Come calcolare il rendimento dei buoni del tesoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Buoni del Tesoro sono la differenza tra il prezzo di acquisto e il valore nominale. Il tasso di rendimento è calcolato dividendo la differenza per il prezzo di acquisto; il risultato è un tasso percentuale annuo. Ad esempio, un prezzo di 990,13 euro per ogni 1.000 euro di valore nominale per un disegno di legge di 91 giorni, produrrebbe un tasso annuale di rendimento pari al 4%. I Buoni del Tesoro sono emessi attraverso una procedura di gara, il che significa che gli investitori non sono costretti a pagare gli interessi fissi come accade per le obbligazioni convenzionali. Ma ora vediamo come calcolare il rendimento dei buoni del tesoro.

25

Chi investe in BOT, deve prima di tutto considerare che sono titoli di Stato e che il rendimento varia in base ad esso. Oggi si possono trovare nel mercato azionario non solo i buoni del tesoro Italiani, ma anche quelli europei, essendo diventata una unità monetaria, ovvero l'euro. Non è molto complicato calcolare l'interesse, ma occorre considerare che i buoni del tesoro poliennali possono essere rivalutati in modo trimestrale, semestrale oppure annuale; in base a queste specifiche si differenzia il calcolo del loro interesse.

35

Per calcolare i buoni trimestrali, bisogna valutare il proprio "risparmio" in base a 3 mesi; di conseguenza, è necessario calcolare l'interesse in funzione non dell'anno, bensì dei mesi. Per fare questo calcolo, bisogna prendere in considerazione il capitale da investire (simboleggiato con una I maiuscola) e l'interesse che viene applicato, che non ha differenza per il periodo, ovvero i 3 mesi; tutto questo si dovrà dividere per un certo numero.

Continua la lettura
45

Immaginiamo ad esempio di avere un capitale di 1000 € e che il tasso di interesse sia del 2% per 3 mesi. A questo punto, bisogna applicare la formula dell'interesse: I= (C x i x t) / 1200. Nel nostro esempio: I = (1000 x 2 x 3) / 1200. Il risultato sarà 5. Questo significa che si avrà 5€ di guadagno su 1000 investiti in 3 mesi sui BOT. Per poter calcolare quello semestrale, basta sostituire il 6 al 3; mentre per quanto riguarda quello annuale, si possono utilizzare due metodi: scrivere 12 al posto del 3 o applicare una percentuale in base cento, ovvero 1000 x 2 x 1 / 100. In questo caso, si otterrà un guadagno pari a 20 euro.

55

In conclusione, il calcolo per il rendimento dei BOT è: I= (i x C x t)/ 100 x a (oppure m, oppure 360, oppure 365), dove I sarà l'interesse dato dal capitale, C sarà il capitale da investire, i la percentuale dell'interesse applicato per i BOT, t il tempo impiegato, 100 il fattore divisore che varierà in funzione degli anni (a = da 1 a infinito), dei mesi (m = da uno a dodici); o dei giorni; 365 in caso dell'anno solare, 360 in caso dell'anno commerciale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come guadagnare con i bot

I BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) sono titoli di Stato (o obbligazioni) della durata massima di 12 mesi. Si tratta, quindi, di uno strumento finanziario, o meglio di investimento. Con i BOT, infatti, è possibile guadagnare buone somme di denaro. La cosa...
Banche e Conti Correnti

I conti deposito con maggiore tasso di rendimento

I conti deposito hanno come loro peculiarità, a differenza dei conti classici, il fatto di garantire ai depositari un maggior profitto sul capitale che è stato depositato in banca. Questa tipologia di conto non presenta spese aggiuntive, offre tassi...
Banche e Conti Correnti

I titoli a cedola fissa

I titoli a cedola fissa sono un investimento non molto flessibile; essi, però, sono sicuri in quanto ci danno la possibilità di calcolare con certezza il tasso di interesse reale. In questo modo riusciamo anche a sapere l'interesse che è maturato al...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare la percentuale di profitto quando si vende un titolo

Esistono numerosi tipi di titoli diversi tra loro, ovvero titoli di debito come le obbligazioni ed i certificati di investimento ed i titoli di capitale come le azioni. I primi attribuiscono al possessore la qualifica di creditore della società emittente...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare l'interesse composto

Il problema che oggi affrontiamo è quello del calcolo dell'interesse. Esistono due tipi: semplice e composto (per il primo caso rimandiamo all'apposita guida).Ricavare l'interesse composto ha un' utilità pratica evidente. A differenza di quanto si possa...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare gli interessi composti

Per "interesse" in economia finanziaria si intende il corrispettivo ottenuto da un importo concesso in prestito per un periodo di tempo determinato. Differisce dall'interesse semplice poiché, aggiungendosi al capitale originario, genera anch'esso altro...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare il TAEG di un finanziamento

Come ben tutti potete sapere o almeno la maggior parte di voi, l'acronimo TAEG sta per Tasso Annuo Effettivo Globale. Il TAEG è presente ogni qualvolta vorrete stanziare un finanziamento. Quindi è molto importante sapere cos'è e come va calcolato,...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare il cash flow operativo

Al giorno d'oggi è molto importante riuscire a comprendere le varie informazioni di tipo economico che ogni giorno compaiono su riviste e giornali. Tuttavia questo non è molto semplice poiché all'interno di questi articoli sono presenti termini tipici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.