Come aprire un conto corrente in India

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Eccoci qui a proporvi una buona guida mediante il cui aiuto, capirete come poter aprire, senza grossi problemi e difficoltà, un conto corrente in India, un paese davvero unico e speciale, da vivere nel migliore dei modi. Il sistema bancario in India, è notevolmente migliorato negli ultimi anni. Le principali banche sono regolate nelle maggiori città indiane, ma al di fuori dei centri urbani, a volte è difficile trovare una banca e di conseguenza anche un bancomat. Nelle grandi città, troverete sicuramente Citibank o HSBC bancomat che accettano le carte di credito o di debito internazionali. Se si alloggia diversi mesi in India, è meglio aprire un conto corrente bancario nel paese, tuttavia, le procedure e i controlli sono numerosi.

27

Occorrente

  • India
  • documenti necessari
  • lingue basi
37

Contattare direttamente le banche indiane

Innanzitutto sappiate che le informazioni fornite in questo articolo, sono riguardanti la maggior parte delle banche, ma esistono anche degli istituti di credito che fanno eccezione; quindi se avete qualche dubbio, la cosa migliore da fare è controllare tramite la vostra banca attuale, un elenco delle filiali in India, o di contattare direttamente le banche indiane per ricevere ulteriori informazioni. Menzionate che i controlli NSF sono severamente puniti e che inoltre, la maggior parte delle banche offrono piattaforme Internet per gestire il vostro conto da casa; questo comporta un risparmio di tempo, in quanto le code di attesa sono abbastanza frequenti sia nelle filiali che nelle banche indiane.

47

Le verifiche di identità

Le verifiche di identità sono molto severe e sarà indispensabile che la vostra firma sia del tutto identica a quella del passaporto. Tenete a mente inoltre, che i depositi in contanti sono altamente disciplinati dal paese indiano. Provate a fare il vostro primo deposito con un assegno, tramite l'aiuto di un amico locale o di un conoscente. Una volta che il conto corrente è aperto, si riceverà un libretto degli assegni e una carta di debito. Ottenere una carta di credito può essere molto difficile se non siete un residente permanente e se non avete credito sufficiente.

Continua la lettura
57

La lista di controllo del documento

Infine ricordate anche che per aprire un conto corrente in India, la lista di controllo del documento comprende in generale diversi requisiti, tra cui: un visto valido, due foto formato tessera, la prova di residenza (da poter dimostrare tramite le bollette del gas, della corrente elettrica, ecc), il numero PAN e possibilmente la raccomandazione di un referente in India. Se invece lavorate in India, la vostra azienda può prendere in carico l'apertura del vostro conto corrente, per voi con la sua banca filiale.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Conoscere meglio la città in cui si è deciso di vivere, è davvero importante!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a Londra

Il conto corrente è importantissimo, per non dire primario, nel caso in cui si cercasse lavoro in qualunque regione italiana, ma riveste un ruolo ancora più importante all'estero e nelle città ricche di opportunità come Londra. Questo perché il datore...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Albania

Di questi tempi, aprire un conto corrente all'estero conviene, perché i costi di gestione sono nettamente inferiori rispetto a quelli italiani, specie in paesi come l'Albania. Potrebbe sembrare un'operazione complicata, ma non è affatto così, vi basterà...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente cointestato

Sono tante le offerte di conto corrente che oggi propongono le banche. Ed è per questo che, molte volte, risulta difficile districarsi e scegliere quello più adatto a noi o ai nostri figli. Il conto corrente cointestato risolve molti problemi, il più...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Georgia

In questo articolo vorrei spiegarvi come aprire un conto corrente in Georgia. Bisogna sapere che esistono molte differenze tra le banche della Georgia e le banche dei principali stati europei. Le banche della Georgia guardano moltissimo le vecchie abitudini...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a zero spese

Ultimamente sta aumentando da parte delle banche l'offerta di conto correnti a zero. Questa scelta da parte degli istituti di credito serve per incoraggiare i piccoli risparmiatori ad aprire un conto corrente. Inoltre, l'avvento dei conti online permette...
Banche e Conti Correnti

Aprire un conto corrente: i requisiti

Ormai quasi tutti coloro che lavorano possiedono un conto corrente, che è un servizio bancario che agevola la gestione del denaro, quindi consente per esempio il pagamento automatico di bollette, o l'accredito dello stipendio mensile del lavoratore.Se...
Banche e Conti Correnti

Giovani: come aprire il primo conto corrente

Il conto corrente è uno strumento che ci permette di prelevare e depositare in qualsiasi momento e in tempo reale dei soldi. Essi vengono gestiti da un istituto bancario o da un ente che li gestisce, consentendone sempre la loro disponibilità. Se siamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.