Come calcolare il numero di giorni ex-festivi ogni anno

Tramite: O2O 26/08/2016
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Dall'anno 1977 in Italia per la stipula di molti contratti di lavoro, sono state introdotte le ex-festività che vengono riconosciute ai lavoratori a seguito della soppressione dal calendario di quelle civili e religiose. Il calcolo viene fatto in giorni o ore in base al tipo di contratto, che poi vanno aggiunte alle ferie. A tale proposito, ecco una guida in cui viene spiegato come calcolare ogni anno, il numero di giorni ex-festivi.

24

Le ex-festività in oggetto sono quelle del 19 marzo (San Giuseppe), l'Ascensione (39 giorni dopo Pasqua), il Corpus Domini (60 giorni dopo Pasqua), il 29 giugno (San Pietro e Paolo) e il 4 novembre (festa dell'Unità Nazionale). Quando queste date coincidono con un giorno feriale, allora si ha diritto all'equivalente feria aggiuntiva, da utilizzare comunque non prima del rispettivo giorno ex-festivo (non si possono utilizzare ad esempio, tutti gli ex-festivi prima del 4 novembre).

34

Per poter conteggiare queste date il 19 marzo, il 29 giugno e il 4 novembre, devono quindi sempre cadere tra il lunedì e il venerdì. Nell'anno 2017 solo 2 di questi 3 giorni cadranno in quelli feriali, consentendo quindi di ottenere solo 2 giorni di ferie in più. Se una festività cade ad esempio di domenica, si ottiene invece il trattamento previsto proprio per le domeniche.
Una citazione a parte riguarda invece due festività che non risentono del calendario; infatti, sia per l'Ascensione che per il Corpus Domini, la ricorrenza coincide sempre di giovedì. Per queste due ex-festività però il rischio è che si possono sovrapporre ad altre, come ad esempio il 25 aprile (Festa della Liberazione), il Primo Maggio (Festa dei Lavoratori) e il 2 giugno (Festa della Repubblica). Un esempio tipico lo possiamo ritrovare nell'anno 2011; infatti, in quella data l'Ascensione coincise con la Festa della Repubblica datata il giovedì 2 giugno.

Continua la lettura
44

Tutto ciò che è stato descritto finora, rappresenta soltanto una linea guida generale, valida per tutti i lavoratori dipendenti a tempo pieno, che rientrano nei principali contratti nazionali di lavoro. Esistono tuttavia alcune specificità legate a dei casi particolari, come ad esempio per il lavoro part-time oppure occasionale, o a determinate categorie di lavoratori. In tutti questi casi, la retribuzione avviene in base a quanto stabilito nel corrispondente contratto nazionale, che si può facilmente consultare o sul web oppure in formato cartaceo presso la segreteria dell'azienda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

5 motivi per prendersi un anno sabbatico

L'espressione "anno sabbatico" ci giunge dalla lontana tradizione ebraica, più precisamente dal V secolo a. C. Durante questo periodo vigevano le leggi Mosaiche secondo cui, si doveva lasciar riposare la terra, condonare debiti e liberare gli schiavi....
Lavoro e Carriera

Come calcolare la pensione 2012

La riforma pensionistica del 2012 è entrata in vigore il primo gennaio dello stesso anno e ha portato grandi innovazioni e modifiche nel campo pensionistico italiano. L'effetto principale di questa riforma si ha nel prolungamento del periodo lavorativo,...
Lavoro e Carriera

Come calcolare il TFR

Il TFR è il cosiddetto trattamento di fine rapporto. Consiste in una serie di retribuzioni che saranno trasferite sul conto del lavoratore alla fine del contratto di lavoro. Risulta possibile ormai tramite diversi calcoli capire e calcolare quale sarà...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la tredicesima

La tredicesima mensilità conosciuta come tredicesima è una mensilità aggiuntiva della retribuzione di un lavoratore dipendente che viene erogata durante il periodo di Natale. Inizialmente la tredicesima conosciuta come "gratificazione natalizia", era...
Lavoro e Carriera

Come calcolare contributi, tredicesima e ferie

Un lavoratore dipendente che ha una regolare retribuzione si può calcolare, in modo autonomo, le proprie ferie, i propri contributi e la tredicesima. Questa è un'operazione che può essere eseguita indipendentemente dal calcolo che viene effettuato...
Lavoro e Carriera

Come calcolare l'indennità di buonuscita

L’indennità di buonuscita o trattamento di fine servizio, viene liquidata ai dipendenti pubblici in caso di cessazione del servizio per inabilità o decesso dopo 105 giorni, dopo 6 mesi per raggiungimento dei limiti di età e dopo 24 mesi per dimissioni...
Lavoro e Carriera

Come calcolare lo stipendio netto del contratto a progetto

Uno dei contratti più diffusi nell'ambito del lavoro è sicuramente quella "a progetto": si tratta di un tipo di contratto firmato dal lavoratore che accetta di realizzare un determinato progetto dietro il corrispettivo di un prezzo. In questa guida,...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la tredicesima e quattordicesima mensilità

La tredicesima e la quattordicesima permettono a chi le riceve di disporre di più liquidità rispetto allo stipendio mensile. Per la precisione, la tredicesima è un dodicesimo (1/12) della retribuzione lorda annua e viene pagata ai lavoratori nel mese...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.