Come aprire un franchising all'estero

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nonostante negli ultimi anni non si faccia altro che sentir parlare di crisi, esistono alcune realtà che invece meritano di essere raccontate e prese da esempio. In Italia infatti vi sono moltissime piccole e medie imprese solide, che riescono ad offrire prodotti di alta qualità, apprezzati non soltanto nella nostra penisola ma anche all'estero. Inoltre, fuori dal paese, esistono diverse agevolazioni, sia a livello fiscale che, a seconda del paese in cui si sceglie di espandersi, anche di costo della manodopera. È per questo che nell'ultimo anno sono state oltre 600 le aziende che hanno deciso di varcare i confini italiani per espandersi in altri paesi. Ecco un'utile guida con alcuni suggerimenti su come aprire un franchising all'estero. Buona lettura.

27

Occorrente

  • Budget adeguato
  • Conoscenza della lingua del paese ospitante
  • Contatto di riferimento
  • Attività di franchising
37

Il primo consiglio fondamentale per aprire un franchising all'estero è quello di puntare su un marchio che abbia non solo successo nella nostra penisola, ma che sia anche finanziariamente solido e valido. Per fare questo è necessario reperire tutta una serie di informazioni che i titolari del marchio sono tenuti a dare, visto anche l'investimento economico che si dovrà fare in seguito. Successivamente è importante valutare se un determinato prodotto potrà avere successo anche all'estero: serve quindi un'attenta analisi di mercato e del target di riferimento del paese in cui si decide di tentare la sorte.

47

Esistono due modalità di apertura di un franchising all'estero che, nel gergo del settore, vengono definite di franchising diretto o indiretto. Nel primo caso viene coinvolto direttamente il titolare del marchio italiano, che seguirà tutte le pratiche di apertura e resterà accanto all'investitore per tutto il percorso dell'esportazione del marchio e dell'apertura del punto vendita o dell'attività. La seconda modalità, ovvero quello del franchising indiretto, prevede invece l'inserimento di un cosiddetto Master franchising, ovvero di un altro soggetto oltre titolare e investitore.

Continua la lettura
57

Vanno analizzati capillarmente tutti gli aspetti legali e fiscali, che in alcuni paesi, specie extra-europei, possono essere completamente differenti da quello italiano. È opportuno infatti avere sempre un contatto di riferimento nel paese in cui si vorrà esportare, che possa seguire tutte le pratiche dell'apertura a livello burocratico, per non incappare in imprevisti o sorprese. Aprire un franchising all'estero è un'ottima strategia, anche perché in molti paesi come gli stessi Stati Uniti, il concetto di "catena di negozi" è sviluppato molto più che in Italia. In bocca al lupo!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di avere sempre un contatto nel paese in cui volete trasferirvi: vi aiuterà a capire bene burocrazie e pratiche legali
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come aprire una pizzeria in franchising

A chi non piace la pizza? Uno degli alimenti più gustosi e, allo stesso tempo anche più pratici da consumare. Da gustare in pizzeria o da asporto, è una tra le prime opzioni che vengono in mente per svariate occasioni di ritrovo come rimpatriate tra...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'azienda all'estero

Lavorare in un'azienda è diventato difficilissimo in Italia e spesso, moltissimi investitori e moltissimi produttori di determinati prodotti, hanno avuto l'esigenza di aprire un'azienda all'estero, avendo così molte meno complicazioni. La crisi lavorativa...
Lavoro e Carriera

Come aprire una società all'estero

La crisi economica e lavorativa che ha colpito lo Stato italiano da parecchi anni, ha spinto numerosi giovani lavoratori e imprenditori, a cercare fortuna fuori dai confini, stabilendo la sede dei propri affari all'estero. Di seguito, vi suggerirò come...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività commerciale all'estero

Avviare un'impresa non è un compito facile, soprattutto se si sta pensando di aprirne una all'estero. Gli italiani sono noti per il loro spirito di iniziativa nell'ambito del fare impresa, hanno spesso dato sfogo alle loro capacità imprenditoriali non...
Lavoro e Carriera

Lavoro all'estero: i 5 paesi con più opportunità

Con l'aumentare della disoccupazione e della crisi economica, sono sempre più le persone che provano a cercare lavoro all'estero, tuttavia non sempre sanno cosa cercare né tanto meno a cosa vanno incontro. Lavorare in un paese estero, infatti, significa...
Lavoro e Carriera

10 lavori ben retribuiti all'estero

Molte persone decidono di lasciare il loro Paese di origine per recarsi in posti dove, facendo lo stesso lavoro, saranno pagati decisamente meglio. I motivi che spingono le persone a trasferirsi all'estero sono molteplici. Magari sono in cerca di fortuna...
Lavoro e Carriera

5 buoni motivi per lavorare all'estero

Per gli italiani questa è come non mai un'epoca ricca di dilemmi. Ci tocca infatti decidere se rimanere in Italia oppure andarcene all'estero. Cercare un lavoro qui, ormai è risaputo, rischia di compromettere la tua potenziale e folgorante carriera....
Lavoro e Carriera

Come diventare insegnante d'italiano all'estero

Oggi vi parliamo di un argomento che potrebbe interessare a molti, ovvero come diventare insegnante d'italiano all'estero. Sono sempre più numerosi i giovani che ogni anno si trasferiscono all'estero in cerca di quelle opportunità di lavoro che qui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.