Come calcolare il fondo di ammortamento

Tramite: O2O 26/10/2017
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

L'ammortamento fa parte dei costi contabili che consentono alle varie aziende di distribuire il costo del valore di un bene, durante l'intera vita utile del bene stesso. In poche parole, l'ammortamento consente alle aziende di calcolare il costo di un bene, senza però falsare i risultati trimestrali. Il fondo di ammortamento è la quantità di quote di ammortamento nel momento in cui il bene è stato acquistato, che consente di determinare il valore contabile di un investimento sottraendo l'ammortamento totale accumulato dal prezzo di acquisto del bene. In questa guida, spiegherò nel dettaglio come calcolare il fondo di ammortamento.

26

Occorrente

  • Dati dell'azienda
  • Calcolatrice
36

Caratteristiche del fondo di ammortamento

In finanza, l'ammortamento non viene considerato come vero e proprio "denaro contante": infatti, non vi è un vero e proprio scambio di denaro quando viene eseguito il calcolo contabile. Gli ammortamenti agiscono come un conto di deposito che aiutano a pianificare il valore delle attività in bilancio nel corso del tempo. Bisogna, quindi, seguire il metodo delle quote costanti per determinare il costo del valore di recupero. Tale importo è la stima del valore residuo del bene che può avere prima di essere venduto, scambiato o smaltito.

46

Calcolo del costo ammortizzabile

Oltre a ciò, il valore originario comprende i costi dei prezzi di fattura, di installazione, l'imposta sulle vendite e le altre eventuali spese sostenute per l'acquisto, il trasporto e la pubblicità. Supponiamo che una società di stampa abbia acquistato un macchinario con un costo pari a 16.000 euro, con tasse di vendita di 1.200 euro, costi di trasporto di 1.800 euro e spese di installazione di 1.000 euro. Il costo bene totale è di 20.000 euro. In questo caso, bisogna sottrarre il valore di recupero del bene calcolato al punto 1 di questa guida (5.000 euro) dal suo costo totale, o prezzo di acquisto. In questo modo, si scopre che il costo ammortizzabile della macchina acquistata è di 15.000 euro (20.000 euro, meno il valore residuo di 5.000 euro).

Continua la lettura
56

Precisione nel calcolo

Infine, bisogna calcolare la vita utile del bene, che equivale al numero stimato di anni per cui si pensa possa essere utilizzato produttivamente (supponiamo 10 anni). Successivamente, dividere la base ammortizzabile calcolata al punto 2 per tale parametro. L'ammortamento annuale, per la contabilità generale, è di 1.500 euro totali (15.000 euro diviso per 10 anni). Questo calcolo non è affatto difficoltoso, ma occorre la massima precisione, in quanto un banale errore può compromettere l'intero rendiconto del bilancio annuale. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come determinare l'ammortamento dei beni immateriali

Il piano di ammortamento è quella pratica presenta in alcune aziende per cui viene richiesta agli uffici appositi la restituzione graduale di un debito attraverso il pagamento periodico di alcune rate.In questa guida vedremo come determinare l'ammortamento...
Aziende e Imprese

Come avviene l'ammortamento dei beni strumentali di un professionista

Ogni impresa, annualmente, deve effettuare il bilancio dell’esercizio, vale a dire redigere il documento contabile dove sono riportati alcuni valori finanziari, quali principalmente la situazione patrimoniale e reddituale delle aziende; questo documento...
Aziende e Imprese

Come ricevere un finanziamento a fondo perduto

Esistono varie forme di finanziamento tra esse troviamo quella definita finanziamento a fondo perduto. Si tratta sostanzialmente di una forma di prestito in cui, una parte della somma ricevuta, o l'intero importo, può non essere corrisposta per un periodo...
Aziende e Imprese

Come calcolare e contabilizzare l'accantonamento Tfr

Il TFR, acronimo di Trattamento di Fine Rapporto, consiste in una liquidazione o buonuscita, maturata dal lavoratore dipendente presso un unico datore di lavoro e pagato al termine del rapporto lavorativo dal proprio sostituto. Essenzialmente il trattamento...
Aziende e Imprese

Come calcolare la parcella del notaio nelle società di capitali

Le società di capitali sono forme giuridiche assunte da imprese di medie/grandi dimensioni operanti in diversi settori. Come per tutte le procedure che richiedono la presenza di un notaio vi è l'onere del pagamento della parcella notarile che può avere...
Aziende e Imprese

Come calcolare la parcella del commercialista nelle società di persone

I commercialisti svolgono un lavoro piuttosto duro ed importante per chiunque di noi. Grazie a loro possiamo calcolare quante tasse dobbiamo pagare ed evitare così fastidiose multe. Per questo quando si apre una società è bene assumere anche un commercialista...
Aziende e Imprese

Come calcolare il ricavo, la spesa e il guadagno

In terza elementare,in molti problemi di aritmetica, si chiede agli alunni di calcolare il ricavo o il guadagno o la spesa e questi calcoli mandano in tilt anche i genitori che vorrebbero aiutare i loro figli quando costoro non riescono nel calcolo. La...
Aziende e Imprese

Come calcolare il margine operativo lordo

L'analisi bilancio consiste in uno studio che ha la finalità di studiare gli aspetti economici, finanziari e patrimoniali dell'azienda, desumibili da differenti tipi di margini e da indici ricavabili dal bilancio stesso. Quando si parla di Mol, ossia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.