Come aprire un campeggio

Tramite: O2O 26/03/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

La vacanza in campeggio è un?opzione sempre più scelta da turisti di tutto il mondo. Questo, non solo per questioni economiche, visto che si tratta di una vacanza decisamente low cost rispetto ad altre, ma anche per il desiderio e la voglia di vivere una vacanza diversa dalle solite, immersi nella natura e lontani dalle comodità ?cittadine?. Scegliere di trascorrere le proprie vacanze in campeggio non necessita l?acquisto di particolari attrezzature e, comporta dei costi molto ridotti rispetto ad una vacanza standard. Per chi ha voglia di una vacanza particolare e ?avventurosa? basteranno un sacco a pelo, una tenda e pochi altri attrezzi indispensabili per godersi tutto lo spettacolo della natura e divertirsi in una vacanza low cost. Per i più esigenti, come ad esempio le famiglie con bambini che necessitano di maggiori comodità, c?è anche la possibilità di soggiornare in roulotte o camper. Lasciamoci guidare da questa guida e seguiamo i consigli utili che ci proporrà su come aprire un campeggio.

25

Requisiti

Capacità imprenditoriali e conoscenza di più lingue straniere sono i primi requisiti da tenere in considerazione per aprire un campeggio. Poi è necessario rivolgersi all?ufficio competente del Comune di appartenenza per verificare se, secondo il piano regolatore, l?area scelta può essere adibita a camping. Successivamente, bisogna presentare una domanda al Comune per ottenere la licenza e quindi l?autorizzazione di poter disporre della zona.

35

Area strategica

Per allestire il campeggio dovrete prima di tutto identificare un'apposita area. Le dimensioni dell'area dipendono da quanti ospiti volete gestire, dal luogo in cui essa si trova e dalle vostre disponibilità finanziarie. Il campeggio dovrà poi essere attrezzato con una o più strutture che contengano come minimo bagni, docce e linea elettrica. A questo è possibile aggiungere ulteriori servizi per rendere ancora più confortevole il soggiorno di chi campeggia. Bar, lavanderia, zona bimbo e zona per cani, sicuramente i campeggiatori apprezzeranno anche se aumentando i servizi aumentano anche i prezzi per l'ingresso.

Continua la lettura
45

Collaborazione e team

Difficilmente riuscirete a gestire un intero campeggio da soli, quindi dovrete avvalervi dell'aiuto di collaboratori. In genere i campeggi sono a conduzione familiare per ridurre i costi del personale. Sarà necessario occuparsi della pulizia dei bagni e delle docce, della manutenzione del verde, dell'eventuale assistenza da offrire agli ospiti e, dell'organizzazione di eventuali escursioni. Indispensabile sarà la presenza di una reception attiva 24 ore, dove raccogliere le prenotazioni, gestire partenze e arrivi e verificare gli accessi al campeggio. Risulta molto vantaggioso e furbo pubblicizzare bene il campeggio non solo tramite servizi di divulgazione standard come radio e cartelloni pubblicitari ma anche tramite un sito web apposito in più lingue disponibili cosicché tutti i visitatori stranieri e non possano visitarlo e organizzare facilmente la vacanza.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Iter burocratico per aprire un negozio

Aprire una propria attività commerciale è uno dei sogni di tante persone., che hanno così l'opportunità di poter lavorare senza essere i subordinati di qualcuno, cosa che, per molti, è essenziale. Per aprire un negozio, però, bisogna seguire una...
Lavoro e Carriera

Come aprire un chiosco di giornali

Con la crisi economica che incalza sempre di più, si sente sempre più spesso il bisogno di crearsi un posto di lavoro sicuro e possibilmente redditizio. Si potrà quindi optare per un lavoro dipendente, oppure cercare di avviare una piccola attività...
Lavoro e Carriera

5 idee originali per aprire un locale

Chi non ha mai pensato, almeno una volta nella vita, alla possibilità di aprire un locale? Certo, molto spesso sono le difficoltà burocratiche ed amministrative a fare da deterrente ma, un altro grande problema è quello di avere un'idea originale....
Lavoro e Carriera

Come aprire una tabaccheria

Quella della tabaccheria è una tipica attività commerciale che non passa mai di moda, perché garantisce una redditività costante e non richiede particolare conoscenze tecniche. Inoltre, si tratta di un’attività che non conosce periodi di flessioni,...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Madrid

Madrid è sicuramente una città, sia dal punto di vista turistico che climatico, splendida e caratterizzata dalla presenza di culture e popolazioni locali molto solari, una caratteristica che appartiene un po' a tutta la Spagna. Per questi ed altri motivi,...
Lavoro e Carriera

Come aprire una pizzeria a Sydney

Quando si ha il desiderio di avviare una propria attività in proprio si pensa a cosa cambiare e migliorare per cercare di superare gli altri che svolgono il vostro stesso lavoro. Ma perché invece di cambiare metodologia di lavoro non si pensa direttamente...
Lavoro e Carriera

Come aprire un chiosco in una località marittima

Creare ed avviare una nuova e originale attività non è decisamente semplice oggi come oggi: con la crisi che debilita l'economia e meno posti di lavoro, le prospettive di un seppur modesto guadagno si abbassano sensibilmente. Ma non temete, anche in...
Lavoro e Carriera

Come aprire una macelleria halal

Nel difficile mercato del lavoro odierno, il commercio ha sempre un'importanza rilevante. Il cibo, in tutte le sue varietà, sarà sempre sulle nostre tavole. La scelta di aprire una macelleria halal, destinata ad una clientela musulmana o simpatizzante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.