Come aprire un negozio di Elettrodomestici

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli elettrodomestici rappresentano degli apparecchi oppure degli utensili alimentati ad energia elettrica, destinati all'utilizzo domestico. Molti oggetti che al giorno d'oggi vengono comunemente definiti elettrodomestici, preesistevano all'elettrificazione. Questi oggetti si basavano, per il loro funzionamento, sull'energia fisica umana oppure animale. Tra i tanti esempi possiamo citare il frullatore avviato manualmente, la lavatrice azionata a mano, l'aspirapolvere a soffietto, il massaggiatore a rullo (diventato successivamente vibromassaggiatore). I primi tentativi di elettrificare gli utensili d'uso quotidiano sono stati sperimentati nel campo degli oggetti di piccole dimensioni. Primi tra tutti, a partire dalla fine del 1800, annoveriamo gli oggetti provvisti di resistenza elettrica come le teiere ed i bollitori. I motori elettrici ad induzione (concepiti da Nikola Tesla), applicati alle tecnologie d'utilizzo quotidiano, hanno fatto la loro comparsa solo successivamente ed esclusivamente in ragione di una significativa riduzione delle loro dimensioni ad opera, tra gli altri, di Chester Beach e di L. H. Hamilton (1908 circa). Questa seconda generazione di elettrodomestici procedeva alla sistematica sostituzione della forza muscolare con quella elettrica. Nei passi seguenti di questa semplice ma esauriente guida, andremo ad illustrarvi come è possibile aprire un negozio di elettrodomestici.

26

Occorrente

  • Locale, partita Iva, SCIA, registrazioni fiscali e previdenziali, arredo negozio.
36

Licenza e modello S.C.I.A.

Nessuna licenza è prevista per questo genere di attività, purché il locale presenti una superficie fino a 250 metri quadrati, nel caso in cui fosse collocato in un Comune con una popolazione superiore a diecimila abitanti. In caso contrario il locale può presentare una superficie che non supera i 150 metri quadrati, nel caso in cui si trova in un comune più piccolo. Al municipio di competenza deve essere presentato il modello S. C. I. A. (acronimo di "Segnalazione Certificata di Inizio Attività), a cui dovranno essere allegati anche gli elaborati tecnici ed i planimetrici relativi al locale. In alcune località l’invio può essere effettuato esclusivamente per via telematica. In tal caso ci si dovrà avvalere dell’ausilio di un commercialista oppure di quello delle associazioni di categoria.

46

Iscrizione previdenziale, contributiva ed assicurativa

Insieme al modello di Segnalazione Certificata di Inizio Attività, come comunicazione unica dovrà essere effettuata l’iscrizione presso il Registro delle Imprese, oltre ad avanzare una richiesta di Partita IVA. Successivamente si dovrà provvedere all'iscrizione previdenziale, contributiva ed assicurativa presso l’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) e l’INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro). Un altro adempimento riguarderà l’elaborazione del piano dei rischi, alla luce dei provvedimenti per la sicurezza sul lavoro. L’istallazione di un insegna pubblicitaria autorizzata, completerà questa prima fase.

Continua la lettura
56

Conoscenze dei macchinari ed arredo del locale

Per quanto concerne, invece, il locale vero e proprio, è necessario effettuare una piccola indagine di mercato preventiva. Successivamente si potrà proporre la merce, tentando di ampliare i servizi offerti alla clientela. Ad esempio una buona idea è quella di affiancare, alla vendita, anche un laboratorio di riparazioni che contribuisce a fidelizzare gli avventori. In alternativa si può mettere in atto una convenzione con un istituto finanziario, per il pagamento a rate degli oggetti. La conoscenza approfondita delle macchine, da parte dell’addetto alla vendita, rappresenta un requisito fondamentale che verrà immediatamente riscontrato ed apprezzato dagli acquirenti. Inoltre l’arredo interno del negozio dovrà essere funzionale ai bisogni di esporre la merce, da dividere in più gruppi. Ad esempio gli elettrodomestici possono essere suddivisi per categoria e/o per dimensione. Tra i tanti elettrodomestici presenti in commercio annoveriamo il frigorifero, la lavatrice, la lavastoviglie, il forno, i televisori, i monitor, i dispositivi hifi, i personal computer, i telefoni, i robot da cucina e molti altri. In buona sostanza, essi dovranno essere raggruppati e suddivisi secondo una logica ben precisa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Affiancare alla vendita anche un servizio di riparazioni che fidelizza la clientela.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come gestire un cliente arrabbiato o insoddisfatto

Se abbiamo un'attività commerciale e nonostante l'impegno profuso, ci capita qualche volta di incappare in qualche cliente che si dimostra arrabbiato o insoddisfatto del nostro operato, è importante sapere che ci sono alcune linee guida da seguire,...
Richieste e Moduli

Ristrutturare casa: tutti gli incentivi

Se pensiamo a quello che ci aspetta in occasione dei lavori di ristrutturazione casa, ma soprattutto ai soldi che dobbiamo spendere, è facile che lo sconforto prenda il sopravvento facendoci perdere tutto l'entusiasmo. Invece ristrutturare casa è un'ottima...
Finanza Personale

10 modi per avere più soldi a fine mese

Arrivare a fine mese non è facile per tutti, forse solo per poche persone. Soprattutto per chi non ha un lavoro con uno stipendio fisso ed un buon contratto. Avere più soldi a fine mese significa impegnarsi e fare alcune rinunce. Non esistono delle...
Richieste e Moduli

Come richiedere il rimborso del bonifico errato per detrazione fiscale

Come specificato nel decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013, sono stati decisi interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia, per l'acquisto sia di elettrodomestici che di arredamenti. Per usufruire di tale vantaggio, è necessario...
Case e Mutui

Come affittare un appartamento arredato

Prendere in affitto un appartamento arredato può rappresentare la soluzione ideale qualora si abbia l'esigenza di prendere una casa in locazione in tempi rapidi o per un periodo di tempo, come nel caso di un lavoratore o uno studente fuori sede. Se...
Finanza Personale

Come risparmiare sulla bolletta dell'energia elettrica

Ogni mese siamo costretti a pagare le bollette per le utenze di casa, pagando spesso e volentieri cifre esorbitanti. Il grande consume che facciamo di corrente elettrica spesso fa lievitare la bolletta in maniera spaventosa, tanto da costringerci a risparmiare...
Finanza Personale

Come ottenere incentivi statali per acquisto nuova cucina

Il Ministero per lo Sviluppo Economico attraverso il decreto legge n. 40/2010 ha messo al servizio dei cittadini, incentivi riguardanti l'acquisto di nuove cucine componibili. Sono previsti sconti anche per lavastoviglie, forni, piani cottura e cappe...
Finanza Personale

10 regole per far durare lo stipendio tutto il mese

In questo periodo di crisi e rincaro generale, tutti noi cerchiamo di gestire al meglio le nostre finanze per riuscire ad arrivare alla ormai temuta fine del mese, dandoci la possibilità di mettere da parte qualche soldo per il futuro, il che, ai giorni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.