Come calcolare il rendimento della polizza a vita

Tramite: O2O 06/05/2018
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molte persone prima di stipulare una polizza vita si chiedono a giusta ragione se il capitale versato gli viene garantito alla scadenza, e soprattutto se il rendimento è quello promesso. In merito è importante sapere che per eseguire un calcolo preciso, è necessario conoscere alcuni parametri e nel contempo apprendere che il capitale versato e quello maturato subiscono nel complesso una decurtazione che oscilla tra il 10 e il 20%. Premesso ciò, nei passi successivi della guida vediamo nel dettaglio come calcolare il rendimento di una polizza vita.

25

Leggere attentamente termini e condizioni

Per conoscere in modo preciso a quanto ammonta il rendimento di una polizza vita stipulata con una compagnia assicuratrice e della durata decennale, bisogna attenersi a due tabelle che si contraddistinguono tra loro in due fasi. Ognuna consente infatti di determinare il capitale finale, che si percepisce in base a dei calcoli ben precisi. Inoltre è fondamentale leggere attentamente termini e condizioni della polizza, per evitare che il rendimento sia inferiore alle aspettative.

35

Attenersi a delle tabelle

La prima tabella da attenersi a cui abbiamo fatto accenno nel passo precedente della guida, ci dice che il capitale versato subisce una perdita del 2,5% circa dovuta alle tasse. In questo caso una polizza decennale con versamento costante (quindi non indicizzato) di euro 1000 annuali sulla carta dovrebbe garantire un capitale di 10.000 euro, ma in realtà sottratto il 2,5 % di tasse si riduce ad euro 9.750. Tuttavia va sottolineato che il rendimento della polizza vita potrebbe subire un'ulteriore decurtazione in base ad altri oneri accessori (negoziazione della pratica), che vengono però calcolati una tantum nel momento della stipula stessa, quindi il valore risulta già noto e in genere si tratta di poche decine di euro. La seconda tabella riguardante la sottoscrizione di una polizza ramo vita, che non solo prevede un rendimento di 9.750 euro a fonte dei 10.000 versati, ma anche altre decurtazioni la cui somma è la risultante di spese di gestione ed emissione del contratto oppure della quietanza pari a circa 10 euro. Alla fine dati alla mano si scopre che il rendimento della polizza vita (compresi gli interessi maturati nei dieci anni), sarà il frutto di un capitale iniziale di circa 9.500 euro.

Continua la lettura
45

Optare per una polizza indicizzata

A margine di questa guida va sottolineato che per sopperire a questa decurtazione fisiologica che una polizza subisce a causa delle tassazioni, conviene optare per la stipula di un'assicurazione sulla vita di tipo indicizzato. Quest'ultima infatti garantisce un rendimento direttamente proporzionale al costo della vita, e con un conseguente incremento mensile delle rate nel corso degli anni. Per fare un esempio se si parte con 100 euro, verso il 7-8 anno la quota da versare sarà di circa 150 euro. Il rendimento della polizza sarà comunque vantaggioso rispetto alla precedente modalità di stipula, poiché degli ulteriori guadagni compensano le spese obbligatorie da sostenere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un portafoglio

Un portafoglio è, solitamente, composto da più titoli finanziari caratterizzati da diverse caratteristiche, una di queste è il rendimento. Ovviamente il rendimento di un portafoglio non è dato dalla somma dei rendimenti dei singoli titoli che lo compongono....
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento medio di un investimento

Dovete calcolare il rendimento medio di un investimento che avete fatto, ma non sapete come fare?In questa guida vi aiuterò a calcolare il RENDIMENTO di un investimento. Le nostre fonti di rendimento possono includere i dividendi, i rendimenti di capitale...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento annuo di un fondo comune

Il rendimento annuo di un fondo comune fornisce informazioni utili relative al guadagno in un determinato periodo di tempo, espresso in percentuale. Le fonti di rendimento possono includere i dividendi, i rendimenti di capitale e le rivalutazioni del...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento con Excel

Quello del rendimento di un investimento è un calcolo finanziario utilizzato per misurare il modo in cui viene investito il denaro, allo scopo di ricavare un guadagno in misura maggiore. Per calcolare il rendimento di un investimento, bisogna dividere...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento

Quando si è in grado di possedere gli strumenti per attuare delle forme di investimento in beni o capitali, ci si orienta verso quelle più idonee a garantire una resa in termini percentuali, del capitale investito. Ma per valutare la forma di investimento...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento dei titoli di Stato

Il mercato azionario e della finanza per alcuni rappresenta una vera e propria giungla, dalla quale difficilmente se ne viene fuori. Il fatto è che esso può nascondere diverse insidie e diversi e numerosissimi ostacoli. Per cui bisogna sapersi districare...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento dei buoni fruttiferi postali

I Buoni fruttiferi postali (BFP) rappresentano una forma di risparmio sicura e flessibile, offrendo al risparmiatore la possibilità di disinvestire in qualsiasi istante con la totale garanzia del capitale investito, maggiorato degli interessi nel frattempo...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento netto di un BTP

Se avete intenzione di investire i vostri soldi in BTP ovvero nei buoni pluriennali del tesoro, è importante conoscerne a fondo le caratteristiche e quali sono i profitti al netto delle tassazioni previste. In riferimento a ciò, ecco una guida con annesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.