Come calcolare il disavanzo da concambio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come sappiamo la vita di un'azienda è davvero molto ricca sia di eventi che di problematiche. Vi sono infatti molte sfide da affrontare sia nella gestione quotidiana che per quanto riguarda le operazioni di finanza straordinario in materia ad esempio di fusioni e scissioni, che apportano modifiche davvero sostanziali all'intero assetto societario. Uno degli eventi più importanti di un'azienda può essere un'eventuale fusione. In tale fase della vita d'impresa infatti bisognerà affrontare non poche sfide in base al valore e alla protezione del patrimonio, tra cui spicca sicuramente il concambio. Per questo in tale guida vedremo insieme passaggio dopo passaggio come calcolare il disavanzo da concambio.

27

Occorrente

  • Calcolatrice
37

Per prima cosa è bene chiarire che il disavanzo di concambio è tipico di una fase di straordinaria amministrazione e finanza come quella appunto della fusione. Si tratta infatti del calcolo del numero e del valore delle azioni della nuova società far confluire nelle mani degli azionisti della vecchia società. Quando infatti una società madre ingloba una società figlia attraverso una fusione, è necessario portare a nuovo le quote azionarie di tutti gli azionari. Tale fase è detta appunto concambio e la differenza tra il valore delle azioni della società vecchia e di quella nuova viene chiamato appunto disavanzo da concambio.

47

Prima di procedere al calcolo vero e proprio è bene avere pronti tutti i dati necessari, tra i quali i valori delle azioni nuovo e di quelle restaurate, il loro valore ed il numero di società in fusione. Spesso infatti molte società confluiscono in un'unica nuova compagine economica, rendendo il calcolo del rapporto di concambio ancor più gravoso. In questi casi il calcolo deve tenere conto di tutte le varie tipologie di azioni sia in termini di valore che di provenienza.

Continua la lettura
57

La formula da utilizzare per un caso di fusione semplice è la seguente:
(Wb/Nb) / (Wa/Na).
Ciò significa che si dovrà dividere il valore del capitale economico della società incorporata (Wb) per il numero delle azioni della società incorporata (Nb); il tutto poi diviso il risultato di una simile operazione di divisione tra il valore del capitale economico della società incorporante (Wa) ed il numero delle azioni del capitale sociale della società incorporante (Na).
Sostituendo quindi i valori a vostra disposizione in tale formula avrete calcolato la percentuale di concambio utile per determinare il disavanzo dal valore del capitale.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tenete conto di tutte le società in fusione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare il rapporto di concambio in una fusione per incorporazione

Con il termine "fusione", in campo finanziario, si intende determinate manovre di Finanza Straordinaria che appartengono alla categoria Merger and Acquisition. Con tale procedura, due o più società distinte vengono unite in un unico ente sociale. Le...
Aziende e Imprese

Come calcolare la parcella del commercialista nelle società di persone

I commercialisti svolgono un lavoro piuttosto duro ed importante per chiunque di noi. Grazie a loro possiamo calcolare quante tasse dobbiamo pagare ed evitare così fastidiose multe. Per questo quando si apre una società è bene assumere anche un commercialista...
Aziende e Imprese

Come calcolare gli indici di redditività

Calcolare la redditività di un'azienda o di un'azione finanziaria è alla base della sua buona riuscita e delle conseguenti possibilità di investire e calcolare gli investimenti. Esistono due diversi tipi di indice di redditività: l'indice di redditività...
Aziende e Imprese

Come calcolare la percentuale del tasso di crescita annuo

La percentuale del tasso di crescita annuo viene calcolata utilizzando un valore iniziale e un valore finale per un determinato periodo di tempo, tenendo conto degli effetti dell'interesse composto. Ad esempio, se si desidera far crescere i ricavi aziendali...
Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Roi Return On Investment

ROI è l'acronimo di "Return on Investment" che tradotto dall'inglese significa "Ritorno sull'investimento". Viene utilizzato per indicare l'indice che identifica la redditività del capitale investito. Praticamente serve per capire quanto il capitale...
Aziende e Imprese

Come calcolare i costi di produzione

Calcolare i costi di produzione di un'attività è uno dei passaggi indispensabili per la corretta gestione dei propri affari. Posto che tra gli elementi del calcolo vi possano essere una serie di varianti da prendere in considerazione in funzione del...
Aziende e Imprese

Come calcolare e contabilizzare l'accantonamento Tfr

Il "Trattamento di Fine Rapporto", anche detto "TFR", liquidazione o buonuscita, è un indennizzo o risparmio forzoso a corresponsione differita. Il compenso viene pagato a fine collaborazione dal datore di lavoro, con una quota che viene versata mensilmente...
Aziende e Imprese

Come calcolare il fondo di ammortamento

L'ammortamento fa parte dei costi contabili che consentono alle varie aziende di distribuire il costo del valore di un bene, durante l'intera vita utile del bene stesso. In poche parole, l'ammortamento consente alle aziende di calcolare il costo di un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.