Come aprire un coworking

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si parla di coworking si intende un luogo di lavoro multiplo, in cui possono coesistere più persone ognuna in grado di svolgere una propria attività. In sostanza si tratta di condividere spazi comuni di un ampio ufficio, in cui c’è chi vende ad esempio biglietti per il treno o per l’aereo, chi offre consulenza finanziaria o anche dei scrittori freelance che si occupano di redigere contenuti per blog aziendali, tanto per citare alcune delle posizioni lavorative che possono coesistere in un ambiente del genere. In riferimento a ciò, ecco alcuni consigli su come aprire un coworking.

26

Occorrente

  • Capannone
  • Arredi per ufficio
36

Scegliere un luogo adatto

Per aprire un coworking bisogna innanzitutto scegliere il luogo adatto, creando svariate postazioni ognuna magari separata da una parete attrezzata. In questo caso va bene anche un locale con ampi saloni o un capannone industriale. In tal modo si viene a creare una sorta di community polifunzionale, in grado di attirare un gran numero di clienti che si possono poi scambiare a vicenda.

46

Mettere in sicurezza i locali

Per aprire un coworking non è necessario nessuna licenza nè tantomeno alcun titolo specifico, ma soltanto un’attrezzatura che deve comprendere dei computer con una connessione internet super veloce, stampanti, linee telefoniche multiple, scrivanie, un fornito set di cancelleria e quanto serve per rendere autonomo un professionista di un determinato settore. Maggiore sarà la disponibilità economica tanto sarà più semplice arredare il coworking con mobili accoglienti e funzionali, atti a soddisfare le esigenze dei professionisti e del pubblico. Per quanto riguarda le spese da sostenere vanno ovviamente valutate l’affitto o l'acquisto dei locali, le attrezzature, gli arredi e le utenze varie come acqua, luce, gas e telefono. Nello stesso tempo si devono anche mettere in preventivo gli adempimenti burocratici, a cominciare dalla messa in sicurezza dei locali con tanto di licenza rilasciata dall'ASL di competenza il che significa messa a terra degli impianti elettrici, uscite di sicurezza, estintori e quant’altro serve a tutelare lavoratori e clienti di un ambiente in coworking.

Continua la lettura
56

Adempiere agli obblighi fiscali

A ruota devono seguire gli adempimenti fiscali che iniziano con l’apertura di una Partita Iva, con relativa iscrizione alla Camera di Commercio e della Scia ovvero la segnalazione di inizio attività al Comune in cui il centro viene allestito. Espletata la prima parte va poi messo in preventivo l’iscrizione all’Agenzia delle Entrate per la parte fiscale e all’Inps per quella previdenziale. In riferimento a quest’ultima va sottolineato che ognuno deve versare la propria quota di contributi (trimestralmente) in base a delle scadenze ben precise, ed è ovvio che ogni singolo partecipante al coworking avrà una sua contabilità fiscale in base al tipo di attività che intende svolgere in questo mega centro lavorativo.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Iter burocratico per aprire un negozio

Aprire una propria attività commerciale è uno dei sogni di tante persone., che hanno così l'opportunità di poter lavorare senza essere i subordinati di qualcuno, cosa che, per molti, è essenziale. Per aprire un negozio, però, bisogna seguire una...
Lavoro e Carriera

Come aprire un chiosco di giornali

Con la crisi economica che incalza sempre di più, si sente sempre più spesso il bisogno di crearsi un posto di lavoro sicuro e possibilmente redditizio. Si potrà quindi optare per un lavoro dipendente, oppure cercare di avviare una piccola attività...
Lavoro e Carriera

5 idee originali per aprire un locale

Chi non ha mai pensato, almeno una volta nella vita, alla possibilità di aprire un locale? Certo, molto spesso sono le difficoltà burocratiche ed amministrative a fare da deterrente ma, un altro grande problema è quello di avere un'idea originale....
Lavoro e Carriera

Come aprire una tabaccheria

Quella della tabaccheria è una tipica attività commerciale che non passa mai di moda, perché garantisce una redditività costante e non richiede particolare conoscenze tecniche. Inoltre, si tratta di un’attività che non conosce periodi di flessioni,...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Madrid

Madrid è sicuramente una città, sia dal punto di vista turistico che climatico, splendida e caratterizzata dalla presenza di culture e popolazioni locali molto solari, una caratteristica che appartiene un po' a tutta la Spagna. Per questi ed altri motivi,...
Lavoro e Carriera

Come aprire una pizzeria a Sydney

Quando si ha il desiderio di avviare una propria attività in proprio si pensa a cosa cambiare e migliorare per cercare di superare gli altri che svolgono il vostro stesso lavoro. Ma perché invece di cambiare metodologia di lavoro non si pensa direttamente...
Lavoro e Carriera

Come aprire una macelleria halal

Nel difficile mercato del lavoro odierno, il commercio ha sempre un'importanza rilevante. Il cibo, in tutte le sue varietà, sarà sempre sulle nostre tavole. La scelta di aprire una macelleria halal, destinata ad una clientela musulmana o simpatizzante...
Lavoro e Carriera

Come aprire un chiosco in una località marittima

Creare ed avviare una nuova e originale attività non è decisamente semplice oggi come oggi: con la crisi che debilita l'economia e meno posti di lavoro, le prospettive di un seppur modesto guadagno si abbassano sensibilmente. Ma non temete, anche in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.