Come calcolare i costi di gestione di un bar

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per avviare un determinato esercizio commerciale, bisogna assolutamente svolgere un'indagine di mercato. Così facendo si potrà valutare al meglio la tipologia di beni/servizi da fornire alla potenziale clientela del luogo analizzato. Le questioni principali da sottoporsi risultano l'esistenza di una domanda adeguata, la mancanza di una concorrenza troppo elevata e la decisione riguardo le migliori strategie di marketing da usare. Ipotizzare ad esempio di voler aprire un bar nel quartiere Nuovo Salario di Roma. Bisogna domandarsi se tanta gente usufruirebbe dei beni/servizi offerti ed i negozi simili abbondano o risultano pochi in zona. Ad ogni modo, l'apertura di un locale richiede un impegno notevole (specialmente per quanto riguarda i costi di gestione da sostenere). Occorre inoltre dotarsi di un professionista od una struttura che affronti la gestione economica dell'attività commerciale. Nel presente importante tutorial vediamo brevemente come calcolare i costi di gestione di un bar.

27

Occorrente

  • Proprietà di un'attività commerciale
  • Personale dipendente
  • Esperienza nel settore
  • Denaro
  • Commercialista (eventuale)
  • Materie prime
  • Ricerca di mercato iniziale
37

Analizzare il contesto sociale in cui si trova il bar

Innanzitutto bisogna stabilire quali beni e servizi offrire alla potenziale clientela del bar. All'interno di questo esercizio commerciale è possibile vendere bevande (quali caffè, analcolici, succhi di frutta), alimenti (come merendine, caramelle, patatine) e prodotti a base di tabacco. Esempi di servizi che si possono fornire ai clienti sono le ricariche telefoniche, il pagamento di bollette ed i videopoker o slot machine. Compreso il tema generale qui affrontato, si potrà quindi entrare nel dettaglio. Qual è il metodo per determinare i costi di gestione relativo ad un bar? Per fare un'indagine seria, è necessario esaminare il contesto sociale dove si trova il locale. Un bar cittadino avrà pertanto un'analisi diversa e spese differenti rispetto a quello paesano.

47

Determinare tutte le spese fisse e variabili

Per il calcolo totale delle spese gestionali di un bar, bisogna prendere in considerazione sia i costi fissi che quelli variabili. Tra i primi rientrano le spese di locazione del fabbricato in cui si vendono i beni/servizi. Il loro valore mensile dipenderà dalla zona selezionata per far nascere l'attività imprenditoriale. Un altro costo fisso riguarda i dipendenti, qualora ricevessero sempre la medesima paga oraria. Gli stipendi variano in base alla clientela assorbita dal bar? Tale importo rientra tra i costi variabili e si incrementa al crescere della domanda di beni/servizi. Bisogna tenere d'occhio anche le materie prime, che derivano sempre dalla richiesta prodotta dal flusso dei clienti. Non scordare poi le spese variabili per servizi di utenza (come la luce, l'acqua ed il gas) ed imposte varie (quali l'IVA, le tasse comunali ed i contributi agli enti statali). Ulteriori costi fissi da non dimenticare sono la TARI e l'eventuale commercialista.

Continua la lettura
57

Verificare la differenza tra i costi di gestione ed il fatturato di vendita

Dopo aver compreso bene il possibile giro di affari, è necessario tenere presente che le uscite totali non possono essere maggiori delle entrate complessive. Supporre un valore mensile di 1000€ per il contratto di locazione, 3000€ per spese di manutenzione ordinaria, 500€ per IVA e 3000€ per il commercialista. Ipotizzare poi un importo mensile di 5000-6000€ per bollette varie, 1200€ per materie prime ed 800€ per contributi previdenziali. In questa situazione, un fatturato di vendita intorno ai 60000-70000€ potrebbe risultare soddisfacente. Ciò dipende dal numero dei lavoratori assunti perché, qualora fossero più della media, tale cifra non potrebbe bastare a soddisfare i bisogni imprenditoriali. Tutto questo impedirebbe di effettuare investimenti pluriennali finalizzati al miglioramento globale dell'attività commerciale. Ecco quindi spiegato al meglio come calcolare i costi di gestione di un bar.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare i costi di produzione

Calcolare i costi di produzione di un'attività è uno dei passaggi indispensabili per la corretta gestione dei propri affari. Posto che tra gli elementi del calcolo vi possano essere una serie di varianti da prendere in considerazione in funzione del...
Aziende e Imprese

Come calcolare i costi di un progetto

È naturale che portare avanti un progetto è necessario calcolare il suo costo di costruzione il quale include un'innumerevole quantità di voci che rendono molto difficile e complessa poterlo realizzare. Il calcolo dei costi di costruzione sono svolti...
Aziende e Imprese

Come Impostare Un Sistema Di Controllo Di Gestione

I sistemi di controllo della gestione comportano molti benefici sia per quanto concerne la produttività sia per quanto riguarda i costi e i loro controlli. Molte aziende hanno recentemente adottato questi sistemi ottenendo enormi benefici e riuscire...
Aziende e Imprese

Come aprire un bar

Numerosi individui avranno sicuramente pensato di aprire un'attività commerciale, allo scopo di mettersi in proprio ed entrare nel mondo dell'imprenditoria. Attualmente risulta davvero complicato trovare un lavoro alle dipendenze. Molte persone cercano...
Aziende e Imprese

Come Aprire Un Wine Bar O Un'Enoteca

Negli ultimi anni hanno riscosso un notevole successo le enoteche o wine bar. Complice l’atmosfera rilassante, la possibilità di degustare sempre nuovi vini magari accompagnati da qualche stuzzichino, questi locali sono diventati dei veri punti di...
Aziende e Imprese

Come aprire una società di gestione immobiliare

Soprattutto per le persone che hanno diversi immobili (case, locali od uffici), diventa spesso vantaggioso aprire una società di gestione immobiliare. Naturalmente, bisogna valutare con grande attenzione l'opportunità o meno di prendere una decisione...
Aziende e Imprese

Come prendere in gestione una pizzeria

Investire in un'attività commerciale non sempre porta ai risultati sperati e spesso ci si ritrova a dover chiudere bottega ancora prima di aprirla. Potrebbe essere questo il caso in cui si voglia prendere in gestione una pizzeria. Tuttavia non vogliamo...
Aziende e Imprese

Associazione no profit: consigli sulla gestione

Un'associazione no profit è un'attività priva di scopo di lucro, in quanto il motivo d'esistere di tale associazione non ha come obiettivo il guadagno economico, ma la solidarietà da porre al servizio della propria comunità. Di seguito sono riportati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.