Come annullare un pagamento con Postepay

Tramite: O2O 27/01/2020
Difficoltà: media
18
Introduzione
Come annullare un pagamento con Postepay

La Carta Postepay è un sistema di pagamento tramite moneta elettronica che ha preso piede su gli altri sistemi di pagamento, grazie alla diffusione di Internet e all'affermarsi della New Economy. Essa non è una carta di credito, ma è una carta-conto prepagata ricaricabile cioè è possibile effettuare operazioni di caricamento o scaricamento di moneta virtuale e non necessita di alcun conto corrente collegato. Il servizio Carta Postepay è messo a disposizione da Poste Italiane ed è utilizzabile in Italia e all'estero. Inoltre la carta può essere ricaricata in qualsiasi ufficio postale, oppure on-line sul sito web www. Poste. It. Questo tipo di Carta è sempre più utilizzato in quanto è un metodo di pagamento molto comodo, rapido ed affidabile ed anche perché è inserita nel "circuito Visa". L'utilizzo della Carta Postepay, però, comporta sì notevoli vantaggi, ma presenta altresì problematiche di rilievo come il pericolo di truffe o la cancellazione di un pagamento a causa di problemi tecnici o di servizio o ancora per aver sbagliato un ordine. Purtroppo una volta eseguito il pagamento con Postepay non è possibile annullare l'operazione, nel senso che non trattandosi di una carta di credito, come già detto, bensì di una prepagata, non è prevista l'opzione di rimborso. Pur tuttavia, in taluni specifici casi, è possibile attuare una procedura per recuperare la somma prelevata. In che senso? In questa guida vogliamo appunto illustrarvi come annullare un pagamento con Postepay.

28
Occorrente
  • Numero della carta Postepay
  • Raccomandata con ricevuta di ritorno
  • Numero Verde di Poste Italiane
38

Effettuare una contestazione di pagamento

Come accennato in precedenza, una volta che si è effettuato il pagamento con la propria carta Postepay, questo non è più annullabile. Peraltro, va precisato che non è prevista neppure l'opzione di rimborso. L'unico modo per annullare un pagamento già effettuato, è di porre in essere una contestazione dello stesso. La procedura di contestazione è possibile attuarla quando ci si trova difronte ad una vera e propria truffa, ovvero quando si riscontra un addebito strano sulla propria carta prepagata Postepay. In questi casi, infatti, è sempre possibile disconoscere il pagamento e, al contempo, richiedere il totale rimborso della somma. Ma esistono anche altri casi nei quali è possibile rientrare in possesso della somma spesa. Andremo ad analizzare tutte le possibilità nei prossimi paragrafi.

48

Denunciare una truffa

Il primo caso da prendere in esame, come detto, è quello di una truffa, ovvero crediamo che sia stato disposto un pagamento fraudolento eseguito da sconosciuti: bisogna connettersi al sito della propria Postepay ed eseguire un controllo puntiglioso di tutte le operazioni effettuate di recente (estratto conto e saldo). Se, fra i pagamenti effettuati, risulta qualche "addebito strano" (ovvero che corrisponde, ad esempio, ad un acquisto mai effettuato) che credete possa essere una truffa, allora c'è la possibilità di richiedere il ritorno del credito speso disconoscendo l'acquisto incriminato. Una volta individuato il pagamento-truffa, chiedete a Poste Italiane, tramite il sito web www.postepay.it) il riaccredito della somma, effettuando una comunicazione di contestazione-pagamento. Ovviamente il consiglio è di contestare tramite raccomandata A/R indirizzata a: Poste Italiane - BancoPosta, Direzione Operazioni, Monetica e Nuovi Canali, Viale Europa n.175, 00144 Roma.

Continua la lettura
58

Comunicare un problema di natura tecnica

Il secondo caso è quello di un acquisto on-line la cui procedura non va a buon fine a causa di alcune problematiche di carattere tecnico (problemi software e/o di connessione alla rete), dopo aver già inserito il numero di carta e relativo ccv. Naturalmente l'ordine non viene completato e così l'acquisto viene interrotto. Eppure, vi accorgete che i vostri soldi sono stati scalati ugualmente dal vostro conto prepagato. In questo specifico caso è possibile (con un periodo di attesa di riaccredito) riottenere la somma a cui non è stato corrisposto alcun bene. Se doveste incorrere in una situazione simile a questa, e può capitare, sappiate che i tempi per il riaccredito variano tra i venti ed i trenta giorni lavorativi. In ogni caso è consigliabile contattare il numero verde delle Poste Italiane 803160, disponibile dal lunedì al sabato, dalle ore 08:00 alle ore 20:00.

68

Chiedere il riaccredito della somma

In questo secondo caso, comunque, entra in gioco non solo l'emittente della prepagata (ovvero Poste Italiane), ma anche il circuito di pagamento associato alla prepagata di Poste Italiane, Visa International (se parliamo della Postepay Standard o Junior). La somma sarà riaccreditata solo dopo una serie di verifiche e controlli da loro effettuate con tempi piuttosto lunghi. Non si tratta di un prelievo vero e proprio ma di un "blocco" dell'importo e quindi dovete attendere che il denaro venga sbloccato. Questo problema si può verificare con tutte le carte prepagate e non solo con la Postepay. Ad ogni modo è consigliabile essere sempre molto cauti nel caso in cui l'acquisto on-line venga effettuato con una carta prepagata, poiché essa è affidabile (i soldi arrivano sempre al creditore) ma il rimborso non è una certezza, ed i tempi di riaccredito possono essere lunghi.

78

Richiedere l'annullamento della ricarica

Un discorso a parte merita la richiesta di annullamento di un pagamento effettuato verso una carta Postepay. Tale eventualità si verifica quando si dovesse presentare la necessità di inviare un pagamento ad un carta Postepay della quale vi viene fornito il numero, per l'eventuale acquisto online di un bene o di un servizio. Anche in questo caso, purtroppo, non è mai possibile annullare un pagamento già effettuato. Ecco perché potenziali i truffatori spesso utilizzano questa modalità per carpire denaro: in pratica, utilizzano Postepay intestate a terze persone (ma di certo non a loro), facendosi accreditare le somme di denaro. In questi casi, l'unico metodo per annullare il pagamento già effettuato potrebbe essere quello di rivolgersi alla Polizia Postale, l'autorità preposta a contrastare tutti i crimini di carattere informatico.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come annullare un pagamento Paypal

Cosa succede se si effettua un pagamento erroneo e si deve annullarlo? L'operazione è possibile se si verifica una delle seguenti situazioni: il pagamento è in stato di “non riscosso”; il pagamento è stato inviato ad un indirizzo email non registrato...
Finanza Personale

Come effettuare una ricarica Postepay

La Postepay è una carta di pagamento che si ricarica; essa è rilasciata dalle Poste Italiane a chi ne fa richiesta. È utilizzata sia per lo shopping online che nei negozi che accettano carte di credito del circuito Visa. A ciascuna Postepay è associato...
Finanza Personale

Come ricaricare la postepay dalle ricevitorie sisal

In passato, la migliore conservazione dei risparmi personali consisteva nel sistemare il denaro sotto il materasso. Ciò significava nascondere i soldi all'interno della propria abitazione, in totale sicurezza. Così facendo si evitava di pagare le commissioni...
Finanza Personale

Postepay: come contestare gli addebiti in caso di truffa

La Postepay, è una peculiare carta elettronica prepagata, che normalmente permette al titolare di effettuare i suoi acquisti con sicurezza e con facilità (anche online). È risaputo che nei tempi odierni, l'avvento della tecnologia ci permette di effettuare...
Finanza Personale

Come ricaricare la Postepay tramite il Bancopostaclick

La posta consente di aprire dei conti correnti a costi praticamente irrisori, come il bancoposta click. Si tratta di un conto corrente che ha un costo di 12 euro annuali e che consente di controllare i propri movimenti, sia in entrata che in uscita, ovunque...
Finanza Personale

Come mettere in sicurezza la tua carta Postepay

Poste italiane ha inserito un nuovo sistema di sicurezza per tutelare le operazioni effettuate con la carta prepagata Postepay, per dare maggiore affidabilità al servizio e rendere i propri clienti ancora più sicuri. Questo nuovo sistema di sicurezza...
Finanza Personale

Come trasferire il denaro da Postepay a Paypal

Le carte di credito e le prepagate fanno sempre più parte del nostro vivere quotidiano, sostituendo in parte l'uso del denaro in contanti, sia negli acquisti online che in quelli che effettuiamo di persona. Talvolta risulta comodo, sia per acquisti che...
Finanza Personale

Come controllare il saldo Postepay on line

Poste Italiane rilascia da anni una carta prepagata non collegata ad un conto corrente. Chi desidera la Postepay non deve, quindi, possedere necessariamente un proprio conto corrente postale. Questo è uno dei motivi per cui molte persone, soprattutto...