Come calcolare i contributi da versare alla domestica

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questo tutorial vi spieghiamo come calcolare i contributi da versare alla domestica. L'assunzione di una collaboratrice domestica, oppure una colf, da parte della famiglia implica la sottoscrizione di un contratto regolare di lavoro, dove dovranno essere firmati da entrambe le parti per i doveri e diritti di ciascuno. Continuate la lettura in seguito, per capire come dovrete fare ad assumere una domestica in regola, e come dovrete calcolare i contributi da versarle. Buona lettura e buon lavoro!

25

Vi spieghiamo cosa è il rapporto di lavoro con una collaboratrice domestica o collaboratore

Il rapporto di lavoro con una collaboratrice domestica, oppure collaboratore, è regolamentato dal contratto collettivo nuovo del lavoro domestico (C. C. N. L.). Tale documento è stato rinnovato di recente dal 1 luglio 2013, con l'entrata in vigore del documento nuovo, che sostituisce il contratto vecchio del 2007 e che è scaduto alla fine del 2016. Tutte le normative nuove sono redatte nel contratto collettivo nuovo del lavoro domestico, e che troverete disponibile a questo link.

35

Vi spieghiamo in base a che cosa si calcoleranno i contributi

I contributi da versare alla domestica sono variabili in proporzione per le ore che si lavorano. Se il contratto è a tempo determinato oppure indeterminato, le ore retribuite nel trimestre relativo, se si tratta del lavoratore domestico che è un parente entro il terzo grado, oppure convivente con il datore di lavoro, avrà una paga oraria lorda comprensiva di vitto alloggio, però non di tredicesima, e altri personalizzabili particolari.
A questo indirizzo potrete trovare disponibile un simulatore comodo di calcolo dei contributi che dovrete versare alla domestica, facendo in modo da poter fare delle prove vedendo quanto si andrà a spendere in effettivo nel caso dove si decida di assumere una collaboratrice domestica ad ore, oppure convivente. Il calcolo è valido anche nel caso di contratto reale, naturalmente.

Continua la lettura
45

Vi indichiamo cosa dovrà contenere il contratto di lavoro di una collaboratrice domestica (o collaboratore)

Il contratto di lavoro di una collaboratrice domestica è anche chiamato "lettera di assunzione", ed un modello lo trovate disponibile qui. La lettera di assunzione si potrà variare, siccome dovrà essere in linea perfettamente con il contratto collettivo del lavoro domestico, dovendo riportare le seguenti regole, che sono: il numero del documento d'identità valido ed il codice fiscale, che servirà per comunicare all'INPS il versamento dei contributi. Inoltre dovrete indicare anche i documenti assicurativi e previdenziali, e diplomi del lavoratore eventuali. Il contratto deve contenere anche le generalità sia del datore di lavoro ed anche della domestica, la data di assunzione, il tempo con l'orario di lavoro ed eventuale data di cessazione se si tratterà di un contratto a termine, le condizioni di vitto ed alloggio ed il C. C. N. L. A cui si farà riferimento.
Nel caso si voglia assumere una domestica di nazionalità straniera oppure extraeuropea, sarà indispensabile avere il permesso di soggiorno non scaduto, quindi in regola, altrimenti si rischia di incorrere in sanzioni assai pesanti.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come calcolare i contributi INPS di una badante

Quando qualcuno in famiglia non è più autosufficiente, si cerca di trovare un aiuto in quanto tra lavoro e famiglia non ci si può dedicare alla loro cura come si vorrebbe. In questo caso, l'ideale sarebbe quella di assumere una badante a tempo pieno...
Previdenza e Pensioni

Come fare il calcolo dei contributi INPS

Versare i contributi è un obbligo del datore di lavoro e, vanno versati ad Enti preposti, come per esempio l'INPS. Tali contributi vengono certificati nel Modello CUD, che sostituisce la denuncia individuale delle retribuzioni corrisposte. Le aliquote...
Previdenza e Pensioni

Contributi INPS non versati: sanzioni e prescrizione

I contributi INPS si dovrebbero versare sempre rispettando i termini stabiliti. Le scadenze si basano sugli importi e sul tipo di attività che si esercita. Un mancato pagamento dei contributi pota inevitabilmente ad alcune sanzioni amministrative. L'INPS...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la totalizzazione dei contributi

Tutti i lavoratori autonomi, dipendenti o liberi professionisti possono richiedere la totalizzazione dei contributi. La totalizzazione a differenza della ricongiunzione è completamente gratuita, e ciò potrebbe aiutare molto i lavoratori che la richiedono....
Previdenza e Pensioni

Come controllare i contributi INPS

Tanti anni di lavoro per assicurarci domani una pensione. Quando e con quale rata andremo in pensione dipende dalle ritenute e dai versamenti fatti negli anni di lavoro. A questi concorrono sia i contributi figurativi (i versamenti da lavoro) che quelli...
Previdenza e Pensioni

Come Ottenere La Totalizzazione Dei Contributi Di Diverse Gestioni Pensionistiche

Soprattutto al giorno d'oggi capita di lavorare per aziende differenti, come dipendente e come libero professionista e questo comporta che si versino contributi in diverse casse, gestioni o fondi previdenziali. Per chi non lo sapesse è possibile richiedere,...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere il cumulo dei contributi all'INPS

Se nel corso della nostra vita lavorativa abbiamo lavorato presso più gestioni previdenziali, come ad esempio la gestione pubblica e l’INPS, abbiamo la possibilità di richiedere il cumulo dei periodi assicurativi tra le diverse gestioni. Il cumulo,...
Previdenza e Pensioni

Pensioni: come si versano i contributi volontari

I lavoratori che hanno cessato o interrotto un'attività lavorativa, mediante il versamento dei contributi volontari, possono perfezionare i requisiti necessari per il raggiungimento della pensione o incrementare l'importo della stessa. È questa una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.