Come avviene l'ammortamento dei beni strumentali di un professionista

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ogni impresa, annualmente, deve effettuare il bilancio dell’esercizio, vale a dire redigere il documento contabile dove sono riportati alcuni valori finanziari, quali principalmente la situazione patrimoniale e reddituale delle aziende; questo documento testimonia il valore dell’impresa in uno specifico momento, e redigerlo non è semplicissimo. Nello specifico, in questa guida, ci accingiamo a spiegare come avviene l’ammortamento dei beni strumentali di un professionista.

25

Per iniziare, possiamo dire che l’ammortamento dei beni è un processo, a carattere economico, in cui si effettua la ripartizione dei costi pluriennali nelle attività di vita utile, e per calcolarlo bisogna seguire un piano, i cui elementi base sono tre: valore del bene, lasso temporale in cui il suddetto bene darà la sua utilità, e il coefficiente di ammortamento. Per ogni bene, naturalmente, questi elementi saranno differenti. Il procedimento di ammortamento si trova nell’Art. 2426 del Codice Civile, il quale prescrive anche la divisione tra immobilizzazioni materiali (es. I fabbricati, i computer e tutto ciò che risulta tangibile) e immateriali (es. Brevetti, costi pubblicitari).

35

Tra le immobilizzazioni materiali troviamo i beni strumentali, che vengono solitamente denominati cespiti; tali beni consentono la produzione di ulteriori beni, quindi rientrano in questa categoria i per esempio i macchinati utilizzati nella produzione di abbigliamento e scarpe. Il costo di questi viene ripartito sulla base del numero di anni di utilità che il bene possiede: per fornire qualche esempio, se un immobile ha un coefficiente di ammortamento del 3%, significa che il suo costo verrà ammortizzato nel giro di 33 anni, se invece un computer con un’aliquota del 20%, verrà ammortizzato in 5 anni, e così via.

Continua la lettura
45

I costi di ammortamento dei beni strumentali per i professionisti sono definiti nel secondo comma dell’Art. 54 del TUIR, Testo Unico delle Imposte sui Redditi. Ciò che riporta è la seguente trafiletto, a cui i professionisti devono fare riferimento: "Per i beni strumentali per l'esercizio dell'arte o della professione, esclusi gli oggetti d'arte, di antiquariato o da collezione di cui al comma 5, sono ammesse in deduzione quote annuali di ammortamento non superiori a quelle risultanti dall'applicazione al costo dei beni dei coefficienti stabiliti, per categorie di beni omogenei, con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze. È tuttavia consentita la deduzione integrale, nel periodo d'imposta in cui sono state sostenute, delle spese di acquisizione di beni strumentali il cui costo unitario non sia superiore a Euro 516,46".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come determinare l'ammortamento dei beni immateriali

Il piano di ammortamento è quella pratica presenta in alcune aziende per cui viene richiesta agli uffici appositi la restituzione graduale di un debito attraverso il pagamento periodico di alcune rate.In questa guida vedremo come determinare l'ammortamento...
Aziende e Imprese

Come calcolare il fondo di ammortamento

L'ammortamento fa parte dei costi contabili che consentono alle varie aziende di distribuire il costo del valore di un bene, durante l'intera vita utile del bene stesso. In poche parole, l'ammortamento consente alle aziende di calcolare il costo di un...
Aziende e Imprese

Come si calcola l'ammortamento dell'avviamento

L'ammortamento dell'avviamento è un argomento trattato nell'ambito dell'economia aziendale, come materia di studio per gli studi tecnici. L'ammortamento dell'avviamento è regolato da delle normative specifiche, come descritto nell'articolo 103; questa...
Aziende e Imprese

Come compilare un registro dei beni ammortizzabili

Il sistema fiscale italiano prevede che società, aziende ed imprenditori di qualunque genere debbano compilare un registro dei beni ammortizzabili. Nello specifico si tratta di un modo per elencare tutte le immobilizzazioni di tipo materiale e immateriale,...
Aziende e Imprese

Come avviene la liquidazione di una Srl

Una SRL è un tipo di società di piccole-medie dimensioni, la più diffusa per quanto riguarda i piccoli esercizi commerciali, proprio per il basso limite di apporto di capitale nel momento di costituzione, rispetto agli altri tipi di società. Una SRL...
Aziende e Imprese

Come diventare libero professionista

Diventare un libero professionista non richiede soltanto determinazione, capacità di costruire un buon business e coraggio, ma necessita anche di una profonda conoscenza dell'iter burocratico da seguire, in modo da riuscire ad essere in regola e condurre...
Aziende e Imprese

Come registrare una fattura di un professionista

I soggetti interessati all'emissione di fatture e parcelle sono moltissimi, tutte queste figure abitualmente si definiscono “professionisti”. In queste rientrano tutti gli individui dotati di un Albo Professionale come per esempio: notai, avvocati,...
Aziende e Imprese

Come Incassare In Contanti Il Corrispettivo Per La Vendita Di Beni E Servizi A Clienti Extra Ue

Il Decreto Legge Numero 16 del marzo 2012, meglio noto come decreto fiscale, introduce delle significative novità e delle particolari agevolazioni alle imprese ed ai contribuenti. Una di queste riguarda la circolazione del denaro contante per l'acquisto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.