Come aprire un ristorante etnico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un ristorante etnico è una soluzione imprenditoriale innovativa e proficua. Da anni, cresce la richiesta di piatti esotici, in ambienti con un'atmosfera particolare. Anche in Italia, sono molti gli appassionati della cucina straniera. Vanno in voga i ristoranti indonesiani, messicani, africani, egiziani, cinesi e giapponesi. Aprire un'attività ristorativa multietnica non è difficile. Bisogna procedere per gradi. Servono il personale competente, il giusto locale ed ambiente. Inoltre, la burocrazia si compone di autorizzazioni ed idoneità. Ecco quindi come aprire un ristorante etnico.

27

Occorrente

  • Iscrizione alla Camera di Commercio
  • Maggiore età
  • Titolo di studio alberghiero
  • Comprovata esperienza di almeno 2 anni
  • Stage all'estero
  • Budget iniziale minimo: 80 mila euro
37

Esperienza

Il ristorante etnico e la cucina straniera sono molto di moda. Da qualche decennio, registrano numerosi consensi. Per aprire un'attività multietnica servono la maggiore età, un titolo di studio o una qualifica alberghiera. Pertanto, bastano un diploma o un corso professionale. Si richiede un'esperienza nel settore, di almeno 2 anni. Nello specifico, servono uno o più cuochi esperti nelle specialità straniere. Optare quindi per personale di cultura straniera o con stage all'estero.

47

Il Comune

Per aprire un ristorante etnico, giova l'iscrizione alla Camera di Commercio. Pertanto, ci si reca al Comune di residenza. Si comunica l'ubicazione del locale, all'ufficio preposto. Nel contempo, si fornisce la dichiarazione dei requisiti legali. Inoltre, vanno consegnate le documentazioni sulla sicurezza, di persone e cose. Bisogna occuparsi dell'insegna ed un eventuale logo. Per attirare più clientela, inoltre si opta per dipendenti stranieri con esperienza nel settore. Il personale deve offrire al pubblico una varietà di cibi atipici. Il sapore verrà accentuato da un'atmosfera caratteristica ed elegante. A questo scopo, l'arredamento è molto importante. Va scelto con molta attenzione, come le tovaglie le tende. Complessivamente, questi elementi dovranno rispecchiare un ambiente etnico.

Continua la lettura
57

Il menù

Per guadagnare significativamente, il menù deve avere vantaggiose promozioni, per il cliente ed il ristoratore. Aprire un ristorante etnico costa sulle 80 mila euro circa. Molto dipende però dal locale. L'ubicazione del ristorante va definita con cura. Vanno evitati i luoghi già saturi di esercizi commerciali simili. Ciò potrebbe infatti compromettere il successo del ristorante etnico. Consumare cibi e specialità gastronomiche di un luogo lontano incuriosisce particolarmente i clienti. Un servizio economico e di qualità garantisce il ritorno della clientela.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' comunque consigliabile non escludere totalmente dal ristorante etnico cibi tipici della cucina italiana.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Parigi

Aprire un'attività di ristorazione all'estero può essere il desiderio di molti e non solo di coloro che non hanno avuto fortuna in Italia, ma anche di coloro che desiderano semplicemente aprire un'attività fuori dal proprio paese, magari espandendo...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante self service

Quante volte, nei film americani, abbiamo visto quei locali in cui ci si mette in fila col vassoio per scegliere man mano le varie portate, per poi accomodarsi ad un tavolo a consumarle? Ebbene, questa nuova concezione di ristorazione, definita "self...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Cina

Hai maturato l’idea di trasferirti all’estero e di intraprendervi un’attività commerciale? L’apertura dei mercati mondiali offre molte occasioni soprattutto quando le proposte sono innovative e hanno alte potenzialità di incontrare il favore...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Brasile

Il cibo è cultura: mangiare è un modo prima di tutto di entrare in comunicazione con noi stessi.Per questa ragione, la ristorazione è un'attività che dovrebbe essere promossa in qualsiasi angolo del mondo.Attualmente, i ristoranti sono senza dubbio...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Barcellona

La città della Spagna denominata Barcellona (artisticamente e storicamente molto importante) non ha bisogno di nessuna presentazione. Questo territorio spagnolo è famoso anche grazie alla movida che anima e colora in maniera interrotta la vitalità...
Lavoro e Carriera

Come aprire un bar-ristorante in Andalucia

L'Andalusia è la regione più a sud della Spagna. Da molte persone è considerata come una regione povera, ma in realtà si tratta di una zona fiorente e con una spiccata attenzione al mondo del turismo e alle culture differenti, questo anche per la...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante vegetariano

Il vegetarianismo, ovvero la tendenza a rifiutare qualsiasi alimento di carne o derivati della carne, si sta diffondendo sempre pù all'interno della nostra scoietà. Alcuni la escludono dal proprio menù continuando, però, a nutrirsi di alimenti derviati,...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Londra

Londra costituisce senza dubbio una delle città europee più conosciute ed apprezzate in tutto il mondo. La capitale inglese infatti accoglie ogni giorno un gran numero di turisti che si recano in questa splendida località per ammirarne le meraviglie....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.