Come aprire un'attività a conduzione familiare

Tramite: O2O 23/07/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Partiamo con il dare una breve delucidazione su cosa si intende per attività a conduzione familiare, in modo da chiarire le idee,in linea generale, a chi vorrebbe avviare un azienda di questo tipo.
Nell'ordinamento italiano vengono definite imprese a conduzione familiare tutte quelle attività che sono gestite da un nucleo familiare fino al terzo grado di parentela, come regolamentato dall'art. 230 bis del codice civile.
Una delle condizioni necessarie per aprire un'attività a conduzione familiare riguarda la sussistenza dei requisiti, uno tra i primi il grado di parentela che deve sussistere per tutto il periodo di esistenza della stessa.
Questo vuol dire che in caso di costituzione di impresa familiare tra due coniugi un eventuale pratica di divorzio porterà alla decadenza dei benefici fiscali e tributari e all'esclusione da tale regime agevolato.

26

Procedimenti per avviare un' attività a gestione familiare

Andiamo a vedere adesso quali sono i procedementi burocratici e amministrativi da seguire per costituire un'attività a conduzione generale.
Per prima cosa bisogna avere un idea abbastanza chiara di quale sia il tipo di attività che si vuole svolgere.
Il passo successivo consiste nel creare un contratto pubblico o privato, dove vengano indicati i dati legali dei soggetti parte dell'impresa, il tipo di parentela, che deve essere sempre entro il terzo grado, l'indicazione dei rispettivi diritti e doveri dei membri che ne fanno parte e la sottoscrizione delle clausole di partecipazione di tutti i soggetti indicati e coinvolti.
Come per tutte le altre tipologie di imprese disciplinate in Italia, anche per quelle a conduzione familiare, una volta stipulato il contratto di partecipazione, sarà necessario proseguire con l' iscrizione al registro Imprese, all'Agenzia delle Entrate e all'ente di previdenza sociale, di tutti i membri facende parte del contratto.

36

requisito principale di un'impresa familiare

Come anticipato nelle righe in alto, i membri dell'attività a conduzione familiare hanno diritti e doveri, per cui andiamo a vedere, nello specifico, di cosa si tratta.
Da un punto di vista economico, tutti i familiari inclusi nel contratto di gestione, hanno il diritto di partecipare agli utili dell?attività in proporzione al lavoro svolto all?interno dell?impresa, e a godere del diritto al mantenimento sulla base della condizione finanziaria e patrimoniale familiare.
Dal punto di vista amministrativo invece godono del diritto di intervenire e partecipare alle decisioni di gestione finanziario dell'azienda, oltre a possedere il diritto di prelazione in caso di decisione di cessione d'azienda.

Continua la lettura
46

Diritti e doveri dei familiari

Andiamo a vedere adesso quali sono i vantaggi, dal punto di vista fiscale, per chi decide di costituire e avviare un'attività a conduzione familiare.
Prima di tutto occorre premettere che la partecipazione al reddito, essendo proporzionale alla quantità del lavoro prestato dai familiari, come previsto dall?art. 5 comma 4 del testo sui redditi e sulle imposte, e proporzionale allele quote spettanti, che per tutti i membri facenti parte dell?impresa non può essere superiore al 49%.
Per cui la maggioranza delle quote spetta sempre all'imprenditore principale.
Da ciò ne deriva di conseguenza una tassazione agevolata sia delle imposte sui redditi, sia delle aliquote applicate per il calcolo della contribuzione previdenziale dei soggetti membri dell'attività.Da un punto di vista civile e penale, il responsabile dei versamenti sia delle imposte che dei contributi, per se e per i suoi familiari inclusi nell'attività, è sempre e solo l'imprenditore principale che deteniete la quota di possesso maggioritaria.

56

Conclusioni

Sull base di quanto riportato nelle righe sopra, in sintesi possiamo dire che aprire un attività a gestione familiare ha sicuramente i suoi vantaggi, sia dal lato economico, fiscale, tributario che di gestione.
Una tipologia di impresa, che grazie alla disciplina regolata dal codice civile e dal testo sui redditi e delle imposte, consente sicuramente di sviluppare attività imprenditoriali di facile gestione, rispetto ad altre forme ordinarie, considerato il fatto che non necessità di obblighi burocratici costosi come la trascrizione di atti pubblici dal notaio per la sua costituzione.
Inoltre anche dal punto di vista fiscale e contributivo vengono applicati degli sgravi non indifferenti, motivo in più per orientarsi a sviluppare attività basate su gestione di questo tipo rispetto al altre, sempre che ve ne siano le possibilità e ne sussistano i requisiti, citati in alto.
Un tipo di regime molto usato nel settore agricolo ma anche in quello della produzione di beni e servizi, sia per realtà imprenditoriali di piccole che di medie e grandi dimensioni.
Un modello di gestione molto sviluppato non solamente in Italia ma anche in numerosi paesi europei come l'Austria, il Belgio, l'olanda e la Spagna.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' vantaggioso formalizzare un' impresa familiare in quanto questo consente di evitare la tassazione di parte del reddito prodotto a scaglioni più elevati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Barcellona

In questo periodo di grave crisi economica sono sempre di più le persone che pensano di trasferirsi all'estero per avviare un'attività commerciale, e per garantire un futuro migliore a se stessi e/o ai loro figli. In particolare attraverso i consigli...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività di autonoleggio

Ormai sono anni che la crisi economica sta creando numerosi problemi al mondo del lavoro in molti paesi del mondo, e certamente l'Italia non è esente. Il danno maggiore viene arrecato ai migliaia di giovani, in cerca di un futuro, che ogni giorno girano...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Madrid

Madrid è sicuramente una città, sia dal punto di vista turistico che climatico, splendida e caratterizzata dalla presenza di culture e popolazioni locali molto solari, una caratteristica che appartiene un po' a tutta la Spagna. Per questi ed altri motivi,...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Tokio

Al giorno d'oggi risulta sempre più arduo trovare un lavoro in Italia ed anche all'estero la situazione non sembra essere migliore. Eppure, se ci rimbocchiamo le maniche e decidiamo di aprire un'attività, possiamo prendere in considerazione l'ipotesi...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività di trasporti

L'industria dei trasporti è una delle più importanti nell'economia globale, perché fornisce ai consumatori l'accesso ai vari prodotti. Il trasporto aereo è una parte critica del settore dei trasporti in generale. Creare un'attività di trasporto richiede...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività di termoidraulica

Aprire un'azienda dal nulla non è semplice, soprattutto in periodi di fragilità economica come quello che stiamo attraversando, dove basta un investimento sbagliato per ridurre una famiglia sul lastrico. Un'attività di termoidraulica può essere un...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività artigianale

Hai deciso di cambiare lavoro, facendo del tuo hobby un mestiere? Le soddisfazioni che possono derivare da un'attività del genere sono impagabili, poiché si valorizzano le capacità manuali e tecniche individuali, spesso relegate all'ambito del tempo...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività a Berlino

La Germania è la patria di decine di migliaia di imprese: dalle piccole imprese individuali ai grandi conglomerati. Nella realtà, il principale fattore della potenza economica della Germania sulla scena mondiale è da ricondursi alle piccole e medie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.