Come calcolare il capitale proprio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La definizione di "capitale proprio" è attribuita al valore delle quote versate dai soci di una determinata azienda. A chiarimento, prenderemo un esempio. In buona sostanza, se un socio ha investito € 100.000 euro nel ramo aziendale, il suo "capitale proprio" sarà il medesimo importo. Quindi, all'apparenza, il calcolo sembrerebbe semplice. In realtà, nel caso di compravendita di prodotti ed azioni, (ma anche in altre circostanze) il capitale proprio può diventare variabile. Pertanto il calcolo diventa più complesso. Vediamo quindi, nella guida che segue, come calcolare il capitale proprio.

27

Occorrente

  • Carta, penna e calcolatrice.
37

Sommate tutti gli investimenti

Per calcolare il capitale proprio, avendo disponibili i vari dati dello stato patrimoniale dell'azienda, è necessario quantificare il capitale di debito. Bisognerà a tale scopo sommare tutti i debiti: a breve, a medio ed lungo termine. Infine occorrerà conteggiare il totale degli impieghi. Sommate pertanto tutti gli investimenti a breve termine, con gli altri due. Otterrete un risultato al quale addizionerete il valore della disponibilità liquida dell'azienda. A questo punto sottraete dal totale impieghi il capitale di debito. Per differenza conoscerete il capitale proprio dell'azienda in questione. Successivamente, se l'azienda di riferimento è commerciale oppure industriale, bisogna analizzare le varie voci che riguardano gli investimenti, in particolar modo le rimanenze.

47

Analizzare le varie voci

Se quest'ultime sono contraddistinte dalla voce "Merci", allora si tratta senza ombra di dubbio di un'impresa commerciale. Nel caso in cui si presentino invece le voci "Prodotti finiti" o "Materie Prime", allora si tratterà certamente di un'impresa industriale. Una volta calcolato il capitale proprio, potrete conoscere anche il ROE, ovvero l'indice di redditività dell'azienda, fornito dal rapporto tra il reddito netto conseguito nel corso dell'esercizio ed il valore del capitale proprio. Infatti, con la divisione del reddito netto dell'esercizio con il capitale proprio impiegato si otterrà il ROE.

Continua la lettura
57

Verificate i calcoli

Questo valore si esprime in percentuale, moltiplicandolo per 100. Se il ROE è superiore a zero, la chiusura del bilancio ha generato un utile. Nel caso contrario, con il valore del ROE inferiore a zero, si tratta di una perdita. Infine, se il valore del ROE risulta pari a zero, si avrà un bilancio in pareggio. Calcolare il capitale proprio serve quindi anche a trovare il suddetto ROE, un importante indicatore che segna con precisione l'andamento di un'azienda.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il ROE è superiore a zero, la chiusura del bilancio ha generato un utile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare gli indici di bilancio

Ogni azienda al termine del proprio anno fiscale o esercizio deve redigere il bilancio, che riassume la situazione economica e quella finanziaria della propria attività. In particolare, il conto economico evidenzia l'utile o la perdita, calcolati dalla...
Aziende e Imprese

Come Determinare La Posizione Finanziaria Netta

Il concetto di debito netto è particolarmente importante negli investimenti ed è uno dei parametri più comunemente utilizzati in analisi tecnica. Azioni che ottengono buoni risultati nel tempo, tendono ad essere emessi da aziende che sono finanziariamente...
Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Roce

La realizzazione del bilancio di esercizio di un'azienda rappresenta una delle attività più importanti della contabilità. Dal bilancio è infatti possibile ricavare informazioni utili sulla durabilità e le attività dell'azienda. Il documento del...
Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Roa

Il ROA acronimo di Return On Assets è un particolarissimo indice che viene utilizzato per indicare la redditività del capitale che abbiamo investito. Se non abbiamo studiato economia, ma siamo molti interessati a questi temi e vogliamo cercare di imparare...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche alle vendite

Tra le poste di bilancio maggiormente rappresentative di un'impresa deve essere senza dubbio annoverata, nel conto economico, la voce "Ricavi di vendita" facente parte del gruppo A- Ricavi della produzione, del conto, che accoglie i componenti positivi...
Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Grado Di Elasticità Degli Impieghi

Quando ci si riferisce ad un'analisi patrimoniale generalmente si intende un'analisi che ha come obiettivo quello di verificare se una società ha raggiunto una posizione di equilibrio strutturale. In questo modo infatti l'azienda sopravvive come organismo...
Aziende e Imprese

Come fare un bilancio di fine anno

Il bilancio è costituito da una serie di particolari documenti contabili prodotti periodicamente da una impresa per verificare la situazione patrimoniale e finanziaria allo scadere del periodo amministrativo a cui si fa riferimento. Se siamo proprietari...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le fatture da ricevere

Nel corso dell'esercizio le rilevazioni contabili afferenti gli acquisti dei beni o dei servizi vengono registrate all'atto del ricevimento della relativa fattura. Alla fine dell'esercizio, nel momento della chiusura dei conti, si possono presentare delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.