Come aprire una ludoteca

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La ludoteca, come dice il nome stesso, è uno spazio dedicato esclusivamente ai momenti di svago e ricreazione dei più piccoli. In esso i bambini imparano a stare a contatto con gli altri bambini, a socializzare, imparano cose nuove giocando e passano spensieratamente le loro ore. Se siamo dotate di molta pazienza e tantissimo amore per i bambini (con relativa voglia di prenderci cura di loro) possiamo pensare di aprire una ludoteca. È un'operazione più semplice di quello che possa sembrare a prima vista, e lo vedremo di qui a poco, semplicemente proseguendo nella lettura di questa guida. In essa, infatti, conosceremo l'intero iter da seguire su come aprire una ludoteca.

27

Occorrente

  • autorizzazione comunale
  • controlli asl
  • locale
  • attrezzature
  • eventuale prestito
  • guida di un esperto
37

Come abbiamo già ribadito, la ludoteca è un luogo nel quale i bambini si incontrano per svolgere attività ludiche, ma anche formative, sotto la guida di operatori che abbiano esperienza nel campo dell'infanzia. È questo il primo concetto che dobbiamo avere chiaro. Se non ci sentiamo abbastanza preparati o all'altezza del compito (dato che esiste una buona dose di responsabilità) non insistiamo, optiamo per altro. In una ludoteca possiamo accogliere bambini che abbiano un'età compresa fra i 3 e i 14 anni.

47

Innanzitutto, il locale deve essere abbastanza grande e conforme ai regolamenti urbanistici ed edilizi, e soprattutto rispettare le norme igienico-sanitarie. L'ubicazione ideale sarebbe quella di un locale in una zona piuttosto centrale, a piano terra e con uno spazio antistante per attività all'aperto. Tutto questo ci renderebbe più facilmente raggiungibili alle famiglie che decideranno di affidarci i loro figli. Importante è la certificazione che dobbiamo avere per l'abbattimento delle barriere architettoniche (per i bambini disabili) e per il quale possiamo farci consigliare da un architetto o da un progettista.

Continua la lettura
57

Gli operatori non devono avere un titolo di studio preciso ma solo avere esperienza nel campo dell'infanzia. Per avere le autorizzazioni necessarie, iniziamo con il recarci all'Ufficio delle Attività Produttive del nostro Comune di residenza, il quale ci consegnerà la domanda da compilare e gli allegati da rispedire una volta interamente compilati. La documentazione varia da Regione a Regione, quindi è bene conoscere anche la normativa in materia.

67

Dopo aver consegnato la domanda al Comune, richiediamo presso l'ASL un controllo per l'agibilità igienico-sanitaria. Per l'arredamento interno possiamo farci consigliare da un tecnico di fiducia. Comunque, se siamo alla nostra prima esperienza, il consiglio migliore è quello di chiedere l'assistenza di un professionista esperto (anche un commercialista), che saprà consigliarci su eventuali agevolazioni e prestiti che potrebbe elargirci la nostra Regione, aiutandoci a realizzare la nostra ambizione lavorativa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come realizzare un asilo nido aziendale

Quando si diventa genitori, la vita lavorativa deve, necessariamente, adattarsi alle nuove esigenze familiari. Non è semplice reperire servizi di supporto adeguati, le cui caratteristiche soddisfino le nostre esigenze in termini di orari, costi e locazione....
Richieste e Moduli

come richiedere la dichiarazione di conformità dei requisiti igienico sanitari

Un cittadino extracomunitario che ha deciso di far trasferire tutta la sua famiglia dal suo paese d'origine in Italia, deve necessariamente e per obbligo di legge, richiedere un attestato che indichi che la sua dimora sia conforme alle vigenti regole...
Lavoro e Carriera

Come diventare assistente sanitario

La professione di assistente sanitario risulta essere particolarmente ambita specialmente tra i giovani, al giorno d'oggi. L'assistente sanitario si occupa di svolgere un’attività di prevenzione e di educazione alla salute; di conseguenza, esso non...
Lavoro e Carriera

Come prendere in gestione un agriturismo

In passato l'agricoltura è stata via via abbandonata per dare spazio all'industrializzazione. Oggi tutto ciò che è naturale e biologico sta tornando di moda. Dedicarsi alla natura richiede passione e grandi sacrifici. Il commercio dei prodotti agricoli...
Lavoro e Carriera

Come realizzare un asilo in casa

Se date un'occhiata al mondo del lavoro, vi accorgete immediatamente che per poter andare avanti, al giorno d'oggi, occorre sì buona volontà, ma anche una grande dose di spirito di iniziativa e inventiva. Inventarsi, infatti, un lavoro completamente...
Aziende e Imprese

Come aprire uno stabilimento balneare

Al giorno d'oggi chi di noi non vorrebbe poter fare un lavoro pur restando in vacanza? Pensate quanto sarebbe rilassante svegliarsi la mattina per recarsi sul posto di lavoro e trovarsi in spiaggia. Ebbene un sogno del genere si può realizzare diventando...
Lavoro e Carriera

Come diventare escavatorista

Un escavatorista si occupa principalmente di movimento di terra utilizzando la macchina più idonea alle necessità di risultato e terreno su cui si agisce, ovvero la rimozione di porzioni di terreno non particolarmente coerente, tale da consentirne una...
Aziende e Imprese

Come aprire un asilo nido

In questo articolo vedremo come aprire un asilo nido. I bambini sono quanto di più magnifico ci possa essere e vedere la loro crescita è una gioia enorme. Tante persone che hanno una passione immensa verso i bambini vogliono aprire un asilo nido, proprio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.