Come Calcolare Il Beneficio Economico Della Detassazione Dei Premi Di Produttività

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel corso dell'anno 2008, è stata introdotta nella normativa fiscale italiana la detassazione dei premi di produttività. Per i primi due anni, è stato possibile detassare anche gli importi percepiti relativamente al lavoro straordinario. Successivamente, il beneficio è stato invece concesso solo per gli importi relativi ai premi riguardanti gli indici di produttività erogati ai dipendenti. I premi devono essere previsti dalle normative contenute nella contrattazione integrativa aziendale e devono essere commisurati all'andamento economico dell'azienda. Nella seguente guida vedremo, passo dopo passo, come calcolare il beneficio economico della detassazione dei premi di produttività.

26

Nel corso degli anni, la normativa sulla detassazione è notevolmente variata. Inizialmente, potevano accedere al beneficio, solo coloro che percepivano un reddito annuale imponibile non superiore a 30.000 Euro annui. Nel 2011, invece, tale limite era stato rialzato ad euro 40.000 con possibilità di detassare premi fino al raggiungimento di 6.000 euro. Nel 2012 tale beneficio è stato notevolmente ridimensionato: la soglia di reddito è tornata ad essere pari a 30.000 euro con un massimo erogabile di euro 2.500.

36

La detassazione può essere definita anche "tassazione parziale": anziché applicare l'aliquota marginale Irpef si applica l'aliquota agevolata al 10%. Il beneficio economico dipende quindi dall'importo del reddito imponibile Irpef. Il reddito da considerare per la detassazione del 2012 è quello relativo all'anno 2011: occorre quindi controllare, ad esempio facendo riferimento l'anno 2012, la casella 1 del CUD relativo ad i redditi percepiti nel corso del 2011: se essa riporta un valore non superiore a 30.000 Euro si ha diritto all'applicazione della detassazione, altrimenti si procede applicando la percentuale irpef di routine.

Continua la lettura
46

Per i lavoratori dipendenti esiste una detrazione d'imposta che decresce con il reddito imponibile annuo lordo: il premio, essendo detassato, non si aggiunge all'imponibile fiscale e fa sì che tale detrazione non si abbassi. Ciò comporta un beneficio pari a circa l'1% del reddito annuo. Inoltre, il reddito imponibile Irpef dell'anno 2012, costituisce la base imponibile anche per il calcolo delle addizionali regionali e comunali dell'anno 2013, pari a circa il 2% del reddito. Ciò vuol dire che si percepirà un ulteriore beneficio pari al 2% del premio goduto nel 2012, visto che questo non concorra' a far parte del reddito imponibile 2012.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Uruguay

In questo articolo vedremo come funziona ll sistema fiscale in Uruguay. Partiamo col dire che questo sistema ha subìto una profonda modifica in seguito alla riforma approvata con la legge 18.083 del 27 dicembre 2006. Tale norma regolamenta l’intero...
Banche e Conti Correnti

Come versare la ritenuta d'acconto

La ritenuta d'acconto è una trattenuta (Irpef o Ires) effettuata su un reddito soggetto a tassazione di un sostituto d'imposta (ex: datore di lavoro, banca, istituto finanziario) e che successivamente sarà versata all'erario. Entro il 28 febbraio di...
Finanza Personale

Come determinare l'imposta sul reddito delle persone fisiche

L' IRPEF è l'imposta più importante del sistema tributario italiano.È un' imposta progressiva che aumenta in proporzione al reddito stesso. Allo stato attuale di cose, ci si trova dinanzi a sei categorie di reddito, di seguito riportate:- redditi fondiari;-...
Aziende e Imprese

Come stipulare un contratto di rete

Gli imprenditori italiani hanno stabilito, ormai da diverso tempo, di modificare il proprio comportamento nei confronti della concorrenza. Infatti, al giorno d'oggi non esistono più delle reciproche battaglie, ma vengono messe in atto delle mirate strategie...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro nella Repubblica di San Marino

Come trovare lavoro nella Repubblica di San Marino. San Marino è in crisi profonda. Chi mai lo avrebbe detto o solo pensato. La piccola repubblica naviga in una profonda crisi economica. E ora per correre ai ripari sta cadendo l'ultimo tabù. Si apre...
Richieste e Moduli

Come detrarre l'Irpef in assenza di spese detraibili

Le spese deducibili, sono quelle che all'interno della dichiarazione dei redditi, danno la possibilità di essere sottratte al reddito imponibile, prima di andare a calcolare l'imposta che si dovrà versare all'erario. Tra queste spese, rientrano i contributi...
Aziende e Imprese

Come calcolare quante tasse paghiamo sui buoni pasto

I buoni pasto sono delle agevolazioni che molto spesso spettano ai lavoratori dipendenti che hanno un orario che include la pausa pranzo. Questi consentono di acquistare prodotti alimentari, oppure di pranzare in locali convenzionati. Solitamente l'importo...
Richieste e Moduli

Come ottenere l'esonero del pagamento canone RAI

Il canone RAI è quella tassa che consente a tutti i cittadini di poter vedere i canali della più conosciuta emittente televisiva. Tutti coloro che possiedono un televisore sono obbligati al pagamento di questa tassa, anche per non incorrere in sanzioni:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.