Come aprire un'attività di termoidraulica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Aprire un'azienda dal nulla non è semplice, soprattutto in periodi di fragilità economica come quello che stiamo attraversando, dove basta un investimento sbagliato per ridurre una famiglia sul lastrico. Un'attività di termoidraulica può essere un buon modo per chi, armato di passione ed esperienza, vuole affrontare il mondo del lavoro da imprenditore.
Originariamente un'attività del genere si occupava grosso modo dei sistemi di riscaldamento ad acqua delle abitazioni, i classici caloriferi con caldaia, ma con il tempo il settore si è evoluto comprendendo anche mezzi di condizionamento più moderni quali climatizzatori e termocamini. Insomma, si può spaziare davvero in vari campi e creare un'azienda versatile in un settore dove teoricamente il lavoro si trova tutto l'anno. E per sapere come fare, basta proseguire con la lettura della guida.

25

L'iscrizione presso la Camera di commercio

Per aprire una ditta di termoidraulica è sufficiente presentare richiesta presso la camera di commercio, in questo modo richiedere l'iscrizione all'albo delle imprese artigiane ed al Repertorio economico amministrativo, e ricevere successivamente la partita IVA. È anche il momento in cui decidere se aprire una ditta individuale, oppure una società di persone o capitali.
I costi generalmente sono abbastanza ridotti, e il grosso della spesa starà nell'attrezzare la ditta con gli strumenti del mestiere ed eventuali automezzi, e potrebbe anche servire un prestito in caso non si abbia sufficiente capitale da investire. Ad ogni modo, è bene affidarsi ad un commercialista competente in grado di guidare l'imprenditore con l'apertura della dita e fornire preziosi consigli economici.

35

L'esperienza nel settore

Una conoscenza approfondita del settore in cui si andrà ad operare è fondamentale, non solo in quanto è legalmente richiesta prima dell'apertura di un'attività, ma soprattutto per svolgere adeguatamente il proprio lavoro. Si presuppone inoltre che il titolare della ditta abbia già tutte le qualifiche necessarie relative a ciò su cui andrà ad operare, oltre che almeno due anni di esperienza sul campo.
L'esperienza nel settore aiuterà anche a scegliere l'eventuale ubicazione della ditta, in quanto conoscendo già l'ambiente si potrà scegliere un buon posto nella città distante dalla concorrenza, in modo da ricevere maggiore visibilità.

Continua la lettura
45

La legge 46/90 sulla sicurezza degli impianti

Il soggetto interessato all'avvio di un'attività di termoidraulica, deve infine essere in possesso dei requisiti legali previsti dalla legge 46/90 sulla sicurezza degli impianti di climatizzazione, di riscaldamento ed elettrici in generale. Essa mira ad accertare che gli impianti installati dall'individuo vengano corredati da garanzia di sicurezza per danni a persone e/o cose.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ogni dubbio, non esitate a chiedere al vostro commercialista.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Madrid

Madrid è sicuramente una città, sia dal punto di vista turistico che climatico, splendida e caratterizzata dalla presenza di culture e popolazioni locali molto solari, una caratteristica che appartiene un po' a tutta la Spagna. Per questi ed altri motivi,...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Tokio

Al giorno d'oggi risulta sempre più arduo trovare un lavoro in Italia ed anche all'estero la situazione non sembra essere migliore. Eppure, se ci rimbocchiamo le maniche e decidiamo di aprire un'attività, possiamo prendere in considerazione l'ipotesi...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a conduzione familiare

Per attività a conduzione familiare, si indicano quelle attività che sono gestite da un nucleo familiare, tra questi fratelli cugini e così via, in realtà questo tipo di attività può essere definita a conduzione familiare se si è imparentati...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Barcellona

In questo periodo di grave crisi economica che sta colpendo l'Italia, sono sempre di più le persone che pensano di trasferirsi all'estero per avviare un'attività commerciale, per garantire un futuro migliore a se stessi e/o ai loro figli. In particolare...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Shanghai

Il continuo aumento della crisi economica, porta una percentuale sempre maggiore di italiani a trasferirsi all'estero in cerca di condizioni di vita migliori. Shanghai è sicuramente una tra le mete più gettonate, in quanto essendo un territorio molto...
Lavoro e Carriera

Aprire un'attività: 8 errori da non fare

Sicuramente aprire un'attività è una scelta importante, ma che al tempo stesso si può rivelare insidiosa. Infatti, gestire un'attività implica il fatto di incorrere in numerosi rischi, imprevisti e sbagli, ma con un minimo di attenzione è possibile...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività negli U.S.A.

Quando si vuole aprire un'attività commerciale in uno Stato, bisogna attenersi alle regole che sono in vigore in esso, e seguirle in maniera attenta per evitare di commettere errori che potrebbero portare alla sua chiusura. Per quanto riguarda gli Stati...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività di trasporti

L'industria dei trasporti è una delle più importanti nell'economia globale, perché fornisce ai consumatori l'accesso ai vari prodotti. Il trasporto aereo è una parte critica del settore dei trasporti in generale. Creare un'attività di trasporto richiede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.