Come calcolare ed analizzare il Roic

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La finanza è un tema molto importante che purtroppo non ci viene spiegato molto bene nel periodo scolastico, e dovremo andare a studiarlo da autodidatti per capire di più il sistema economico nel quale viviamo, per esigenze quotidiane, per quelle lavorative, o dovremo rivolgerci a consulenti finanziari che ci guideranno nelle nostre scelte finanziarie. In questa guida, capiremo come calcolare ed analizzare il ROIC (Return on invested capital). Il ROIC, per i poco intenditori di termini tecnici bancari, è la misura del rendimento di un'azienda del capitale che ha investito. È sostanzialmente un sistema di monitoraggio per avere una visione d'insieme più ampia degli aspetti economici legati all'andamento degli utili e/o del fatturato investito. Spiegheremo in modo più completo nei prossimi passi.

25

Quasi sempre la crescita dell'utile ha un prezzo: che sia sotto forma di alti investimenti in capitale circolante o capitale fisso oppure l'emissione di azioni per l'acquisizione di altre imprese. Infatti la desiderabilità di una società viene identificata da quanto denaro può produrre ogni euro investito nell'impresa. Vedremo come remunerare i fattori produttivi includendo il profitto che spetta all'imprenditore. Tecnicamente, spieghiamo quanto segue: il ROIC (Return On Invested Capital) è un indicatore di redditività che si calcola facendo il rapporto tra il reddito operativo EBIT (Earnings Before Interest and Taxes) e il CIN (Capitale Investito Netto), vale a dire ROIC=EBIT/CIN.

35

EBIT e CIN sono le due grandezze necessarie per calcolare il ROIC, e sono tra loro coerenti, in quanto entrambe espressive della gestione effettuata. L'unico divario fra EBIT e CIN è che l'EBIT è una grandezza di flusso (si riferisce all'intero anno), mentre il CIN è una grandezza di stock, espressiva del dato puntuale di fine esercizio. Per ovviare a tale disomogeneità utilizziamo il CIN medio, la comprensione viene effettuata scomponendo il ROIC in due fattori, ovvero la redditività delle vendite ROS (Return On Sales), data dal rapporto tra EBIT e ricavi, e la rotazione del capitale investito (RCI), espressa dal rapporto tra ricavi e capitale investito netto medio.

Continua la lettura
45

Quindi, riassumendo, la scomposizione così data permette di capire quanta parte della reddività operativa è ascrivibile e quanta invece è da attribuire all'efficienza con cui è impiegato il capitale investito (RCI). Il primo indica il margine di ricavi che residua dopo aver coperto tutti i costi operativi, mentre il secondo descrive la relazione tra i ricavi e l'ammontare di capitale necessario per realizzarli. Quando avrete sottomano una situazione da analizzare, vedrete che vi risulterà più semplice farlo. Sempre consigliabile aggiornarvi frequentemente dal momento che il sistema economico e finanziario è continuamente in cambiamento. Buon lavoro.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Aggiornatevi continuamente sul sistema bancario, finanziario ed economico

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come analizzare l'effetto leva fiscale sull'andamento del ROE

In questo articolo vedremo come analizzare l'effetto leva fiscale sull'andamento del Roe. Il rapporto tra il capitale "pulito" versato in un'attività economica, e l'utile netto dell'impresa in questione, da origine ad un'analisi di un patrimonio netto....
Aziende e Imprese

Come analizzare la struttura finanziaria di una start up

Le start up sono un tipo di società molto in voga negli ultimi anni, poiché presentano un modello di business altamente flessibile e in linea con gli standard degli odierni mercati. Le start up sono società temporanee, che possono crescere rapidamente...
Aziende e Imprese

Come analizzare un bilancio bancario

È ben precisa la tecnica che ci descrive come analizzare un bilancio bancario. La comprensione dello stesso risulta di vitale importanza per diversi soggetti che, per motivi di prassi lavorativa quotidiana, sono costretti ad averne a che fare. Stiamo...
Aziende e Imprese

Come analizzare la concorrenza

Quando abbiamo una attività che sia professionale o che sia commerciale, vi sono molte cose da prendere in considerazione e da analizzare così come analizzare la concorrenza. Conoscere il nemico. Se avete letto "L'arte della guerra" di Sun Tzu, consiglia...
Aziende e Imprese

Come Analizzare un Business Plan

Nell'ambito del mondo finanza e impresa, il business plan è un argomento importantissimo da analizzare. Il business plan è infatti uno strumento fondamentale per quanti intraprendono nuove attività o si trovano comunque a doverne gestire una, per capire...
Aziende e Imprese

Come calcolare la rotazione del capitale investito

Quando bisogna gestire una società oppure un'azienda, diventa tassativo determinare periodicamente la rotazione del capitale investito in relazione alle vendite effettuate. È molto importante eseguire questo calcolo con estrema precisione per venire...
Aziende e Imprese

Come calcolare la redditività di un'azienda

Le aziende presenti in Italia, hanno un quadro amministrativo differente, a volte anche l'una dall'altra. Le aziende possono essere gestite da una sola persona oppure da più componenti e si chiamano S. R. L (società a responsabilità limitata). Nelle...
Aziende e Imprese

Come calcolare gli indici di bilancio

Ogni azienda al termine del proprio anno fiscale o esercizio deve redigere il bilancio, che riassume la situazione economica e quella finanziaria della propria attività. In particolare, il conto economico evidenzia l'utile o la perdita, calcolati dalla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.