Come affrontare il calo di rendimento di un dipendente

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ci sono diverse strategie a cui un’azienda può ricorrere per far ritrovare al dipendente l’entusiasmo e le motivazioni perdute, ottenendo dallo stesso prestazioni ottimali. Nella seguente guida, infatti, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come affrontare il calo di rendimento di un dipendente, fornendovi inoltre, tutte le informazioni necessarie e qualche utile suggerimento su come effettuare questa operazione nella maniera più rapida e comprensibile possibile. Vediamo quindi come procedere.

25

I sintomi

Vi siete accorti che uno dei vostri dipendenti ha un calo di rendimento? Non commettete l'errore di attendere sperando che la situazione si risolva da sola ma agite per affrontare e risolvere il problema tempestivamente. Come prima cosa, è molto importante riconoscere i sintomi del calo di rendimento. I più comuni e facilmente riconoscibili sintomi di rendimento sono la disattenzione del lavoratore, ritardi nell'espletamento di una mansione o della presentazione di un progetto. Successivamente devono essere identificate le cause principali che determinano questo comportamento. Esse possono essere di varia natura, ma molto spesso la causa principale sembra essere legata al datore di lavoro o al proprio superiore.

35

Il dipendente demotivato

Al dipendente demotivato deve essere disegnato un quadro ben preciso delle performance che l’azienda ritiene ottimali. Gli devono essere indicati in dettaglio quali sono gli obiettivi da raggiungere e cosa l’azienda si aspetta da lui. Eventuali errori o disattenzioni devono essere segnalate al lavoratore con atteggiamento costruttivo e coinvolgendolo nella ricerca della soluzione più adatta a risolvere la situazione. Limitarsi a fornire solo dei feedback negativi senza eventuali consigli non farà altro che peggiorare il morale del personale. Seguendo queste utili e semplici mosse, affrontare il calo di un dipendente sarà molto più semplice.

Continua la lettura
45

Il team

Il capo deve sempre coinvolgere tutti nei progetti il proprio team per farlo sentire partecipe alla sfida e alla vita dell'azienda. Deve fornire aggiornamenti costanti, essere aperto ed invitando il suo staff ad esprimere pareri e critiche. Per valorizzare le prestazioni, il capo deve saper delegare le mansioni per stimolare la fiducia e lo spirito di gruppo. Inoltre, è d’obbligo che i dipendenti possano godere del giusto riposo e siano esenti da surplus di lavoro che portano solo a situazioni di stress.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come assumere un dipendente in cassa integrazione

Oggi, grazie alle nuove agevolazioni, assumere un dipendente in cassa integrazione, conviene all'azienda e all'intera società. Nella guida vedremo cosa si intende per Cassa Integrazione, come assumere un dipendente in Cassa Integrazione, quali sono i...
Lavoro e Carriera

5 consigli per affrontare il mobbing

Sono sempre di più le persone vittime di mobbing sul luogo di lavoro. Per chi non lo sapesse, con il temine mobbing si intende ogni tipo di violenza psicologica ai danni di un dipendente. Lo scopo di queste persecuzioni è quella di far dare le dimissioni...
Lavoro e Carriera

Come affrontare il rientro al lavoro dopo una lunga malattia

Spesso capita, specialmente nei periodi invernali, di affrontare una lunga malattia. Durante i periodi di malattia ci si sente un vero inferno e non è sempre facile riprendere la solita routine quotidiana. Per questo motivo vi darò, all'interno di questa...
Lavoro e Carriera

Come affrontare un licenziamento

Nei periodi di crisi economica, uno dei settori che ne risente maggiormente è quello che riguarda il lavoro. Quando le grandi aziende cominciano a trovarsi in difficoltà con i beni e i servizi che non vengono erogati come si vorrebbe, a farne la spesa...
Lavoro e Carriera

Consigli per affrontare uno stage

Lo stage è un periodo di formazione professionale che può svolgersi in ambito di studio, preventivamente all'assunzione definitiva o per pura dedizione e crescita personale. Che riguardi l'addestramento o la specializzazione in uno determinato settore,...
Lavoro e Carriera

Come affrontare il colloquio di lavoro di gruppo

Le aziende utilizzano sempre più frequentemente, come strumento di selezione, il colloquio di gruppo, soprattutto per i lavori in cui è necessario collaborare in team. Molto spesso il colloquio collettivo rappresenta uno degli step obbligatori per il...
Lavoro e Carriera

10 regole per affrontare un colloquio di lavoro di gruppo

Moltissime aziende spesso adottano la modalità del colloquio di lavoro di gruppo per scegliere il candidato migliore a ricoprire una certa posizione lavorativa. In un colloquio di gruppo non solo emergono le caratteristiche della personalità di ciascun...
Lavoro e Carriera

Come affrontare un colloquio di lavoro in francese

Visto la situazione lavorativa italiana molto precaria, potrebbe capitarci di imbatterci in un colloquio di lavoro con un'azienda estera. Oggi sono cadute molte barriere che non molto tempo fa sembravano insormontabili. La voglia di cambiare, di trasferirci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.