Come aprire un conto corrente in Giappone

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In Giappone, i servizi che offrono le banche ai cittadini, sono sicuramente tra i migliori al mondo. Chiaramente non si può sapere questo, poiché se non ci si abita non si può vivere l'esperienza positiva di questi servizi. In qualsiasi sede andremo, chiaramente ci sarà una postazione ATM, o comunemente chiamato Bancomat, dove potremo trovare una signorina sempre accogliente, che ci aiuterà in caso di necessità. Ma oggi, in questa guida che come vedrete insieme a noi, sarà composta da pochissimi ma allo stesso tempo semplicissimi passaggi, vi spiegheremo passo dopo passo, in modo molto dettagliato e scrupoloso, come aprire un conto corrente in Giappone, sia semplicissimo, se seguirete i nostri seguenti consigli. Ora non ti resta che seguire tutti i passi della guida!!

25

Procedure che vengono eseguite dai giapponesi in banca

La descrizione fatta nel passo introduttivo, si riferisce a ciò che avviene all'interno di una banca, ma le procedure che vengono eseguite tramite gli operatori, sono quasi sempre di natura particolare: prestiti, mutui, smarrimento di card, investimenti, aperture nuovi conti ecc. Per le altre operazioni (bonifici, versamenti oppure prelievi) i giapponesi preferiscono generalmente recarsi ai vari sportelli automatici (hanno praticamente tutti un bancomat!), dai quali si possono effettuare numerose operazioni (depositi di denaro, Bonifici, Pagamenti bollette), inoltre si è liberi di ritirare anche somme di denaro elevate. Ora che siamo arrivati a questo punto non ci resta che passare al passo numero due, procedura da seguire per aprire un conto in Giappone.

35

Procedura da seguire per aprire un conto in Giappone

In Giappone, per l'apertura di un conto dovrete innanzitutto essere in possesso di un visto: per studenti, oppure a lungo termine; inoltre occorre essere muniti di un documento di identità giapponese: la Foreign registration card, che dal luglio 2012 sostituisce la Alien Registration Card; è comunque una carta obbligatoria sia per chi rimane nel Paese per più di tre mesi, sia per poter acquistare un cellulare: tenete presente che quest'ultimo è un elemento assolutamente indispensabile per aprire il conto. Ora che siamo arrivati a questo punto non ci resta che passare al passo numero tre, scelta della banca e apertura conto.

Continua la lettura
45

Scelta della Banca e apertura conto

Avendo quindi inoltrato la domanda per la Foreign registration card presso gli uffici menzionati nel passo precedente, e in seguito all'ottenimento di un numero di telefono cellulare giapponese, avete la possibilità di scegliere la banca preferita; alcune di esse dispongono di personale che parla fluentemente l'inglese e quindi tali strutture vengono generalmente preferite dagli stranieri. Ricordate che siete muniti soltanto di un visto turistico, non vi è concesso aprire un conto bancario in tale Stato. Ricordati di visionare anche i link in fondo alla guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a Londra

Il conto corrente è importantissimo, per non dire primario, nel caso in cui si cercasse lavoro in qualunque regione italiana, ma riveste un ruolo ancora più importante all'estero e nelle città ricche di opportunità come Londra. Questo perché il datore...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Albania

Di questi tempi, aprire un conto corrente all'estero conviene, perché i costi di gestione sono nettamente inferiori rispetto a quelli italiani, specie in paesi come l'Albania. Potrebbe sembrare un'operazione complicata, ma non è affatto così, vi basterà...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente cointestato

Sono tante le offerte di conto corrente che oggi propongono le banche. Ed è per questo che, molte volte, risulta difficile districarsi e scegliere quello più adatto a noi o ai nostri figli. Il conto corrente cointestato risolve molti problemi, il più...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Georgia

In questo articolo vorrei spiegarvi come aprire un conto corrente in Georgia. Bisogna sapere che esistono molte differenze tra le banche della Georgia e le banche dei principali stati europei. Le banche della Georgia guardano moltissimo le vecchie abitudini...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a zero spese

Ultimamente sta aumentando da parte delle banche l'offerta di conto correnti a zero. Questa scelta da parte degli istituti di credito serve per incoraggiare i piccoli risparmiatori ad aprire un conto corrente. Inoltre, l'avvento dei conti online permette...
Banche e Conti Correnti

Aprire un conto corrente: i requisiti

Ormai quasi tutti coloro che lavorano possiedono un conto corrente, che è un servizio bancario che agevola la gestione del denaro, quindi consente per esempio il pagamento automatico di bollette, o l'accredito dello stipendio mensile del lavoratore.Se...
Banche e Conti Correnti

Giovani: come aprire il primo conto corrente

Il conto corrente è uno strumento che ci permette di prelevare e depositare in qualsiasi momento e in tempo reale dei soldi. Essi vengono gestiti da un istituto bancario o da un ente che li gestisce, consentendone sempre la loro disponibilità. Se siamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.