Come attuare una corretta risoluzione consensuale del rapporto di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo in possesso di un contratto di lavoro presso una azienda, ma per alcune particolari motivazioni come ad esempio l'assunzione presso una nuova azienda o il trasferimento in un a nuova città, ecc. Siamo costretti a recidere il nostro contratto, dovremo necessariamente farlo nella maniera corretta, altrimenti rischieremmo di incorrere in sanzioni. Se non abbiamo mai effettuato tale operazione, potremo provare a consultare le moltissime guide che troveremo su internet e che ci spiegheranno con passaggi molto semplici, tutte le operazioni necessarie per concludere correttamente il nostro rapporto di lavoro. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad attuare una corretta risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

25

Occorrente

  • decisione ponderata.
35

Prima di prendere qualsiasi tipo di decisione definitiva, concediamoci un po' di tempo per valutare se le motivazioni del recesso possono essere eventualmente risolte in breve tempo. Successivamente, valutiamo in maniera razionale le cause che hanno portato a tale decisione. Ad esempio, dissapori personali o punti di vista diversi non sono certo motivi validi. Le ragioni piuttosto gravi possono essere un costante ritardo del pagamento del nostro stipendio e la mancanza di servizi. Assicuriamoci poi, che la conclusione del rapporto si riferisca al solo settore lavorativo e non sia conseguente a sentimenti avversi nei nostri confronti. In questo caso, potremo rivolgerci ad un sindacato per far valere le nostre ragioni e riottenere il posto.

45

Se abbiamo deciso che vogliamo interrompere il contratto, chiediamo al principale un appuntamento privato per esporre in maniera tranquilla le nostre motivazioni. Lasciamo spazio di risposta alla controparte valutando con calma le soluzioni che eventualmente ci potrà proporre. Consideriamo quindi la chiusura del rapporto di lavoro come ultima opzione, per evitare un futuro pentimento. In molti casi infatti i contratti si interrompono per una banale mancanza di comunicazione.

Continua la lettura
55

Discutiamo con un tono di voce gentile e cordiale le ragioni che ci hanno portato alla decisione di porre fine al rapporto lavorativo. Non cerchiamo a tutti i costi la discussione aggressiva, ed evitiamola se viene invece dall'altra parte. Suggeriamo le soluzioni per lasciarci amichevolmente. A questo punto, dopo aver preso la decisione più adatta alle nostre esigenze, potremo procedere alla risoluzione del nostro contratto di lavoro, seguendo i consigli riportati nei passi precedenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come scrivere il tuo CV in maniera corretta

Il curriculum vitae è il principale strumento di comunicazione che puoi utilizzare per presentarti all'azienda ed al potenziale datore di lavoro se stai cercando un occupazione. Si tratta quindi di un documento che contiene tutte le informazioni che...
Lavoro e Carriera

10 consigli per una corretta postura al pc

Ormai milioni di persone, nel mondo, certo non solo in Italia, passano ore seduti davanti al PC. Ovviamente, il lavoro è la ragione principale delle tante ore passate davanti allo schermo di un computer, ma non solo. Internet, in particolare, è diventata...
Lavoro e Carriera

Come chiedere una referenza al nostro ex datore di lavoro

La lettera di referenze è un documento molto importante, ma viene spesso sottovalutato. Questo strumento, viene poco utilizzato in Italia, ma ha un ruolo fondamentale nel processo che porta all'assunzione di un lavoratore. Quando si è alla ricerca di...
Lavoro e Carriera

5 modi per vivere il lavoro con passione

Come disse il celebre Darwin: "il lavoro nobilita l'uomo". Lo dimostrò un secolo e mezzo fa ed ancora oggi, in questa frase, troviamo un fondo di verità. Svolgendo un lavoro affine alle proprie qualità e gusti si riesce ad avere un rapporto diverso...
Lavoro e Carriera

Il divieto di interposizione nelle prestazioni di lavoro

Il mondo del lavoro è regolamentato da leggi molto chiare e ben precise. Tutte spiegano perfettamente cosa è lecito e cosa non lo è. Ci sono regole ben precise da seguire quando si intraprende una collaborazione lavorativa. Una di queste, vieta l'interposizione...
Lavoro e Carriera

Assenza da lavoro: le conseguenze

Lo statuto dei lavoratori, tra i vari diritti e doveri, prevede anche alcune specifiche clausole per quanto riguarda l'assenza dal luogo di lavoro. Se infatti un dipendente non si reca al lavoro per una nevicata, uno sciopero improvviso dei mezzi pubblici...
Lavoro e Carriera

Come richiedere i crediti di lavoro all'INPS

I crediti di lavoro rappresentano quelle retribuzioni che vengono maturate dal lavoratore nel corso di anni o mesi, per essere riscattati in un secondo momento. È sempre bene preservare il proprio diritto a ricevere le retribuzioni spettanti richiedendo...
Lavoro e Carriera

Lavoro: come andare d'accordo col capo

Lavorare in un ambiente sereno ed essere in sintonia con il capo e i colleghi è fondamentale per assicurare prestazioni efficienti e raggiungere gli obiettivi prefissati. La persona con cui si deve costruire un rapporto di stima e amichevole è soprattutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.