Come aprire un'attività a conduzione familiare

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per attività a conduzione familiare, si indicano quelle attività che sono gestite da un nucleo familiare, tra questi fratelli cugini e così via, in realtà questo tipo di attività può essere definita a conduzione familiare se si è imparentati fino al terzo grado. Tale condizione e tale attività viene definita in presenza di un notaio (norma vigente dell'articolo 230 bis del codice civile). Tale rapporto familiare deve essere presente nel corso di tutta la vicenda. Cause di scioglimento sono divorzio ed invalidità matrimoniale, non la separazione ,quest ultima non far veni meno a quelli che sono i doveri familiari. In questa guida scoprirete come aprire un'attività a condizione familiare.

25

Il primo step consiste nel valutare l'attività che volete aprire, in quanto vi sono diverse norme giuridiche sul piano civile che bisogna prendere in considerazione. L'attività a conduzione familiare è una delle tante. Questo tipo dio attività è consona per tutti coloro che vogliono assumere familiari come collaboratori. È importane sottolineare che avere familiari come collaboratori a si dei pro, ma anche molti contro quindi è bene tenerlo a mente quando si intende aprire una nuova attività.

35

Trattandosi di collaboratori è necessario prevedere che tali persone non abbiano con voi imprenditori un rapporto di subordinazione, specificando esattamente le quote di partecipazione agli utili degli stessi e quelle dell'IMPRENDITORE PRINCIPALE. Il 51% va all'imprenditore ed il 49% ai collaboratori,, ma non richiede un capitale minimo. È sufficiente depositare, su un eventuale conto corrente postale, una cifra ritenuta adeguata all'esercizio dell'attività. Il costo dell'atto di formalizzazione dell'impresa è quello tipico di un qualsiasi atto notarile.

Continua la lettura
45

I singoli collaboratori, però, possono optare per una tassazione ridotta del reddito in ragione della loro partecipazione agli utili spettanti ad ognuno di essi, secondo il dettame dell'atto notarile. In sede di DICHIARAZIONE DEI REDDITI ciascuno degli attori dell'impresa familiare, dovrà attestare la proporzionalità della propria quota al lavoro effettivamente prestato nel periodo d'imposta. L'impresa familiare viene meno nel momento in cui cessa la collaborazione dei familiari o in caso di vendita dell'impresa ad un soggetto terzo, senza che i collaboratori esercitino il DIRITTO DI PRELAZIONE. Con la cessazione dell'impresa familiare, i collaboratori hanno diritto ad una liquidazione del proprio diritto di partecipazione. Con questo si chiude la nostra guida spero che possa esservi stata utile, e che possiate presto aprire la vostra attività.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' vantaggioso formalizzare un' IMPRESA FAMILIARE in quanto questo consente di evitare la tassazione di parte del reddito prodotto a scaglioni più elevati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività di autonoleggio

Ormai sono anni che la crisi economica sta creando numerosi problemi al mondo del lavoro in molti paesi del mondo, e certamente l'Italia non è esente. Il danno maggiore viene arrecato ai migliaia di giovani, in cerca di un futuro, che ogni giorno girano...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Madrid

Madrid è sicuramente una città, sia dal punto di vista turistico che climatico, splendida e caratterizzata dalla presenza di culture e popolazioni locali molto solari, una caratteristica che appartiene un po' a tutta la Spagna. Per questi ed altri motivi,...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Tokio

Al giorno d'oggi risulta sempre più arduo trovare un lavoro in Italia ed anche all'estero la situazione non sembra essere migliore. Eppure, se ci rimbocchiamo le maniche e decidiamo di aprire un'attività, possiamo prendere in considerazione l'ipotesi...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Barcellona

In questo periodo di grave crisi economica che sta colpendo l'Italia, sono sempre di più le persone che pensano di trasferirsi all'estero per avviare un'attività commerciale, per garantire un futuro migliore a se stessi e/o ai loro figli. In particolare...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Shanghai

Il continuo aumento della crisi economica, porta una percentuale sempre maggiore di italiani a trasferirsi all'estero in cerca di condizioni di vita migliori. Shanghai è sicuramente una tra le mete più gettonate, in quanto essendo un territorio molto...
Lavoro e Carriera

Aprire un'attività: 8 errori da non fare

Sicuramente aprire un'attività è una scelta importante, ma che al tempo stesso si può rivelare insidiosa. Infatti, gestire un'attività implica il fatto di incorrere in numerosi rischi, imprevisti e sbagli, ma con un minimo di attenzione è possibile...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività negli U.S.A.

Quando si vuole aprire un'attività commerciale in uno Stato, bisogna attenersi alle regole che sono in vigore in esso, e seguirle in maniera attenta per evitare di commettere errori che potrebbero portare alla sua chiusura. Per quanto riguarda gli Stati...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività di trasporti

L'industria dei trasporti è una delle più importanti nell'economia globale, perché fornisce ai consumatori l'accesso ai vari prodotti. Il trasporto aereo è una parte critica del settore dei trasporti in generale. Creare un'attività di trasporto richiede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.