Come aprire un negozio di usato per bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tra cappottini, tutine, pigiamini, magliette, vestitini e tanto altro, gli indumenti necessari per un bimbo sono davvero tanti. Ma che farne quando diventano piccoli e stretti? Tutti i pargoletti crescono in fretta e montagne di indumenti ancora praticamente nuovi, ma non più indossabili, vanno solitamente a riempire cassetti, scaffali o scatoloni e restano in attesa di essere eventualmente passati ad un amica o a qualche parente. L'idea è quella di sfruttare questa occasione per liberare armadi e bauli, guadagnando una discreta somma di denaro. Il sistema esiste: aprire un negozio di usato per bambini e nella seguente guida verrà spiegato come fare.

25

Come iniziare l'attività

I vestiti dei piccoli sono piuttosto costosi e si possono utilizzare solo ber brevissimi periodi: comprarli nei negozi dell'usato è ormai una tendenza seguita da molte mamme. Per iniziare un'attività del genere occorre innanzitutto munirsi di partita Iva ed iscriversi presso la Camera di Commercio della propria città. Ovviamente, servirà anche un locale, ma non occorre sceglierlo eccessivamente grande: meglio spendere qualcosa in più non tanto per l'ampiezza ma, per trovarlo ubicato in una buona posizione. Le zone migliori sono quelle con presenza di uffici, asili per l'infanzia e scuole, ma sono molto valide anche le strade da percorrere a piedi per raggiungere il parco oppure il supermercato.

35

Raccogliere degli indumenti

Per chi non ha bambini e quindi non possiede scorte di abitini, è possibile ugualmente aprire il negozio iniziando a contattare le giovani mamme del condominio, chiedendo loro di liberarsi dei piccoli indumenti inutilizzati. Inoltre, con il passaparola verranno probabilmente informati altri genitori sull'iniziativa presa. Un'altra buona idea è inserire degli annunci online o programmare la distribuzione di alcuni volantini informativi.

Continua la lettura
45

Fare attenzione all'igene

Occorre poi fare molta attenzione all'igiene: tutti i capi ritirati dovranno essere perfettamente puliti, in buono stato e stirati. Non è necessario spendere molto per quanto riguarda gli arredi nel negozio; infatti, si tratta di gestire pezzi di ridotte dimensioni, per cui potranno bastare delle ampie mensole e degli appendiabiti in metallo (magari colorandoli di rosa e di azzurro) per cappotti e giacche. Appendere qualche vivace quadretto alle pareti e collocate, possibilmente lontano dalla porta e una panca in legno colorato dove vi si potranno sedere i bambini mentre la loro mamma visionerà la merce esposta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come capire se hai scelto il lavoro giusto

Chi non si è, almeno per una volta, posto questa domanda: "Ma sarà questo il lavoro giusto per me"? Andiamo a lavoro sempre più stanchi e svogliati oppure torniamo dopo una giornata in ufficio tesi, nervosi e irascibili? Forse dovremmo allora domandarci...
Lavoro e Carriera

10 idee per lavorare da casa come mamma

Diventare mamma è un momento estremamente gratificante per la vita di una donna; spesso, tuttavia, la gioia di una nuova nascita e la crescita del proprio piccolo si conciliano a fatica con la propria attività lavorativa. Grazie anche ai supporti tecnologici...
Finanza Personale

Come richiedere l'assegno statale o comunale di maternità

La nascita di un figlio nonostante rappresenti un lieto evento per tutta la famiglia, per le donne lavoratrici invece comporta una momentanea perdita di reddito. Per fortuna lo stato prevede in questi casi un indennizzo rivolto proprio alle mamme, atto...
Lavoro e Carriera

Come scegliere un target di persone per un sondaggio

Come scegliere un "campione" di persone da sottoporre ad un sondaggio? Come differenziarsi tra più "target" differenti in modo da comparare le risposte e valutare le specificità per ogni categoria di persone intervistate? È il compito fondamentale...
Lavoro e Carriera

Il congedo di maternità facoltativo

Oltre alla tipologia di astensione dal lavoro più ricorrente, ovvero il "congedo di maternità obbligatoria", ne esiste una seconda tipologia detta "facoltativa". Il congedo di maternità facoltativo, anche detto "congedo parentale", presenta una serie...
Finanza Personale

Come arrivare a fine mese

Un italiano su tre non riesce a far quadrare i conti ed arrivare a fine mese. La disoccupazione dilaga e gli stipendi sono troppo bassi. Non solo è difficile arrivare a fine mese, ma spesso non si arriva alla seconda settimana. La gente ha perso la fiducia,...
Lavoro e Carriera

Come gestire l'home-working

Lavorare da casa è per molti un sogno irrealizzabile, ma al giorno d'oggi questa metodologia di lavoro, anche conosciuta come home-working, si sta diffondendo sempre di più, sopratutto negli USA. In Italia però questa soluzione è ancora poco diffusa...
Lavoro e Carriera

Come scrivere un annuncio per trovare lavoro da baby sitter

Fare la babysitter è un impiego che sembra facile e divertente ed, in effetti, lo è anche, ma non bisogna sottovalutare il rovescio della medaglia, bisogna stare molto attente perché è un compito impegnativo: una mamma mette nelle nostre mani il suo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.