Come accorpare particelle catastali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per chi possiede due o più lotti adiacenti di beni immobili, si consiglia di combinarli in un unico pacchetto catastale. Il vantaggio di tale accorpamento è che sarà possibile ottenere delle agevolazioni sulle spese fiscali. Se si costruisce però tra i due o più lotti, si va incontro ad una sanzione amministrativa. Le regole urbanistiche non tollerano una struttura che si estende su due lotti distinti fiscali o che i cui limiti vengano violati. Accorpare le particelle catastali può aiutare ad aggirare queste difficoltà. Vediamo come.

26

Occorrente

  • Visura catastale, software o modelli per presentare l'istanza
36

L’accorpamento di 2 o più particelle non è altro che la fusione con l'attribuzione di un unico numero, contrassegnato da subalterni. La procedura può essere eseguita direttamente dal proprietario o assegnata ad un professionista tecnico, il quale dovrà essere in grado di rilevare l’esatta proprietà, la consistenza del bene e le sue caratteristiche. Alcuni presupposti sono indispensabili per il corretto svolgimento della pratica; prima di tutto, le particelle da accorpare dovranno risultare intestate ad un unica persona, fisica o giuridica, in modo che la nuova entità sarà attribuita a colui che ne possedeva le singole parti. Eventuali variazioni diverse devono essere preventivamente supportate da atti notarili.

46

La richiesta di accorpamento deve essere presentata presso l'Agenzia competente del territorio che nell'apposito portale www. Agenziadelterritorio. It mette a disposizione un software, chiamato "Progeo 10", che è in grado di seguire passo passo il richiedente o il suo procuratore nelle fasi di compilazione della richiesta. Le particelle contigue già inserite nella mappa possono essere combinate in un'unica proprietà senza introdurre nuove geometrie, con l'eventuale rivisitazione di categoria e classe di ciascun immobile Grazie a Progeo 10, la variazione avviene immediatamente e fin da subito il proprietario potrà visionare subito il quadro completo della nuova situazione catastale. Se l'istanza viene presentata attraverso un modello cartaceo, è necessario attendere qualche giorno prima che gli uffici dell’Agenzia pienamente atto della richiesta.

Continua la lettura
56

È necessario, inoltre, tenere presente che le modifiche apportate catastalmente sui fabbricati devono essere obbligatoriamente comunicate al Comune di appartenenza, mentre nel caso in cui su una o più particelle sia stato acceso un mutuo, bisognerà chiedere il consenso alla banca che ha concesso il prestito. Prima di procedere con l'accorpamento, occorrerà sempre valutare attentamente i costi di allestimento della pratica, le nuove tasse da pagare e se in un futuro prossimo la fusione delle particelle sia ancora funzionale ai bisogni del proprietario o di chi ne usufruisce.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di procedere all'accorpamento valutare con attenzione costi e finalità

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come fare le visure catastali gratis da casa

In più occasioni nella vita potrebbe esservi richiesto di esibire le visure catastali di immobili e terreni di vostra proprietà. Queste visure rappresentano infatti dei veri e propri documenti di riconoscimento dei vostri possedimenti in quanto in esse...
Richieste e Moduli

Come leggere una mappa catastale

Per mappe catastali si intendono dei fogli numerati progressivamente che riportano, in maniera grafica e singolarmente, le particelle territoriali presenti nei Comuni italiani (da nord a sud e da ovest verso est). Nella seguente semplice e rapida guida...
Finanza Personale

Come verificare la rendita catastale di un immobile per il pagamento ICI

La rendita catastale è il valore che si attribuisce ai fini fiscali a tutte le unità immobiliari capaci di produrre un proprio reddito. Lo si individua moltiplicando la grandezza dell'immobile espressa in metri quadri od in metri cubi per il valore...
Case e Mutui

Guida alle nuove imposte catastali

Le imposte catastali sono un tipo di tributo che è dovuto allo Stato in caso di compravendita, sia a titolo oneroso che gratuito (successione o donazione), di un immobile acquistato con o senza agevolazioni e non soggetto a IVA, salvo alcune eccezioni....
Richieste e Moduli

Come correggere dati catastali errati

I beni immobili, fabbricati e terreni sono soggetti ad iscrizione al Catasto. Quest’ultimo è una banca telematica gestita dall’Agenzia delle Entrate, che fornisce le cosiddette visure catastali, ovvero i dati relativi agli immobili e ai loro proprietari....
Case e Mutui

Come effettuare la correzione dei dati catastali di un immobile

Trovare degli errori nei dati catastali è raro ma non impossibile. Gli errori hanno diverse cause derivanti in buona parte dall'informatizzazione del catasto degli scorsi anni, ma anche da situazioni ereditarie, cancellazione di usufrutti, nascita di...
Case e Mutui

Come verificare gratuitamente i propri dati catastali

In questa guida vedremo come verificare gratuitamente i propri dati catastali. Nei passaggi successivi verranno illustrate le modalità e le indicazioni necessarie per visualizzare la visura. Quest'ultima dà accesso ai documenti e ai dati catastali....
Richieste e Moduli

Pratiche catastali: come verificarne lo stato

Stai cercando un modo pratico e veloce di interrogare lo stato delle pratiche catastali? Con i servizi online offerti dall'Agenzia delle Entrate lo puoi fare in modo semplice, inserendo i dati richiesti e relativi alla tua casistica. Per capire meglio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.