Come calcolare il fringe benefit auto aziendale in busta paga

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Imposteremo, nella guida che state per leggere, un argomentazione che potrebbe esservi utile. Come avrete letto nel titolo che abbiamo posto in cima alla guida, vi spiegheremo, in soli quattro passi, come poter riuscire a calcolare il fringe benefit dell'auto aziendale in busta paga. Possiamo cominciare immediatamente a trattare questa tematica interessante.
Oppure vuoi semplicemente controllare se i dati immessi dal tuo datore di lavoro sono corretti?
Stai pensando di rivolgerti a un consulente del lavoro o a un esperto del settore? Non è necessario!

27

Occorrente

  • computer, internet, libretto di circolazione del veicolo.
37

Le categorie

Prima di tutto, è strettamente necessario comprendere se utilizzare l'automobile aziendale o altre automobili concesse dal datore di lavoro ai propri dipendenti rientra nella categoria che a voi interessa. Infatti, per poter essere tale, l'automobile dev'essere utilizzata in maniera promiscua, ovvero, ciò vuol dire che la macchina deve essere usata non solo per esigenze lavorative, ma anche per uso personale del dipendente (per andare a lavorare o per fare la spesa).

47

Le tabelle ACI

Qualora fosse questo il caso specifico che vi trovate a dover affrontare, allora potrete il guadagno del fringe benefit che figurerà nella busta paga o che, comunque, voi vorrete controllare. Per riuscire a calcolare questo valore vi serviranno le tabelle ACI (Automobile Club d'Italia), ovvero quelle che ti daranno la cifra chilometrica unitaria corrispondente alla marca e al tipo di veicolo utilizzato.

Continua la lettura
57

Il calcolo

Una volta che sarete arrivati fino a questo punto, dovrete fare il prodotto tra questo valore e quindici mila chilometri, che è il valore della percorrenza annua convenzionale. Dopodiché, dovrete calcolare la percentuale del 30% di questo importo, per trovarlo puoi fare una semplice proporzione 100 : 30 = importo: x dove "100 : 30" è relativo alla percentuale del 30% e "importo" sarà il valore calcolato in precedenza
quindi: x = (30*1000) / 100. E il risultato rappresenta il guadagno annuo del fringe benefit.

67

Conclusioni

Ora hai bisogno del corrispondente mensile per il mese di competenza, basta dividere il guadagno annuale di prima per 12 mesi, e finalmente hai ottenuto il numero di cui hai bisogno. Il valore così ottenuto che in busta paga potrai chiamare, valore convenzionale auto, non è altro che una semplice voce di paga neutra che non ha alcun effetto sul netto ma che viene inserita per aumentare l'imponibile contributivo e fiscale in quanto su tali emolumenti il dipendente (ma anche l'azienda) paga i contributi e le ritenute IRPEF.
In conclusione, eccovi un link che potrebbe andare ad aiutarvi nella comprensione del calcolo di questo valore, insieme al contenuto dei quattro passi che abbiamo sviluppato nella guida. Eccovi il link: https://it.wikipedia.org/wiki/Fringe_benefit.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricorda che l'importo che concorre alla formazione del reddito deve essere ragguagliato al periodo dell'anno durante il quale l'uso promiscuo del veicolo viene concesso, poichè la percorrenza convenzionale è determinata su base annua.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come leggere la busta paga

La busta paga non è altro che è il riassunto di un compenso per prestazioni lavorative che vengono effettuate in un dato periodo di tempo, che può essere mensile, trimestrale, semestrale a seconda della tipologia di lavoro che si svolge. In un semplice...
Richieste e Moduli

Come ottenere il contrassegno di sosta per residenti a Torino

Quando sentiamo parlare di contrassegno di sosta ci riferiamo a uno speciale permesso che viene rilasciato dal Comune in cui si risiede e consente ai residenti di sostare nei parcheggi a loro riservati (quelli contrassegnati da strisce blu) nella propria...
Aziende e Imprese

Come ottenere i buoni pasto

I buoni pasto consistono in una sorta di benefit, che ci viene concesso dall’azienda di cui siamo dipendenti a busta paga, sia attraverso un contratto a tempo determinato, sia con un contratto a tempo indeterminato, anche se prevalentemente vale per...
Lavoro e Carriera

Come calcolare le trattenute nella busta paga

Cosa sono le trattenute? Iniziamo con questa semplice domanda.La busta paga oltre a contenere dati identificativi del datore e del dipendente, la posizione assicurativa INAIL, voci da cui è composta la retribuzione, è composta anche dalle trattenute...
Lavoro e Carriera

Come controllare la busta paga

Per un impiegato è fondamentale saper controllare la propria busta paga. Questo documento rilasciato dal datore di lavoro comprende una serie di voci e di informazioni per il dipendente. La loro lettura informa sul calcolo effettuato per addivenire al...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello QUIR per la richiesta del TFR in busta paga

Il 3 aprile 2015, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, sono entrate in vigore le disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri DPCM n° 29/2015 che trattano della possibilità, per i lavoratori dipendenti del settore privato,...
Finanza Personale

Il calcolo della busta paga

Il calcolo della busta paga non è una cosa facile da eseguire. Quando non ha un ufficio con impiegati assegnati a questo compito, il datore di lavoro si avvale spesso della consulenza di un dottore commercialista. Qui di seguito, vi parlerò nel dettaglio...
Lavoro e Carriera

Tutto sulla busta paga

Ai nostri giorni, pultroppo il tasso di disoccupazione è veramente molto alto e questo grava sulle condizioni economiche dei singoli cittadini. Inoltre, il lavoro in nero è sempre in continuo aumento questo agevola sicuramente i datori di lavoro che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.