Come acquistare una casa in Inghilterra

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'acquisto di una casa è un enorme impegno finanziario, e quando si tratta di farlo all'estero lo è ancora di più. L'acquisto o la vendita di una casa in Inghilterra richiede normalmente 2-3 mesi, ma processo può richiedere più tempo se si è parte di una catena di acquirenti e venditori. Ci sono diverse regole generale da tenere presente: i venditori devono fornire un certificato di prestazione energetica per la proprietà; se un venditore utilizza un agente immobiliare, i potenziali acquirenti devono fare eventuali offerte tramite l'agente
una volta che l'offerta è stata accettata dall'acquirente; il responsabile della redazione del contratto legale, per trasferire la proprietà, può presentare un'offerta che non è giuridicamente vincolante fino a quando i contratti non vengono scambiati. Premesso ciò, vediamo in particolare come acquistare una casa in Inghilterra.

25

In Inghilterra si parte da una legge di diritto dell Corona, tutti gli immobili del Regno appartengono infatti alla famiglia reale. Quest'ultima quindi concede delle cessioni al privato, vincolate o meno, per l'usufrutto o l'acquisto completo dell'immobile. Le modalità di acquisto sono due, la freehold e il leasehold. Il metodo freehold prevede una tipologia di acquisto molto ampia, praticamente infinita, senza termini o condizioni, e senza vincoli di tempo ed ereditarietà. Finché infatti ci saranno eredi a detenere tale titolo di acquisto, la casa resterà all'acquirente o ai suoi eredi appunto, ma nel momento in cui la genealogia dovesse terminare, il bene immobile diventerebbe di nuovo di legittima proprietà della Corona.

35

Il metodo leasehold contiene invece molte più restrizioni, a partire dall'intervallo di tempo. Infatti se si vuole acquistare con il leasehold, ci si deve mettere d'accordo con il venditore, per stabilire la fine, in termini di tempo, dell'acquisto. Ad esempio, è possibile comprare un appartamento per i prossimi dieci anni, ciò vuol dire che al termine di tale scadenza la proprietà smette di essere dell'ultimo proprietario per tornare di completa proprietà del venditore originario.

Continua la lettura
45

È consigliabile, studiando a fondo le due tipologie, avvalersi del metodo freehold se si vuole acquistare una casa indipendente, mentre è meglio utilizzare il metodo leasehold se si vuole acquistare un appartamento in un condominio; infatti la tipologia che prevede un acquisto definitivo è pratico per una proprietà che resterebbe all'acquirente nella sua interezza.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se è possibile fatevi aiutare da chi ha già comprato in Inghilterra una casa, magari un amico o un conoscente che potrà consigliarvi al meglio.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come risparmiare sul mutuo in 5 mosse

L'acquisto di una casa, soprattutto se per la prima volta, è sicuramente uno dei passi più importanti della propria vita. Comprare una casa è ormai il desiderio di molti, e quando si sceglie di compiere un'operazione così importante, si devono anche...
Case e Mutui

Come vendere una casa italiana all'estero

Oggi in tempo di crisi economica, specie nel nostro paese, vendere una casa non è facile poiché è la liquidità che manca, e soprattutto vi è sfiducia sui mercati, che specie nei privati fa subentrare la paura di investire. Se tuttavia ne abbiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.