Come accedere al fondo solidarietà vittime di estorsioni

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per estorsione, conosciuta come racket o pizzo, si intende una forma di criminalità che cerca di ostacolare le opportunità di sviluppo e crescita di una comunità. Questa colpisce famiglie, singole persone e operatori economici, in favore delle quali lo Stato ha previsto due strumenti per incentivare la denuncia di questi fenomeni; il primo è il Fondo di solidarietà per le vittime del racket e dell'usura, mentre il secondo è il Fondo di prevenzione per le vittime dell'usura. Vediamo dunque, con questa guida, come accedere al Fondo Solidarietà vittime di estorsioni.

26

Occorrente

  • Presentare domanda entro 120 giorni dalla denuncia al prefetto
  • Documentazione richiesta
36

Attraverso il Fondo di Solidarietà le vittime che denunciano questi episodi possono ottenere dei benefici economici, come elargizioni e mutui agevolati. La modalità ad oggi definita dal Ministero dell'Interno prevede che la domanda venga presentata da parte delle vittime alla Prefettura della Provincia nella quale si è verificato l'evento lesivo, la quale prevede ad inoltrala al Commissario straordinario del Governo antiracket e antiusura. Il Commissario provvedere ad esaminare tutte le istanze e a deliberare in merito alla concessione o meno del beneficio richiesto. Infatti, una volta effettuata la denuncia per le estorsioni, si deve provvedere a presentare la domanda entro il termine di 120 giorni.

46

Per accedere al Fondo Solidarietà vittime di estorsioni sono chiamati a presentare domanda i soggetti che sono stati direttamente danneggiati, soggetti terzi danneggiati, i superstiti, gli ordini professionali, le organizzazioni e associazioni antiracket e antiusura con finalità di assistenza e solidarietà. Se si appartiene ad una di queste categorie, i successivi requisiti richiesti sono quelli di non aver aderito o aver cessato di aderire alle richieste estorsive, di non essere sottoposto a nessuna misura di prevenzione, di non essere destinatario di provvedimenti che dispongono divieti, sospensioni o decadenze, e di non aver concorso ai tipi di reati in oggetto.

Continua la lettura
56

Direttamente sul sito del Ministero degli Interni è possibile reperite tutta la documentazione necessaria per la presentazione dell'istanza per accedere al Fondo Solidarietà vittime di estorsioni. L'istanza deve contenere le generalità dell'istante, la data di presentazione della denuncia il tipo di beneficio richiesto, la determinazione del danno, la destinazione della somma richiesta (corredata da tutta la documentazione prevista dall'art. 9 del D. P. R. 455/99).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come ottenere il risarcimento dal fondo vittime della strada

Può accadere di rimane vittime di un incidente, sia di origine stradale che nautico. Normalmente le parti in causa sono coperte da rispettive assicurazioni che tutelano vittime e responsabili, da eventuali danni riguardanti sia le persone che gli oggetti....
Case e Mutui

Sospensione del mutuo: requisiti e modalità

Coloro che hanno contratto un mutuo e, per svariate ragioni, si trovano nella necessità di sospendere il pagamento della rata, possono trovare conforto nel fatto che sia per il 2014 che per il 2015 le coperture al Fondo di Solidarietà sono state rifinanziate....
Aziende e Imprese

Come creare un banco alimentare

Prima di spiegare come creare un banco alimentare è giusto spiegare di cosa si tratta e conoscere anche un po' della sua storia. Il banco alimentare è un'iniziativa di solidarietà, la cui storia comincia negli anni '60. Più esattamente negli Stati...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Richieste e Moduli

Come chiedere il risarcimento danni al fondo vittime della strada

Quando si verificano degli incidenti stradali con vittime, i parenti di questi ultimi possono richiedere il risarcimento danni in base all'articolo 283 del Decreto legislativo n. 209 del 2005. Il fondo, provvede al risarcimento per danni causati da...
Lavoro e Carriera

5 consigli per affrontare il mobbing

Sono sempre di più le persone vittime di mobbing sul luogo di lavoro. Per chi non lo sapesse, con il temine mobbing si intende ogni tipo di violenza psicologica ai danni di un dipendente. Lo scopo di queste persecuzioni è quella di far dare le dimissioni...
Case e Mutui

Come richiedere la moratoria del mutuo

L’entrata in vigore del D. M. 37 del 22 Febbraio 2013 ha comportato l’attuazione del nuovo Regolamento del Fondo di Solidarietà con il finanziamento delle relative coperture. Parimenti l’ABI, ossia l’Associazione Bancaria Italiana, in accordo...
Lavoro e Carriera

Come capire se si è vittime di mobbing

Quando si parla di mobbing si fa riferimento ad una serie di azioni compiute per un lungo periodo e volte a danneggiare intenzionalmente una persona per ottenere un determinato scopo; nel mondo del lavoro il mobbing viene attuato per indurre la vittima...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.