Come aprire un ristorante a Parigi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Aprire un'attività di ristorazione all'estero può essere il desiderio di molti e non solo di coloro che non hanno avuto fortuna in Italia, ma anche di coloro che desiderano semplicemente aprire un'attività fuori dal proprio paese, magari espandendo una già esistente. Se il vostro desiderio è quello di aprire un ristorante a Parigi, allora troverete alcuni consigli nella seguente guida dove vi spiegheremo come fare. In effetti, come anche in Italia, non mancano le lungaggini burocratiche che potrebbero ritardare un po' i tempi di apertura, ma se si considera che in Francia esistono incentivi per attirare gli investitori esteri, aprire un'attività a Parigi, naturalmente se, se ne hanno le capacità, può rappresentare una vera e propria svolta per la vostra vita. Vediamo allora di cosa si ha bisogno per aprire un ristorante a Parigi.

26

Occorrente

  • Conoscenza delle lingue, intraprendenza, coraggio, capitale.
36

Scegliete un nome adatto al vostro ristorante

Il primo passo da fare è contattare il consolato francese più vicino alla vostra residenza per documentarvi sulle legislazioni in materia. Potete eventualmente ottenere le stesse informazioni anche effettuando una ricerca su internet e nello stesso modo potrete reperire notizie sui locali in vendita o in affitto situati in loco e sui relativi prezzi. Dovrete anche pensare al nome per il vostro ristorante, tenendo presente che esso dovrà essere assolutamente nuovo ed originale perché andrà registrato all'Institut National de la Propriété Industrielle.

46

Cercate di imparare la lingua francese o inglese

Considerato che dovrete trasferirvi in una nazione straniera, il minimo che dovrete fare è quello di imparane la lingua, o quantomeno di imparare un po' d'inglese considerato che verrete a contatto con molti stranieri. Non fatevi spaventare dall'idea di imparare una nuova lingua, vi basterà seguire un corso intensivo e vedrete che in breve tempo riuscirete a districarvi con il francese. Inoltre, una volta arrivati a Parigi e stando a contatto con la gente del luogo, vedrete che in breve tempo diventerà tutto molto più semplice.

Continua la lettura
56

A chi rivolgersi e quali documenti presentare

A questo punto potete finalmente scegliere il nome per il ristorante e, come già detto precedentemente, per farlo bisogna rivolgersi ad un dato ente, l'Institut National de la Propriété Industrielle, per la verifica della disponibilità del logo. Cercate dunque su internet il sito dell'istituto ed inviate una mail in francese. Successivamente dovrete contattare un notaio per depositare in banca il capitale sociale necessario, quindi registrare la società presso il Centre de Formalités des Entreprises CFE. I libri sociali, come per esempio quello degli inventari, dovranno essere acquistati già certificati e fatti timbrare e firmare da un impiegato della Corte Commerciale. Alle operazioni commerciali per l'avvio dell'attività verranno applicate imposte indirette e dirette all'incirca corrispondenti alla nostra IVA ovvero la TVA del 19,6% e ad una tassa sul reddito del 34,43%.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Imparare l'inglese ed il francese
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Brasile

Il cibo è cultura: mangiare è un modo prima di tutto di entrare in comunicazione con noi stessi.Per questa ragione, la ristorazione è un'attività che dovrebbe essere promossa in qualsiasi angolo del mondo.Attualmente, i ristoranti sono senza dubbio...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Cina

Hai maturato l’idea di trasferirti all’estero e di intraprendervi un’attività commerciale? L’apertura dei mercati mondiali offre molte occasioni soprattutto quando le proposte sono innovative e hanno alte potenzialità di incontrare il favore...
Lavoro e Carriera

come aprire un'attività a Parigi

Una delle più belle e visitate città del mondo è l'incantevole Parigi, ricca di magia, emozioni e poesia. È un luogo dai mille volti, la Città delle luci (in francese 'la Ville Lumière'), indimenticabile e meravigliosa da visitare in ogni stagione....
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Barcellona

La città della Spagna denominata Barcellona (artisticamente e storicamente molto importante) non ha bisogno di nessuna presentazione. Questo territorio spagnolo è famoso anche grazie alla movida che anima e colora in maniera interrotta la vitalità...
Lavoro e Carriera

Come aprire un bar-ristorante in Andalucia

L'Andalusia è la regione più a sud della Spagna. Da molte persone è considerata come una regione povera, ma in realtà si tratta di una zona fiorente e con una spiccata attenzione al mondo del turismo e alle culture differenti, questo anche per la...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Londra

Londra costituisce senza dubbio una delle città europee più conosciute ed apprezzate in tutto il mondo. La capitale inglese infatti accoglie ogni giorno un gran numero di turisti che si recano in questa splendida località per ammirarne le meraviglie....
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Berlino

Il settore della ristorazione è in continua crescita, incurante della crisi e della recessione in corso. Cresce infatti la cultura del buon cibo soprattutto se italiano. Il mondo intero ha infatti una vera passione per il cibo italiano, a partire dalla...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Giappone

Lo stato Italiano ha avuto un aumento economico a partire degli anni '50 e da allora è una delle più grandi potenze mondiali. Questa è una buona scusa per partire all'estero e cercare lavoro e gli italiani lo sanno bene, sopratutto nell'ambito della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.