Come aprire uno studio medico privato

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Lo studio medico privato offre grandi vantaggi. I tempi d'attesa per una visita specialistica sono minimi. Dietro compenso economico, si ottiene un servizio rapido ed efficiente. In genere, aprire una struttura di questo tipo non richiede l'autorizzazione sanitaria o amministrativa. Tuttavia, vanno rispettati dei criteri strutturali e burocratici. Ecco alcuni suggerimenti su come aprire uno studio medico privato.

27

Occorrente

  • Titoli per esercitare la professione
  • Partita IVA
  • Iscrizione ENPAM
  • Locale adeguato
  • PEC
37

Come per qualsiasi attività, anche per aprire uno studio medico privato si seguono delle procedure burocratiche. Queste variano da regione a regione. Pertanto, richiedi all'ente sanitario della tua zona le varie normative. Per informazioni su quelle generali, consulta l'Accordo Collettivo Nazionale per la Disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale (Decreto Legge nr. 502/1992). Controlla anche le successive integrazioni dei Decreti Legislativi nr. 517/1993 e nr. 229/1999.

47

Uno studio medico privato differisce ampiamente da un ambulatorio. Il primo non è pubblico e si effettuano visite a pagamento. Il secondo, invece, ha una lista d'attesa interminabile. Lo studio privato ha orari flessibili. Un ambulatorio ha invece degli obblighi di legge. Per aprire il tuo studio medico acquista un locale idoneo. Preferibilmente opta per un'area con un ampio parcheggio. In alternativa, potrai affittare anche un appartamento. Chiaramente, dovrai apportare le giuste modifiche. Ad esempio, i servizi igienici devono essere accessibili anche ai disabili.

Continua la lettura
57

Arreda la sala d'attesa adeguatamente. Pertanto, scegli un ambiente luminoso, con sedie comode e tavolini per i giornali. Riserva una sala per le visite e per il colloquio. Non ci sono dimensioni standard da rispettare. Meglio un'area non inferiore ai 30 metri quadrati. La grandezza chiaramente può variare anche in base alle strumentazioni ed ai componenti. Lo studio deve possedere finestre per il ricambio d'aria. I pavimenti ed i complementi d'arredo devono avere superfici facilmente lavabili.

67

Per aprire uno studio medico devi possedere obbligatoriamente i titoli per l'esercizio della professione. Quindi anche la partita IVA e l'iscrizione alla cassa di previdenza dei medici (ENPAM). Se hai dei dipendenti, comunicalo all'INAIL con tutte le posizioni previdenziali. Crea successivamente una PEC (Posta Elettronica Certificata) e comunicala all'Ordine dei Medici. Potrai gestire l'attività anche insieme ad altri professionisti.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se decidi di aprire uno studio medico privato associato, ricorda che i tuoi colleghi dovranno essere tutti iscritti all'Ordine dei Medici competente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire uno studio veterinario

Molte persone vedono gli animali domestici come parte integrante della propria famiglia, altri invece si occupano della salute degli animali per lavoro, oltre che per amore degli animali stessi. Gli studi veterinari si assicurano che i animali ricevano...
Aziende e Imprese

Come aprire uno studio dentistico

Il dentista è un medico specialista che si occupa di tutte le problematiche riguardanti malattie e anomalie del cavo orale. Inoltre, lavora per la prevenzione e la riabilitazione odontoiatrica. Per esercitare questo tipo di professione, occorre essere...
Aziende e Imprese

Come aprire uno Studio Legale

Aprire uno studio Legale è il sogno di molti laureati in legge, soprattutto di coloro che non hanno la fortuna di avere in famiglia uno Studio legale già avviato. Chiunque abbia una tale prospettiva deve però mettere in conto un iter piuttosto lungo...
Aziende e Imprese

Come aprire un museo privato

Vi piacerebbe poter aprire e gestire un museo privato?Pensateci un momento: se siete appassionati d'arte, se avete studiato con dedizione questa materia - o se magari lo state facendo ancora - se siete giovani, o neanche tanto ma avete bisogno di lavorare...
Aziende e Imprese

Come aprire un asilo nido privato

Pare che nel nostro Paese esistano otre tremila 'nidi di infanzia', tra i quali molti consistono in strutture pubbliche. Ma le statistiche indicano che il numero di tali servizi offerti all’infanzia e alle famiglie, non bastino per soddisfarne la richiesta....
Aziende e Imprese

Come aprire un piccolo studio di animazione

Per chi è appassionato di fumetti o cartoni animati, potrebbe esserci l'opportunità di trasformare questa passione in lavoro. Basterà aprire un piccolo studio di animazione. Iniziamo subito con il dire che aprire uno studio di animazione non potrebbe...
Aziende e Imprese

Come aprire uno studio fotografico

Aprire uno studio fotografico è il sogno a cui ambiscono molti appassionati di fotografia e professionisti. Il percorso da seguire per avviare questa attività, però, è abbastanza lungo e complesso e richiede molta pazienza, determinazione e soprattutto...
Aziende e Imprese

Come si apre un canile privato

Gli animali abbandonati, costretti ad abitare le strade in seguito ad abbandoni, versano in condizioni precarie e spesso preoccupanti. Numerosi sono gli attivisti, le associazioni e i volontari che si adoperano ogni giorno per trovare un riparo a cani...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.