Come calcolare il rendimento dei titoli di Stato

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il mercato azionario e della finanza per alcuni rappresenta una vera e propria giungla, dalla quale difficilmente se ne viene fuori. Il fatto è che esso può nascondere diverse insidie e diversi e numerosissimi ostacoli. Per cui bisogna sapersi districare al meglio, al fine di ridurre al minimo gli eventuali rischi finanziari. In questa guida vedremo più specificatamente come calcolare il rendimento dei titoli di Stato.

26

Prendendo in esame i BOT, vale a dire i Buoni Ordinari del Tesoro, occorre considerare che gli stessi risultano avere delle scadenze pari rispettivamente a 3 mesi, 6 mesi e 12 mesi. Per calcolarne il tasso di rendimento, occorre tenere in considerazione la seguente formula:

r = [ VN - (P+comm.)] / [(P+comm.) x g/365 ] x 100

Tieni presente il fatto che per effettuare il calcolo in questione, dovrai utilizzare il programma Excel, che è molto preciso.

36

Passando ora ad esaminare i CTZ, vale a dire i Certificati del Tesoro Zero Coupon, devi considerare il fatto che la formula è praticamente simile, ma le scadenze, a differenza dei BOT, risultano essere un periodo di tempo pari a due anni. Anche per questo tipo di calcolo, dovrai aprire il programma Excel, direttamente dal tuo computer.

Continua la lettura
46

A questo punto, vanno tenuti in considerazione i titoli a tasso variabile, ossia i CCT. Tale sigla significa Certificati di Credito del Tesoro. Si tratta di titoli pubblici a tasso di interesse variabile. Il tasso in questione, non è altro che il risultato della seguente formula:

i = tasso dei più recenti BOT semestrali + 0,15

Il valore 0,15, altro che non è che una piccola maggiorazione che va aggiunta al tasso dei BOT semetrali. Tieni presente che la scadenza di questi titoli di stato è inerente ad un periodo di tempo pari a sette anni.
Eccoci a parlare dei titoli a tasso fisso di lunga durata, per intenderci i BTP e i Btp Italia. La loro durata varia da un minimo di tre anni sino ad un massimo di trenta. Il tasso di rendimento, in questo caso, lo dovrai calcolare in base al capitale effettivamente rivalutato e che tenga conto anche di un importante fattore quale è l'inflazione rilevata in Italia. Ad esempio, nel caso in cui tu decida di acquistare un BTP pari ad euro dieci mila, al prezzo di novemila e ottocento euro, pagando alla banca cinquanta euro di commissioni, con scadenza di dieci anni e tasso al 2,5 %, facendo il calcolo attraverso il programma di Excel sul tuo computer, sempre con la formula di base, otterrai un tasso di rendimento pari al 2,67 %.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chiedete aiuto ad un esperto o a un professionista del settore nel caso in cui incontraste molte difficoltà
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come investire in Titoli di Stato

La traiettoria dei tassi di interesse, dipende maggiormente da tre fattori chiave come: il governo che gestisce il deficit fiscale, l'inflazione che filtra il deficit all'esterno e la reazione delle banche centrali di tutto il mondo alle incertezze globali....
Finanza Personale

Come guadagnare investendo in titoli di stato

Investire in titoli e obbligazioni potrebbe veramente essere rischioso, visti i tanti fallimenti nelle grandi imprese. Ciò nonostante un modo per far fruttare i propri risparmi senza rischiare tantissimo c'è, ed è quello di investire in titoli di stato,...
Finanza Personale

Come acquistare i titoli di Stato

Quando abbiamo una piccola somma parte dei nostri risparmi raccimolata con fatica, potremmo decidere di investire parte dei nostri risparmi in diverse tipologie di investimenti. In questa pratica guida, capiremo come acquistare i titoli di Stato. Questi...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento con Excel

Quello del rendimento di un investimento è un calcolo finanziario utilizzato per misurare in modo in cui viene investito il denaro, allo scopo di guadagnarne ancora di più. Per calcolare il rendimento di un investimento, bisogna dividere i guadagni...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento alla scadenza

In economia, il "rendimento" è il flusso monetario che genera l'investimento in un'attività finanziaria. Il suo calcolo avviene per frazioni del prezzo e in relazione al tasso d'inflazione. Quando un risparmiatore investe in una o più attività monetaria,...
Finanza Personale

Come interpretare il rating dei titoli di Stato

Il rating o classificazione, è un metodo utilizzato per la valutazione dei titoli di Stato in base al loro rischio finanziario. Le valutazione del rating vengono effettuate da apposite agenzie di rating. In questa guida, in particolare, vedremo come...
Finanza Personale

Come calcolare il rischio di un portafoglio costituito da due titoli

Quando si investe del denaro in obbligazioni e azioni è di fondamentale importanza essere a conoscenza del fatto che non si ha alcuna certezza su quello che sarà il rendimento finale. Il campo dell'economia è davvero molto vasto e nessuno, nonostante...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento medio di un investimento

Dovete calcolare il rendimento medio di un investimento che avete fatto, ma non sapete come fare?In questa guida vi aiuterò a calcolare il RENDIMENTO di un investimento. Le nostre fonti di rendimento possono includere i dividendi, i rendimenti di capitale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.