Come accettare il licenziamento con dignità

Di: Lena Z.
Tramite: O2O 13/06/2018
Difficoltà: media
18
Introduzione

Su questa terra tu sei unico e irripetibile. Non solo. Mai è esistita, in tutta la storia dell'umanità, una persona identica a te, e mai esisterà. Sei stato licenziato? Ebbene, non soltanto devi valutare attentamente come accettare il licenziamento con dignità e onore, ma soprattutto devi focalizzarti sul fatto inequivocabile che tu non sei il tuo lavoro!

28

Licenziamento e dignità

Subire un licenziamento è un trauma, diciamocelo apertamente. Una di quelle situazioni in cui il tuo mondo psichico viene messo a dura prova, strattonato da uno shock che fa tremare e traballare seriamente la tua identità, la tua autostima, la tua emotività, il tuo equilibrio interiore. Rischi di perdere il controllo e sentirti profondamente fallito. La tua stessa dignità può accusare un profondo scossone. Ma stai attento a non farti intrappolare da false interpretazioni della realtà che incitano al vittimismo e alla depressione...

38

La tua dignità vale immensamente più del tuo lavoro

Ognuno di noi ha mentalmente una rappresentazione di sé basata su ruoli, incarichi, mansioni, professioni: li percepiamo come appartenenti alla nostra sfera personale. Con tale rappresentazione mentale costruiamo la nostra sicurezza psichica e anche una adeguata e corrispondente integrazione sociale. Un licenziamento (e la perdita conseguente del lavoro) incide fortemente su questi aspetti, colpendo innanzitutto il nostro ruolo sociale e la nostra autostima. Ma è fondamentale analizzare a fondo la percezione reale che abbiamo di noi stessi e della nostra dignità: spesso ignoriamo completamente di essere seduti sopra uno sgabello pieno di diamanti, e così i nostri grandi talenti e le nostre qualità più preziose restano sconosciute e inesplorate. "Conoscere se stessi è l?inizio di ogni sapienza" (Aristotele).

Continua la lettura
48

Tu non sei il tuo licenziamento

Sì, ricordatelo spesso: tu non sei il tuo licenziamento! E anche nell'ipotesi che tu abbia commesso degli errori, per quanto gravi e irrimediabili possano sembrare, considera che hai sempre una, dieci, cento altre possibilità, e che puoi ripartire in qualsiasi istante: il fallimento non è cadere molte volte, ma non rialzarsi quando si cade. Se, per assurdo, ti licenziassero cento volte, tu cento volte ti rialzerai con dignità e sempre con lo stesso entusiasmo cercherai un'altra opportunità, un'altra occupazione. E non guardare al tuo licenziamento con occhi di terrore, di ansia, di sgomento: consideralo un rallentamento momentaneo, non un vicolo cieco. Fai in modo che il tuo licenziamento diventi il tuo allenatore, non il tuo becchino!

58

Licenziamento uguale opportunità

Se leggi le biografie dei personaggi più affermati e di successo, noterai un filo rosso che collega indiscutibilmente il loro atteggiamento psicologico nei confronti degli errori, delle sconfitte e di tutte le peggiori situazioni spiacevoli: ognuno di loro ha allenato soprattutto la propria capacità di transitare da un fallimento all'altro senza mai perdere l'iniziale entusiasmo.

68

Reagisci al tuo licenziamento

L?unica vera totale disfatta consisterebbe nel permettere al tuo licenziamento di avere la meglio su di te e di soffocare la tua forza, la tua libertà, la tua creatività, le tue risorse umane, la tua operosità, il tuo coraggio, il tuo ingegno, la tua immensa dignità.

78

Dal licenziamento al successo

Puoi raggiungere e conquistare i tuoi obiettivi solamente se smetti di aver paura di sbagliare e ti alleni a credere fermamente in te stesso, nelle tue doti e nella tua capacità di guardarti meglio dentro per riconoscere serenamente i tuoi errori da correggere, sempre proiettato con fiducia e sano ottimismo verso decisioni e scelte più proficue e produttive. Accettare con umiltà un licenziamento e reagire con determinazione, coraggio e positività è già una attitutine da sicuri vincenti!

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Motivi per impugnare un licenziamento

I motivi per i quali è possibile impugnare un licenziamento sono diversi. Ogni caso va valutato nei dettagli, esaminando l'esatta responsabilità del datore. Tuttavia ci sono alcuni motivi validi per legge che permettono di impugnare un licenziamento....
Lavoro e Carriera

Come essere tutelati da un licenziamento

La fonte fondamentale per il mantenimento di una famiglia è il lavoro. Coloro che sono supervisionati da un datore di lavoro sono soggetti ad un possibile licenziamento. Infatti, in Italia la percentuale di disoccupati è in aumento, ma non preoccupatevi....
Lavoro e Carriera

Licenziamento e dimissioni

Per estinguere un rapporto di lavoro, è necessario che entrambe le parti cioè sia il datore di lavoro che il dipendente, recedano da un rapporto lavorativo con un licenziamento o con delle dimissioni. Tutte e due le cose, sono disciplinate con le leggi...
Lavoro e Carriera

Come giustificare un licenziamento in un colloquio di lavoro

Fare colloqui di lavoro, se si ha in licenziamento alle spalle, può risultare difficile giustificare le motivazioni vi si nascondono. Chi vi sta proponendo il posto infatti, se non vi conosce, potrebbe pensare che il licenziamento che pesa sul vostro...
Lavoro e Carriera

Contratto a tempo indeterminato: cause di licenziamento

Avere un contratto a tempo indeterminato significa avere un termine, un limite per poi cessare e chiudere il contratto. Nel contratto però non sarà presente un limite determinato o al termine di un attività o alla conclusione di un lavoro. Tuttavia,...
Lavoro e Carriera

Come accettare un rimprovero dal capo

Sul posto di lavoro è assolutamente normale commettere degli errori e di conseguenza ricevere dei rimproveri da parte del capo. Quello che può dare veramente fastidio è il fatto che questi richiami in determinati casi non sono del tutto meritati, ma...
Lavoro e Carriera

Come superare psicologicamente il licenziamento

Negli ultimi anni è sempre più d'attualità la parola crisi, in maniera graduale abbiamo visto aumentare drammaticamente, la percentuale di posti di lavoro persi. Specie in Italia le imprese non sono più in grado di affrontare le numerose spese, a...
Lavoro e Carriera

Come licenziarsi da un contratto a tempo indeterminato

Il contratto a tempo indeterminato è un accordo redatto per iscritto tra il datore di lavoro ed un dipendente, regolato dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL). Esso non riporta la scadenza del rapporto lavorativo e deve contenere: i dati...