Come aprire un'attività onicotecnica

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sei in possesso di fantasia e di una mano ferma, da vera artista? Allora potresti fare del trattamento unghie il tuo prossimo lavoro. Le donne amano avere unghie belle e forti, da mostrare con orgoglio a se stesse e agli altri. Offrire un servizio di qualità, che si occupi non solo del lato estetico, ma anche della salute delle unghie, può garantirvi soddisfazione e una numerosa clientela. Ecco, in pochi semplici passi, come aprire un’attività onicotecnica.

27

Occorrente

  • Frequenza corso, dichiarazione di conformità norme urbanistiche, comunicazione al Comune, attestato di veridicità, iscrizione Albo degli artigiani, partita iva
37

Innanzitutto inquadriamo la professione dell’onicotecnico, il quale non è un semplice nail artist, ma si può definire come una figura professionale che si occupa tanto della decorazione, quanto della ricostruzione delle unghie, non dimenticando l’applicazione di quelle artificiali. I centri onicotecnici stanno conoscendo una forte espansione, grazie al fatto che la clientela desidera soluzioni tecniche ed estetiche, sempre più all’avanguardia e alla moda.

47

Occupiamoci ora degli aspetti burocratici. Se da un lato, per esercitare la mera decorazione, non è prevista la titolarità di alcun attestato, le attività legate alla ricostruzione delle unghie necessitano di un titolo di studio. La regolamentazione della professione è di competenza regionale ma, ad eccezione del Lazio, nessun’altra regione ha emanato una normativa a riguardo. In tale silenzio, il riferimento diventa la Legge 1/1990, che detta la disciplina per la professione di estetista.

Continua la lettura
57

Conseguentemente per esercitare la professione di onicotecnico, è necessario possedere il diploma di estetista, frequentando l’apposito corso triennale e superando l’esame finale. Se invece volete aprire il vostro centro nei confini del Lazio, l’ottenimento del titolo necessario sarà molto più rapido. Dovrete partecipare a un corso di 200 ore, organizzati dai centri di formazione professionali, dopodiché potrete aprire il vostro nail center.

67

Scelto il luogo dove aprirete la vostra attività verificate, con l’aiuto di un professionista, che tutti gli impianti siano a norma di legge e che possiate esibire i certificati di idoneità, dopodiché presentate al Comune una denuncia di inizio attività, entro trenta giorni dall’apertura del centro. Una guardia municipale effettuerà un sopralluogo e vi rilascerà un attestato che dovrete allegare alla domanda di iscrizione all’Albo Artigiani. Non dimenticate di aprire anche la partita IVA, potete rivolgervi a un commercialista o alla stessa associazioni degli artigiani per un aiuto.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgersi a professionisti abilitati per gli adempimenti burocratici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come consultare le attività mensili del proprio conto PayPal

La pratica degli acquisti online è un fenomeno che si è rapidamente diffuso negli ultimi anni. D'altronde la possibilità di acquistare prodotti online presenta diversi vantaggi, come effettuare acquisti senza addentrarsi nella giungla del traffico...
Finanza Personale

Come mettersi in regola senza aprire la partita IVA

Da qualche anno a questa arte, la prestazione occasionale è diventata estremamente richiesta ed esercitata da moltissime persone, molte delle quali la effettuano come secondo lavoro per arrotondare il proprio stipendio. Per prestazione occasionale si...
Finanza Personale

Come aprire un conto corrente BancoPosta

Aprire un conto corrente BancoPosta è un'operazione abbastanza semplice e comoda, in quanto ci agevola l'operazione che andremo ad effettuare, evitando di fare la coda allo sportello. Tuttavia, come si dovrebbe fare ogni volta che stipuliamo un contratto,...
Finanza Personale

Come aprire il conto Che Banca

Il conto corrente "Che Banca" è uno fra i più utilizzati online. Magari, invogliati dalla convenienza e dei vantaggi che esso comporta, Ci sarà venuta la curiosità e la voglia di aprirne uno. Conosciamo allora meglio le procedure da seguire per aprire...
Finanza Personale

Come aprire un conto bancario in Inghilterra

Una meta molto gettonata fra i laureati e non è senza dubbio l'Inghilterra. Il tasso di immigrazione in Inghilterra è molto alto, ogni anno da tutto il mondo sono moltissime le persone che approdano su quest'isola in cerca di fortuna. La maggior parte...
Finanza Personale

Come aprire conto bnl revolution

Tutti noi, chi pi chi meno possiede almeno un conto bancario, dove far depositare il proprio denaro o svolgere ogni sorta di operazione finanziaria, che sia delle più piccole o delle più grandi. Aprire un conto è diventato ormai piuttosto semplice...
Finanza Personale

Come aprire un conto bancario svizzero per posta

La Svizzera è vista da sempre come il paese rifugio per tutti i propri risparmi, a prescindere dalla provenienza e gestione el patrimonio. Nonostante infatti gli accordi recenti in materia di evasione fiscale, moltissime sono le persone che preferiscono...
Finanza Personale

Come aprire un conto corrente postale

Ormai, negli ultimi anni, scegliere di aprire un conto corrente postale, si rivela un'operazione molto conveniente non solo per gli esercenti ma, soprattutto, per i consumatori. Infatti, le poste, al giorno d'oggi, sono in grado di offrire tutti quei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.