Mutui

Mutuo: pro e contro del tasso variabile

Quando ci troviamo a comprare casa, molte volte siamo costretti a ricorrere ad un prestito fornito in genere da una banca che prende il nome di mutuo. Il tasso che normalmente viene applicato ad un mutuo rappresenta un elemento molto importante da tenere...
Case e Mutui

Come abbassare la rata del mutuo

Dato il particolare periodo in cui viviamo per molte famiglie è necessario ricorrere ad un finanziamento bancario ogni qualvolta sia necessario affrontare un acquisto particolarmente oneroso. Per la maggior parte delle volte ciò che viene concesso è...
Case e Mutui

Come cambiare il tasso del tuo mutuo

Può succedere che molte volte il tasso del mutuo sia troppo oneroso per chi lo sta pagando e ci sia necessità di cambiarlo, specie in periodi come questo caratterizzati da crisi economica che ha colpito in particolare le famiglie. Proprio queste ultime...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso fisso

Negli ultimi anni, complice la crisi economica, sono aumentate le richieste per la concessione di un mutuo. Il mutuo è un finanziamento a lungo o breve termine, erogato da una banca o da un intermediario autorizzato, per l'acquisto di un immobile o di...
Case e Mutui

Mutui: quale scegliere?

Molto spesso, soprattutto a causa della crisi economica, le persone fanno affidamento ai mutui. In poche parole quando non si hanno tante disponibilità economiche, il soggetto per far fronte ad una determinata spesa (acquisto di casa, ristrutturazione...
Case e Mutui

Mutuo: come sceglierlo

Pur essendo un periodo di crisi, sempre più italiani compiono il grande passo di "andare a vivere da soli". E sempre più persone optano per comprare una casa, piuttosto che affittarla. Comprare una casa però, richiede necessariamente il dover stipulare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.