Come affrontare un capo terribile

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In un luogo di lavoro può accadere piuttosto frequentemente di sforzarsi di raggiungere dei compromessi con colleghi e superiori; cercare di stabilire un'atmosfera lavorativa per quanto possibile serena è, in effetti, un aspetto decisivo per il benessere personale e lavorativo. Uno degli elementi più critici da questo punto di vista consiste nella convivenza con un capo non proprio facile da gestire. In questa guida vi proponiamo allora alcune strategie su come affrontare un capo terribile.

24

Per cercare di raggiungere e salvaguardare il proprio equilibrio personale e professionale sul posto di lavoro occorre riflettere sul fatto che vi sono degli elementi non modificabili, come il fatto di dover dipendere da un'altra persona, superiore nel rango lavorativo. Una volta acquisita questa importante consapevolezza non resta che tentare di convivere nel modo migliore; per quanto una persona possa presentarsi scontrosa, esigente e terribile come capo, difficilmente potrà esacerbare il proprio atteggiamento a fronte di un comportamento gentile. I modi gentili, quindi, possono rappresentare un'utile arma per ottenere la fiducia del proprio capo e smussarne gli angoli e gli aspetti più ruvidi e burberi del carattere.

34

Un capo può essere considerato "terribile" anche perché molto esigente con i suoi dipendenti: affrontare questo aspetto, tuttavia, può costituire un utile incentivo al proprio lavoro. Prendere appunti e segnare quanto richiesto dal capo vi permetterà di mettervi in buona luce rispettando consegne e scadenze. In questo modo il vostro superiore avrà ben poco da ridire se vi mostrerete autonomi ed efficienti nelle vostre mansioni lavorative. Ciò non significa ovviamente strafare o superare eccessivamente i propri limiti (nell'orario di lavoro, ad esempio): si tratta solo di fare bene il proprio lavoro con motivazione e senso del dovere.

Continua la lettura
44

A volte i capi sono "terribili" per la mole di responsabilità che sono tenuti a rivestire nello stesso tempo; doversi interfacciare allo stesso momento con più dipendenti può decisamente costituire un punto di svantaggio per chi pone l'ennesima richiesta. Occorre pertanto essere abili osservatori e provare a cogliere il momento positivo in cui rivolgersi al proprio capo; se è già molto indaffarato, irritato, scontroso forse è preferibile rimandare il confronto o la richiesta di delucidazioni e chiarimenti in un momento più opportuno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come affrontare il capo senza avere paura

Quante volte vi è capitato di voler comunicare qualcosa al vostro capo per poi tenervi tutto dentro e lasciar correre? Questo, però, è un atteggiamento che non fa affatto bene a voi stessi: in primo luogo perché continuerete a rimuginare per ore e...
Lavoro e Carriera

10 cose da sapere prima di uscire a cena con un collega

Uscire a cena con qualcuno è sempre un terno al lotto. Il primo appuntamento a cena è pur sempre un impegno e può creare stress. A maggior ragione se quella persona è un collega: confondere il piano professionale della vita con quello lavorativo può...
Lavoro e Carriera

Le qualità di un bravo insegnante

L'insegnamento è un mestiere difficile e sottovalutato, sia da chi lo pratica sia da osservatori esterni. I primi si sentono spesso in diritto di abusare della propria posizione, i secondi giudicano senza sapere. Anche quando un insegnante è bravo nel...
Lavoro e Carriera

5 regole da rispettare il primo giorno di lavoro

Il primo giorno di lavoro è sempre un giorno importante, soprattutto quando si tratta del primo lavoro, dopo la carriera di studio, oppure di un lavoro nuovo, in seguito ad un grande cambiamento di vita. Il primo giorno di lavoro, però, oltre ad essere...
Case e Mutui

10 cose da valutare nella scelta di una casa

Quando si arriva al tanto atteso passo dell'acquisto di una casa, ci sono molte considerazioni da fare. L'emotività potrebbe prendere il sopravvento e questo non è un bene: comprare casa è una delle scelte più difficili e impegnative che si possano...
Aziende e Imprese

Come trattare gli anticipi ai dipendenti in contabilità generale

Generalmente le imprese di grandi dimensioni, riconoscono al personale degli anticipi sulle spettanze già maturate. Dal punto di vista del datore di lavoro, tali anticipi fanno sorgere dei crediti verso i dipendenti, che poi devono essere registrati...
Aziende e Imprese

Come costituire fondazione Onlus

Avviare una fondazione Onlus potrebbe sembrare complicato, ma basterà avere le idee chiare su qualche punto fondamentale. Le fondazioni Onlus sono delle organizzazioni senza obiettivo di lucro, che permettono di gestire un'attività imprenditoriale per...
Aziende e Imprese

Come aprire un centro estetico

L'estetica rappresenta una parte fondamentale della propria immagine ed è proprio per questo che, negli ultimi anni, i centri estetici si sono moltiplicati a dismisura. Al giorno d'oggi non è soltanto la donna che ambisce a preservare il più possibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.