Come calcolare il numero di giorni ex-festivi ogni anno

Tramite: O2O 30/06/2021
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Per giorni ex-festivi si intendono quelle ricorrenze civili o religiose che, con la legge 54/1977 e le successive disposizioni, hanno perso il titolo di festività nazionale. Ciò vuol dire che in queste giornate non è più possibile astenersi dal lavoro senza perdere la retribuzione.

Oggi le ex-festività religiose sono riconosciute al lavoratore sotto forma di ore di permessi, e sono quindi maturate in base alle ore di lavoro effettuate fino al raggiungimento massimo di 32 ore. Vediamo, dunque, come calcolare il numero di giorni ex-festivi ogni anno e come usufruire di queste ore di permesso.

26

Quali sono i giorni ex-festivi

Le ex-festività sono cinque e rappresentano in particolare le giornate del:
-19 marzo (San Giuseppe)
-l'Ascensione
-il Corpus Domini
-il 29 giugno (San Pietro e Paolo)
-il 4 novembre (festa dell'Unità Nazionale)

Quelle che invece sono ancora riconosciute sono:
-il primo giorno dell?anno
-il 6 gennaio (giorno dell?Epifania)
-il 25 aprile (anniversario della liberazione)
-il lunedì dopo Pasqua
-1° maggio (Festa dei lavoratori)
-2 giugno (Festa della Repubblica)
-15 agosto (Ferragosto)
-1° novembre (Giorno di tutti i Santi)
-8 dicembre (Festa dell'Immacolata Concezione)
-25 dicembre (Natale)
-26 dicembre (Giorno di Santo Stefano).

36

Come calcolare i giorni ex-festivi

I giorni ex-festivi che non hanno una data fissa sono l'Ascensione e il Corpus Domini. In questo caso, infatti, occorre calcolare rispettivamente 39 e 60 giorni dopo Pasqua, per sapere quando cadrà la festività. Va notato, comunque, che solo per i cittadini di Roma, la festa dei S.S. Pietro e Paolo non costituisce ex-festività, bensì festa patronale della capitale.

Continua la lettura
46

Differenze di trattamento giorni feriali e festivi

Quando queste date coincidono con un giorno feriale, allora si ha diritto all'equivalente feria aggiuntiva, da utilizzare comunque non prima del rispettivo giorno ex-festivo.
Se invece una festività cade, ad esempio, di domenica, si ottiene il trattamento previsto proprio per le domeniche. Il lavoratore non maturerà le ore di permesso, in quanto trattandosi di un giorno festivo potrà tranquillamente celebrare la ricorrenza. Otterrà però la retribuzione della suddetta ex-festività in aggiunta alla normale retribuzione mensile che gli spetta.

56

Cosa succede se non si usufruisce delle ex-festività

Chi decide di non sfruttare le 32 ore di permesso che si accumulano durante l'anno, avrà diritto a una retribuzione di fatto delle stesse tra i mesi di dicembre e gennaio. Va notato, comunque, che la cifra delle 32 ore fa riferimento ai lavoratori full time. La somma, infatti, sarà diversa nei casi di lavoratori part time e andrà calcolata in proporzione alle ore di lavoro svolte, secondo quanto stabilito dal CCNL di riferimento.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

5 motivi per prendersi un anno sabbatico

L'espressione "anno sabbatico" ci giunge dalla lontana tradizione ebraica, più precisamente dal V secolo a. C. Durante questo periodo vigevano le leggi Mosaiche secondo cui, si doveva lasciar riposare la terra, condonare debiti e liberare gli schiavi....
Lavoro e Carriera

Come calcolare il TFR

Il TFR è il cosiddetto trattamento di fine rapporto. Consiste in una serie di retribuzioni che saranno trasferite sul conto del lavoratore alla fine del contratto di lavoro. Risulta possibile ormai tramite diversi calcoli capire e calcolare quale sarà...
Lavoro e Carriera

Come calcolare contributi, tredicesima e ferie

Un lavoratore dipendente che ha una regolare retribuzione si può calcolare, in modo autonomo, le proprie ferie, i propri contributi e la tredicesima. Questa è un'operazione che può essere eseguita indipendentemente dal calcolo che viene effettuato...
Lavoro e Carriera

Come calcolare l'indennità di buonuscita

L’indennità di buonuscita o trattamento di fine servizio, viene liquidata ai dipendenti pubblici in caso di cessazione del servizio per inabilità o decesso dopo 105 giorni, dopo 6 mesi per raggiungimento dei limiti di età e dopo 24 mesi per dimissioni...
Lavoro e Carriera

Come calcolare lo stipendio netto del contratto a progetto

Uno dei contratti più diffusi nell'ambito del lavoro è sicuramente quella "a progetto": si tratta di un tipo di contratto firmato dal lavoratore che accetta di realizzare un determinato progetto dietro il corrispettivo di un prezzo. In questa guida,...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la tredicesima e quattordicesima mensilità

La tredicesima e la quattordicesima permettono a chi le riceve di disporre di più liquidità rispetto allo stipendio mensile. Per la precisione, la tredicesima è un dodicesimo (1/12) della retribuzione lorda annua e viene pagata ai lavoratori nel mese...
Lavoro e Carriera

Come calcolare i contributi sul contratto a progetto

Ecco una guida, pratica e veloce, mediante il cui aiuto concreto poter essere in grado d'imparare come e cosa fare per calcolare nel modo corretto e pratico, i contributi sul contratto a progetto. Eseguire tutto questo, è veramente utile ed anche molto...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la retribuzione media giornaliera

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come calcolare nel migliore dei modi quella che è la retribuzione media giornaliera. È risaputo che i dipendenti di un'azienda guadagnano dei salari diversi a seconda dell'esperienza...