Come calcolare il margine di contribuzione

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

è definito margine di contribuzione la differenza tra il costo variabile ed il prezzo unitario (ovvero il costo ed il ricavo). Come il margine di contribuzione supera i costi fissi si genera l'utile.Il margine di contribuzione può essere di due livelli in quanto può generare differenti livelli di utile, Detto questo, tale misura definisce il rapporto tra gli introiti e i costi di un'impresa e ci garantirà, nel caso in cui sia presente, di calcolare facilmente l'ammontare dell'utile finale.

27

Occorrente

  • Matematica finanziaria di base
  • Rudimenti di economia aziendale rispetto a costi fissi, costi variabili e tasse
37

calcolare il margine di contribuzione in maniera corretta

Andiamo a vedere nello specifico perché; se pongo il margine di contribuzione e sottraggo i costi variabili ottengo un margine di contribuzione lordo di primo livello, invece sottraendo ulteriormente i costi fissi, ottengo un margine lordo di secondo livello. Calcoliamo il margine di contribuzione dobbiamo differenziare ciò che incassiamo con ciò che fatturiamo, essendo consapevoli che la cassa ha un bilancio diverso dalla fattura, ponendo in presupposto che prima della vendita dobbiamo aggiungere l'IVA, quindi tra acquisto senza iva e vendita con IVA dobbiamo calcolare la percentuale del nostro margine, è un sistema distonico che ci permette però di essere flessibili sui ricavi.Questo margine però ci permette di costatare se l'azienda sta producendo degli utili e se si in quale percentuale fino al singolo prodotto.

47

il mancato utilizzo del margine di contribuzione a cosa può portare?

Non utilizzare il margine di produzione può portarci a non valutare i costi di struttura che un impresa deve sostenere, dunque a non valutare con serietà come coprire i costi fissi annuali e dunque non sapere quanti introiti dobbiamo generare e in che percentuale. Questo significa approcciare il mercato in maniera cieca e discordante e quindi perdere denaro senza per l'appunto conoscerne le motivazioni in maniera apparente.

Continua la lettura
57

produrre utile

Per ottenere una curva di costo variabile o di costo fisso dobbiamo dividere uno dei due costi per il margine di costo variabile. Cercando tra le due curve in grafico si può calcolare un break even point. Dunque una volta calcolato un break even point tra costi fissi e costi variabili sappiamo calcolare un punto di equilibrio tra i due costi. Andare nello specifico ci permette di calcolare nel tempo grazie al break even point, nel tempo, quante e quali saranno le spese in equilibrio in prospetto di x anni.Questo è il primo passo per produrre utile perché ponendo in esempio io debba vendere lo stesso prodotto per x anni al costo di 10? se lo pagherò 9,90? (IVA inclusa) saprò di avere un utile di 0,10? con il quale dovrò poi ammortare i costi variabili.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • master in economia aziendale

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come si calcola il margine di intermediazione

Il margine d'intermediazione è una voce presente nel bilancio di un istituto di credito o una società bancaria, questa voce si può trovare precisamente nel conto economico. È composta dalla somma algebrica di interessi attivi e passivi , al netto...
Finanza Personale

Come calcolare il ricarico della merce

L'attuale procedura relativa all'apertura di un negozio commerciale è meno lunga rispetto al passato. Negli ultimi anni la richiesta può avvenire generalmente tramite il web, mentre prima bisogna recarsi obbligatoriamente negli uffici pubblici competenti....
Finanza Personale

Come calcolare l'indennità di malattia

L'indennità di malattia è un risarcimento in denaro riconosciuto ai lavoratori quando questi sono impossibilitati, a causa di una malattia, ad assolvere ai loro doveri lavorativi. L'indennità di malattia è a carico dell'INPS e non è un diritto di...
Finanza Personale

Come Calcolare L'indice Di Correlazione Utilizzando Excel

L'indice di correlazione di Bravais-Pearson costituisce un indicatore statistico che analizza la relazione che intercorre tra due o più variabili. Stiamo parlando di una regola determinata da una lunga serie di parametri. Scopriamo insieme come calcolare...
Finanza Personale

Come calcolare il codice SWIFT

Per poter fare delle operazioni bancarie internazionali dovremmo cercare il Codice Swift (o BIC - Bank Identifier Code). Questo particolare codice è formato da lettere e numeri e serve ad identificare la banca del beneficiario che effettua un bonifico....
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento della polizza a vita

Molte persone prima di stipulare una polizza vita si chiedono a giusta ragione se il capitale versato gli viene garantito alla scadenza, e soprattutto se il rendimento è quello promesso. In merito è importante sapere che per eseguire un calcolo preciso,...
Finanza Personale

Come calcolare gli interessi di un prestito

Gli interessi di un prestito includono la quantità di erogazione di controllo più le eventuali spese applicabili non appena il prestito viene erogato. Questa regola vale per prestiti sovvenzionati, diretti e prestiti privati ​​diretti. In generale,...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento con Excel

Quello del rendimento di un investimento è un calcolo finanziario utilizzato per misurare il modo in cui viene investito il denaro, allo scopo di ricavare un guadagno in misura maggiore. Per calcolare il rendimento di un investimento, bisogna dividere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.