Come calcolare gli interessi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Capire come calcolare gli interessi, siano essi su depositi o su somme in conto corrente o altre forme di credito, o che si tratti di interessi su debiti è variabile, ovviamente, e dipende dalle condizioni contrattuali stipulate in sede di firma. La formula base è semplice, tasso di interesse moltiplicato per l'importo in questione. Sebbene questa sia la formula standard, ci sono ovviamente variabili sul tempo e sugli scaglioni e/o frazionamenti.

26

Occorrente

  • tasso d'interesse al netto di ritenute e imposte
36

Polizze assicurative o su depositi

Gli interessi più alti sono sui capitali vincolati per molto tempo. Ci sono poi gli interessi calcolabili su polizze assicurative o su depositi di natura diversa rispetto a quelli bancari. In generale, l'interesse si calcola moltiplicando capitale per tempo per tasso percentuale diviso 100. In caso di deposito di 100 euro, vincolati per 12 mesi, al 2 % (esempio) si avrà un interesse totale di 24 euro. Quindi, al raggiungimento della scadenza vincolo, in questo caso esemplificato in 12 mesi, il capitale sarà cresciuto da 100 euro a 124 euro. In qualunque caso, che si tratti di polizza assicurativa, conto bancario o deposito o libretto, occorre sempre verificare il tasso d'interesse netto, ovvero quel che rimane dopo trattenute e/o imposte di vario genere.

46

Calcolando l'interesse postale o bancario

Prima di tutto occorre sapere a quanto ammonta il capitale versato. L'interesse può venire calcolato in giorni, mesi o anni ma è quasi sempre esemplificato in interesse annuale. L'interesse è molto variabile tra quello di un conto corrente (più basso) rispetto a quello di un conto deposito (generalmente più alto). L'interesse più alto offerto da istituti bancari si ha generalmente su obbligazioni e azioni, che però offrono un livello di rischio potenzialmente alto, e sui depositi vincolati. Quest'ultimi offrono un buon tasso di interesse con livello di rischio più basso. Il capitale non è teoricamente a rischio fluttuazione, è semplicemente bloccato e non può essere "toccato" per 5-10-20 anni e così via. È proprio questo dettaglio a fare la differenza.

Continua la lettura
56

Interesse su debito

In caso di interesse su debito la questione cambia molto perché, ad esempio, sui debiti di natura fiscale l'interesse può essere calcolato, in base all'ente con cui si è contratto il debito, annualmente, mensilmente ma anche giornalmente. Discorso un po' diverso per quanto riguarda i debiti di natura finanziaria, come mutui o prestiti, in cui il tasso d'interesse può essere variabile, con quota capitale fissa, oppure fisso, con quota capitale che potrebbe cambiare. In questi, occorre sempre verificare con gli enti preposti, oltre che con il proprio commercialista.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • informarsi bene sui tassi di interesse
  • leggere attentamente le condizioni contrattuali in caso di interesse su depositi o c/c bancari e postali
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Guida a un conto a deposito

Un conto deposito è un grande salvadanaio che il risparmiatore affida ad una banca o un ente come le poste, che collegato ad un conto corrente fornisce un tasso d'interesse annuo sul denaro accumulato. Da molti è visto come un buon modo per far fruttare...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso d'interesse di un leasing a rata costante

Per ammortizzare i costi derivanti dall'acquisto di un'automobile, spesso si ricorre al leasing, una forma di compravendita particolare vincolata ad un periodo di tempo predefinito. Capita spesso di sentir dire che si possiede un'auto in leasing, ma cosa...
Case e Mutui

Come calcolare l'interesse semplice della cauzione locativa

Al giorno d'oggi, la maggior parte dei depositi cauzionali si caratterizza per un tasso di interesse maturato minimo. Di solito, questo fattore cambia di anno in anno. La legge statale provvede a fissarlo con precisione. Se si fornisce un deposito di...
Finanza Personale

Come Calcolare il tasso d'interesse di un piano di ammortamento a Rata Costante

L'acquisto di una casa rappresenta per ogni famiglia l'investimento più importante di un'intera vita; per questo motivo, prima di fare questo importantissimo passo è necessario fare una serie di valutazioni affinché non ci si possa pentire di quanto...
Banche e Conti Correnti

Come investire in conti deposito

Anche se sembra un passo rischioso da fare, bisogna capire che può essere un'operazione ben remunerativa da fare anche in periodi di crisi economica, come quello che sta attraversando il nostro paese. Una qualsiasi somma monetaria infatti, se adeguatamente...
Banche e Conti Correnti

Come ricavare una situazione debitoria complessiva

Nella guida che andremo a sviluppare andremo a occuparci di debiti, e lo faremo provando a offrirvi un quadro generale relativo alla comprensione di Come ricavare una situazione debitoria complessiva.Oggi, dobbiamo dirlo, è davvero molto più facile...
Banche e Conti Correnti

I pro e i contro del conto deposito

Il conto deposito è uno strumento di investimento che permette di depositare somme su un conto corrente, e di ottenere una rendita molto elevata a zero rischi. Viene definito anche conto liquidità e può essere associato ad un nuovo conto corrente,...
Case e Mutui

Tassi fissi e variabili: 5 cose da sapere per scegliere bene

Tassi fissi o tassi variabili? L'eterno dilemma ritorna sempre ogni volta che ci si trova nella situazione di dover scegliere. Anche negli anni passati molte persone optavano per il tasso fisso, in quanto era sicuro e non fluttuava, lo dice la parola...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.