Come allevare conigli a terra

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come allevare conigli a terra. Va detto innanzitutto che i conigli rappresentano uno degli animali domestici maggiormente apprezzati nel mondo, sia per il loro aspetto, sia per il fatto di essere abbastanza docili. Considerando che sono animali piuttosto delicati, è assolutamente necessario trattarli con molta dedizione e cura. Il coniglio, detto anche Oryctolagus cuniculus, appartiene alla famiglia dei leporidi e ha tantissimi passatempi, fra i quali quello di scavare dei cunicoli. Esistono due tipi di conigli, vale a dire quello domestico e quello selvatico. Quello selvatico scava i cunicoli semplicemente per scappare dai cacciatori, mentre quello domestico invece anche se di solito vive in posti tranquilli, lo fa in quanto per istinto è un animale che ha paura. Gestire un allevamento di conigli da terra non è affatto difficile, anche se richiede impegno ed al tempo stesso costanza, nonché un investimento iniziale, visto che bisogna innanzitutto decidere quanti capi acquistare, tutto questo in base al proprio effettivo budget economico che si ha a disposizione al momento. A lungo andare comunque, è un'attività che può portare tantissime soddisfazioni.

27

Occorrente

  • uno spazio all'aperto
  • rete di recinzione
  • erba
  • frutta
  • verdura
37

L'allevamento a terra dei conigli

Va prima di tutto precisato che l'allevamento a terra è la cosa migliore in assoluto per i conigli, visto e considerato che questi ultimi necessitano di tantissimo spazio e, di conseguenza, metterli all'interno di una gabbia non è di certo una soluzione ottimale, eccezion fatta per quelli più piccoli. È vivamente consigliato dunque allevarli in un ambiente che sia all'aperto, ragione per cui è sempre opportuno optare per un luogo piuttosto vicino a posti salubri. Il posto migliore è quindi è la campagna, che rappresenta senza ombra di dubbio un luogo che può dare molto benessere ai conigli.

47

L'utilizzo della garenna

L'allevamento biologico, rispettando le esigenze della specie, prevede l'uso di uno spazio che viene chiamato con il nome di garenna. Esso è un territorio recintato dove avrete mangiatoie, abbeveratoi ed un pagliaio che i conigli utilizzano come rifugio. La garenna è particolarmente adatta all'allevamento dei conigli da terra, in quanto viene ricreato un ambiente piuttosto simile a quello naturale. Quest'ultima è formata da un terreno con erba da pascolo, un pagliaio come rifugio e riserva alimentare, una zona di cattura per gli animali ed infine la recinzione. La rete della recinzione dovrà essere fissata bene nel terreno, e cioè a 50/60 centimetri di profondità, in modo da evitare che i conigli possano scappare. È sempre consigliabile tenere anche alcune gabbie per i conigli più piccoli, in quanto bisogna proteggere questi ultimi da eventuali predatori notturni.

Continua la lettura
57

L'avvio dell'allevamento dei conigli da terra

Una volta realizzata la garenna, sarà possibile procedere all'avvio dell'allevamento dei conigli da terra. Per quel che riguarda le femmine, si suggerisce di inserirne di due o tre mesi di età, le quali andranno fecondate dopo un determinato periodo di accrescimento per raggiungere un peso di poco inferiore ai tre chili intorno alla diciottesima settimana di vita. A questo punto si possono far accoppiare con i maschi che devono essere animali adulti dai due anni su. Occorre tenere presente che i conigli hanno una vita media variabile fra i 5 e i 10 anni. Trascorse più o meno due settimane, bisogna verificare l'avvenuto concepimento, operazione che deve essere fatta da persone competenti in materia allo scopo di evitare il rischio di danneggiare i feti. Si dovrà tastare l'addome per accertarsi della presenza degli embrioni. Qualora il concepimento non dovesse avvenire, si dovranno attendere altre due settimane.

67

L'alimentazione per il coniglio domestico

Il coniglio "domestico" si nutre di tutto quello che trova in natura allo stato selvatico, cioè erba, foglie secche, radici, frutta, cortecce e semi perché, per eccellenza, è un erbivoro, ragione per cui bisogna evitare assolutamente di somministrargli qualsiasi componente di origine animale. È bene quindi dargli da mangiare del fieno, che sarà indispensabile per la ricrescita dei dentoni, poi ancora carote, sedano, insalate e prezzemolo. Si dovrà anche evitare l'uso eccessivo di carboidrati come appunto farine, pane e fette biscottate. Cosa assolutamente importante è che non dovrà far mai mancare l'acqua negli abbeveratoi, specie nei periodi più caldi. È bene sapere che il coniglio tende ad ammalarsi facilmente se non gli viene somministrata una corretta alimentazione, la quale può variare in base al periodo dell'anno. Infatti, durante il periodo della riproduzione, che di regola avviene fra marzo e aprile, si consiglia di aggiungere del frumento come orzo, insieme alla frutta, alla verdura e ai mangimi speciali.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

10 idee per fare business con un terreno agricolo

Negli ultimi anni il senso di appartenenza al territorio è diventato qualcosa di molto importante in ognuno di noi. Sarà forse per la vita stressante che conduciamo ogni giorno, ma i weekend in campagna affascinano chiunque. Passare le giornate all'aria...
Aziende e Imprese

Come avviare uno zoo Interattivo

Allestire uno spazio ricco di animali può rivelarsi un'esperienza entusiasmante, capace di trasformare la propria passione in un business commerciale e piacevole da gestire. Se sei un amante degli animali e desideri condividere questa passione con gli...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di elettronica online

Ormai il mercato degli oggetti e soprattutto dei prodotti tecnologici ed elettronici si sta spostando sempre di più verso gli store online. Sono sempre di più, infatti, coloro che sono alla ricerca di offerte o affari sul web per provare a risparmiare...
Aziende e Imprese

Come avviare un allevamento di capre

Questo è certamente un periodo in cui è difficile trovare un lavoro che ci soddisfi e, avviare una propria attività, può essere l'idea giusta. Il settore lattiero-caseario è una delle eccellenze italiane. Il latte e, soprattutto, i formaggi italiani...
Aziende e Imprese

Come costituire una cooperativa agricola

Le cooperative costituiscono un valido strumento in cui, vari proprietari e soci, apportano i loro capitali atti alla gestione ed al funzionamento della struttura. Con l'unione di più forze lavorative è possibile realizzare un'azienda in grado di produrre...
Aziende e Imprese

Come aprire un'azienda agricola in 10 mosse

Negli ultimi anni tantissimi giovani imprenditori hanno deciso di aprire un’azienda agricola. Questo trend è frutto di una riscoperta dell’economia legata alla terra, una realtà imprenditoriale diversa dalle altre ma, sotto molto aspetti, molto...
Aziende e Imprese

Come stimare un terreno agricolo

Far stimare un terreno agricolo, oggi ancora più che in passato, è un operazione utile e necessaria, anche in virtù della profonda crisi che ha scosso il settore negli ultimi anni. Sapere quanto vale un appezzamento di terreno è fondamentale per formulare...
Aziende e Imprese

Come avviare un allevamento di oche

L'allevamento di oche, tra tutti gli animali comunemente allevati, è forse quello più sottovalutato. Infatti non è molto facile incontrare questo genere di aziende. In genere gli animali domestici più frequenti nelle aziende agricole sono bovini e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.