Come aprire una pizzeria da asporto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La pizza è da sempre il cibo che rappresenta gli italiani. In tutto il mondo ce la invidiano e in ogni città di qualunque nazione del pianeta troveremo delle pizzerie senza troppe difficoltà. Ma, fare la pizza è un'arte e avere una pizzeria di successo estremamente complicato. Oggi sempre più italiani usano la pizza da asporto. Infatti tutti amano la pizza e la comodità di mangiarla sul divano di casa davanti alla tv. In questa guida vi daremo le informazioni necessarie per aprire una pizzeria d'asporto. Forniremo utili consigli su come far funzionare quest'attività al meglio.

26

Luogo e pubblicità

I fattori che dobbiamo prendere in considerazione sono essenzialmente tre: quello logistico/pubblicitario, quello burocratico e quello prettamente legato alla produzione e vendita.
Iniziamo quindi con la scelta del luogo ideale per aprire una pizzeria d'asporto.
Evitiamo il centro storico, sempre meno abitato, molto meglio una zona periferica della città. In alternativa scegliamo semplicemente una strada, possibilmente centrale, di un quartiere residenziale.
E cominciamo quindi a farci pubblicità con i metodi tradizionali: volantini, qualche cartellone negli spazi pubblicitari cittadini e soprattutto il passaparola, che funziona meglio - ovviamente - quando il cliente è soddisfatto.

36

Burocrazia e permessi

Secondariamente dovremo affrontare la parte burocratica della questione. Occorre quindi procurarsi la partita Iva ed i registri contabili dell'attività. Nonchè l'iscrizione al registro delle imprese (si può fare tutto alla Camera di commercio locale), ma anche una serie di permessi e di abilitazioni di vario tipo.
Quelli che riguardano la categoria merceologica dell'azienda. Gi spazi e gli orari del commercio sono da richiedere agli uffici del Comune, mentre per l'igiene c'è un apposito sportello dell'Asl provinciale che se ne occupa.

Continua la lettura
46

Personale.

Infine, ecco che per aprire un'efficiente pizzeria da asporto dovremo assolutamente avere a disposizione un buon pizzaiolo, un buon commerciante ed un buon ragioniere. Queste caratteristiche che d'altronde possono presentarsi anche più di una contemporaneamente nella stessa persona. Il pizzaiolo è il fulcro di una pizzeria. Nella scelta non sottovalutate nessun aspetto. Considerate la puntualità, la capacità lavorativa e il risultato.
Questo perché, se vorremo aprire un'attività redditizia e duratura, non basterà offrire al pubblico un ottimo prodotto. Dovremo anche simpatizzare con i clienti e sapere tenere sempre in regola la contabilità.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • una buona pubblicità della pizzeria e delle offerte per clienti abituali.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire una pizzeria all'estero

La pizza rappresenta certamente un simbolo della preziosa ed apprezzata gastronomia italiana, la quale è divenuta estremamente famosa anche all'estero, infatti, negli ultimi anni, sembra aver assunto una posizione di notevole importanza nel campo relativo...
Aziende e Imprese

Come prendere in gestione una pizzeria

Investire in un'attività commerciale non sempre porta ai risultati sperati e spesso ci si ritrova a dover chiudere bottega ancora prima di aprirla. Potrebbe essere questo il caso in cui si voglia prendere in gestione una pizzeria. Tuttavia non vogliamo...
Aziende e Imprese

Come avviare una pizzeria in Germania

Gli italiani sono rinomati per essere degli ottimi cuochi e dei perfetti pizzaioli. Quando all'estero si parla di pizza, il prodotto viene automaticamente associato all'Italia: siamo i "grandi campioni" in questa specialità culinaria e sebbene ci sia...
Aziende e Imprese

Come gestire una pizzeria

La ristorazione può essere un’attività imprenditoriale molto interessante, che procurerà grandi soddisfazioni, basti pensare che ogni anno si consumano una media di circa 2 miliardi e mezzo di pizze, pari a circa 45 pizze per persona. Ma gestire...
Aziende e Imprese

Come aprire una pizzeria biologica

Con questa crisi, pur di lavorare, si è anche capaci di inventarsi tante cose che possono sembrare particolari. Chi ha un piccolo orto, ultimamente pensa di coltivare da soli prodotti che poi mangerà e/o potrà anche regalerà a parenti oppure amici,...
Aziende e Imprese

Come aprire una pizzeria a Malaga

Se siete amanti del sole, e del clima spagnolo e in più la pizza è la vostra passione e volete fare un investimento lavorativo per il vostro futuro, potete tenere presente e considerare come miglior scelta di aprire una pizzeria in Spagna. Il periodo...
Lavoro e Carriera

Come aprire una pizzeria ad Amsterdam

Desiderate aprire una attività commerciale ad Amsterdam? Volete mollare tutto e ricostruirvi una vita diversa, da un’altra parte del mondo? Molte nazioni europee (come Amsterdam) ed extra europee consentono, con maggiore facilità, di iniziare una...
Finanza Personale

I settori in cui investire durante la crisi

Nei momenti di difficoltà, non bisogna abbattersi ma trovare strade alternative, non solo nel proprio settore. La crisi che viviamo è una buona occasione per ampliare le proprie visioni, conoscere cose nuove e lo sviluppo di meccanismi che prima si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.