Come acquistare casa in Marocco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se intendiamo acquistare una proprietà immobiliare in Marocco, la cosa è fattibile contrariamente ai terreni agricoli che invece sono interdetti agli stranieri. Per procedere all'acquisto occorrono alcuni importanti requisiti, che sono specifici in base alle leggi vigenti nel paese. Prima dell'effettivo acquisto, infatti, risulta fondamentale la conoscenza delle leggi del Marocco per sapere come comportarsi durante il processo di acquisizione del bene immobiliare.
Vediamo dunque, con questa guida, come acquistare casa in Marocco.

26

Occorrente

  • Avvocato
  • Agente immobiliare
36

Per acquistare una casa in Marocco, la prima cosa da fare è aprire un conto in una banca marocchina che consente di convertire l'euro in dirham da utilizzare poi per l'operazione, e per facilitare il rimpatrio di fondi in futuro. Inoltre è meglio lavorare con un agente immobiliare e un avvocato per capire a fondo gli aspetti legali e le procedure. L'agente è reperibile stesso in loco ma è da tener presente che la maggior parte parleranno solamente la loro lingua madre, il simsar, e non l'inglese o l'italiano.

46

Di solito bisogna versare una caparra una volta che il prezzo di acquisto della casa è stato concordato. Questa è una forma di garanzia, quindi è più sicuro fare solo un piccolo deposito invece di pagare immediatamente l'intero importo. A volte, le case vendute sono ancora occupate, per cui l'acquirente deve aspettare che il proprietario o l'occupante consegnino la nuda proprietà. Il processo di acquisto è comunque lo stesso come nel nostro paese, con un notaio che serve per la stipula del contratto tra le parti. Le firme dei contraenti vanno autenticate, e l'atto deve poi essere depositato presso l'ufficio competente. L'acquirente si assume inoltre l'onere di far fronte alle spese del rogito e del catasto immobiliare. I costi di una transazione di acquisto di un immobile in Marocco sono gli onorari del notaio, dell'avvocato, le tasse e le spese di registrazione.

Continua la lettura
56

Le spese legali sono negoziabili, e variano dall'1% al 5% del valore della proprietà, più il 10% di IVA;. A questi bisogna aggiungere una tassa di immatricolazione del 2,5%, applicabile per l'acquisto di edifici da parte di persone fisiche o giuridiche. Le firme del contratto di vendita devono essere certificate da un notaio, e la tassa varia dallo 0,5% al 1% (più il 10% di IVA). Le copie del contratto sono stampate per pagina, su cui si applica l'imposta di bollo standard che è di circa 2,50€.
Infine, non bisogna dimenticare il compenso in denaro per liquidare l’agente immobiliare che ha gestito la vostra richiesta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come risparmiare sul mutuo in 5 mosse

L'acquisto di una casa, soprattutto se per la prima volta, è sicuramente uno dei passi più importanti della propria vita. Comprare una casa è ormai il desiderio di molti, e quando si sceglie di compiere un'operazione così importante, si devono anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.