Come acquistare un immobile in Brasile

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'acquisto di un immobile nell'affascinante territorio brasiliano, viene considerato un investimento sicuro da molti specialisti del settore e da diverse società di investimenti, anche conosciuti internazionalmente; però, le normali pratiche che vanno dal documento preliminare sino alla registrazione dell'atto di proprietà, prevedono vari dettagli burocratici, con possibili problematiche, che in alcuni casi possono trasformarsi in seri problemi durante la transazione immobiliare. Vediamo come acquistare un immobile in Brasile in maniera sicura e cercando di non imbattersi in difficoltà inutili.

24

La Matricula

La prima considerazione da fare è che il mercato brasiliano è completamente differente da quello presente sul suolo italiano, le valutazioni con i relativi parametri ed i vari sistemi di acquisto sono diversi dai nostri. Bisogna sapere che in Brasile ogni edifico è registrato in maniera pubblica tramite un documento chiamato ''matricula''. Questo documento racchiude tutta la storia dell'immobile da quando è stato costruito e tutti i suoi proprietari. Chi compra l'immobile deve accertarsi che il nome del venditore sia l'ultimo registrato su questo documento. Il controllo della matricula viene effettuato prima di effettuare qualsiasi operazione (acconti, pre-contratti, promesse di vendita). La matricula non è sempre facile da decifrare per chi non è abituato a farlo poiché spesso i dati tecnici dell'immobile sono scritti in maniera abbreviata o sottoforma di riassunto perché non c'è una procedura che standardizza la scrittura di essa.

34

Scrittura pubblica al Cartorio

Dopo aver verificato la matricula, si procede per la richiesta scritta di compravendita. Per far ciò bisogna rivolgersi ad un Cartorio, cioè un posto paragonabile agli studi notarili italiani. Qui verrà richiesta la matricula aggiornata, i documenti di venditore e compratore e i documenti dell'immobile. La tassa da pagare al Cartorio ammonterà circa all' 1 % del valore dell'immobile anche se questo non è un tasso fisso poiché la percentuale varia a seconda delle caratteristiche dell'immobile.

Continua la lettura
44

La registrazione al CRI

Una volta effettuate le prime due operazione bisogna dirigersi al '' Cartorio de Registro de Imoveis'' detto in maniera abbreviata CRI. Qui si effettuerà all' aggiornamento della matricula, ovvero verrà inserito il nome del compratore che diventerà il nuovo proprietario dell'immobile. Anche qui la tassa da pagare varierà tra l'1% e il 2% del valore dell'immobile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come acquistare un immobile ipotecato

Cominciamo col precisare quando l'immobile viene ipotecato e, perché. Il momento in cui una persona chiede un mutuo alla banca, questa acquista nei confronti del mutuario un credito e, il suddetto mutuario si impegna a restituire il capitale con i relativi...
Case e Mutui

Come calcolare il valore catastale di un immobile

Il valore catastale (o meglio base imponibile) è una cifra ottenuta moltiplicando la rendita catastale dell'immobile, quale risulta da una normale visura catastale, per un coefficiente, determinato per legge e differente per ogni categoria catastale...
Case e Mutui

Come cambiare la destinazione d'uso di un immobile

Un immobile può essere adibito ad uso residenziale, commerciale oppure industriale. Talvolta può accadere di dover cambiare tipo di destinazione, per esempio nel caso in cui si decida di trasformare un immobile residenziale in commerciale, poiché collocato...
Case e Mutui

Come ristrutturare un immobile per la vendita

A volte ci si ritrova nella situazione di essere proprietari di un immobile e di aver preso la decisione di venderlo. In questi casi la prima cosa da farsi è quella di controllare bene lo stato dell'immobile. Infatti, per prima cosa, dovremo operare...
Case e Mutui

Come calcolare il valore di un immobile

In questo periodo critico per l'Italia prima di acquistare un immobile bisogna pensarci più volte a causa degli elevati costi. Il problema non sta nel fatto che gli immobili siano cari di prezzo, quanto piuttosto agli alti costi per il loro mantenimento...
Case e Mutui

Come dividere un immobile in comproprietà

Suddividere un immobile, non frazionato in diversi locali autonomi, tra i suoi comproprietari può avere un iter molto complesso. Questo problema si presenta frequentemente quando si è in successione ereditaria. Soprattutto quando ci si trova difronte...
Case e Mutui

Acquisto immobile all'asta: 5 regole per evitare truffe

Molte persone che cercano un immobile e non hanno una buona disponibilità economica, preferiscono affidarsi alle aste giudiziarie in modo da ottenerlo ad un prezzo accettabile, nettamente inferiore a quello di mercato. Si tratta tuttavia di una scelta...
Case e Mutui

Come acquistare un immobile sulla carta

Accade sempre più di frequente che, chi vuole acquistare un immobile lo acquisti ancora prima che esso sia costruito; ciò è possibile perché il Codice Civile tutela il cosiddetto contratto preliminare di compravendita di beni immobili, e cioè quel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.