Come abituarsi a dormire di giorno e lavorare di notte

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La grave situazione economica presente in Italia non consente di trovare un lavoro sicuro che allo stesso tempo abbraccia le proprie esigenze. La difficoltà di trovare lavoro oggi nel territorio italiano porta spesso ad accettare una professione da svolgere in orario notturno. Lavorare di notte risulta abbastanza complicato, perché bisogna modificare le abitudini personali. Questo genere di cambiamento richiede del tempo ed è quasi impossibile se il lavoro notturno viene svolto in modo discontinuo. Esempi di mestieri che occorre praticare di notte sono il panettiere (dalle 2:00), il pasticcere (dalle 3:00), il portiere notturno, il metronotte, il medico, il poliziotto e le altre forze dell'ordine. Effettuando le mansioni di tali figure professionali, si affatica e stressa il proprio benessere tanto fisico quanto mentale. Nel presente tutorial vediamo quindi alcuni consigli su come abituarsi a dormire di giorno e lavorare di notte. Leggendo i passaggi successivi, verrà fortunatamente ottimizzata questa anomala condizione lavorativa notturna. Buona lettura!

26

Occorrente

  • Attività fisica regolare
  • Alimentazione corretta
  • Tende scure/pesanti sulle finestre o mascherina da notte
  • Sonnellino tra le 12:00 e le 17:00
  • Assenza di rumori
36

Fare dormite brevi tra le 12:00 e le 17:00

Innanzitutto bisogna precisare che per il benessere fisico e mentale risulta indispensabile tenere uno schema di sonno continuo nel tempo. Quando i turni lavorativi non lo permettono, bisogna aiutare il proprio corpo ad accettare questi cambiamenti di abitudine. Si viene a conoscenza dell'arrivo di un cambio turno a breve? Occorre cominciare a modificare gli orari consueti, per dormire con 2 o 3 notti in anticipo. Di notevole aiuto sarà inoltre fare dei sonnellini di breve durata fra mezzogiorno e le 17:00, prima di iniziare a lavorare. Tale piccolo accorgimento non soltanto incrementerà l'attenzione personale e le prestazioni sul luogo di lavoro. Un buon sonno farà infatti sentire il corpo umano più riposato e meno stressato. Vediamo adesso qualche consiglio per abituarsi a dormire di giorno e lavorare di notte.

46

Addormentarsi subito al rientro da lavoro, in una camera buia e senza rumori

Per abituarsi a dormire di giorno e lavorare di notte, creare situazioni adeguate per un buon sonnellino ristoratore. Il primo suggerimento consiste nell'addormentarsi immediatamente dopo il rientro a casa, tenendo la camera da letto interamente buia ed isolata dai rumori (usando ad esempio i tappi per le orecchie o la mascherina da notte). Biologicamente il corpo umano viene designato per rimanere attivo nel corso delle ore diurne. Occorre dunque ingannare la mente, facendole reputare che sia arrivata la notte anche se giorno. Così facendo sarà possibile coricarsi facilmente ed entrare quasi subito nella fase REM del sonno. In questo modo verrà semplificata la risincronizzazione dei normali ritmi di sonno-veglia e buio-luce. L'ormone della melatonina prodotto generalmente durante le ore notturne contribuirà inoltre alla prevenzione sull'insorgenza di tumori.

Continua la lettura
56

Fare attività fisica quotidiana e seguire una dieta sana

Un secondo consiglio da rispettare è quello di compiere regolarmente degli esercizi fisici. L'attività motoria giornaliera favorisce il benessere fisico, dando alti livelli di energia che hanno un impatto positivo sull'umore. Tutto questo consentirà di riposare al meglio, anche se bisogna dormire nel corso delle ore diurne. L'esercizio fisico quotidiano non dovrà però risultare intenso nei 120 minuti prima di coricarsi. In questo modo si eviterà ulteriore stress e conseguente nervosismo o agitazione. Un ruolo essenziale per abituarsi a dormire di giorno e lavorare di notte viene svolto dall'alimentazione. Visto che la maggioranza dei ristoranti e delle mense rimane spesso chiusa in orario notturno, è importante mantenere un regime alimentare sano ed equilibrato. Abbiamo pertanto spiegato esaustivamente cosa bisogna fare quando si deve lavorare di notte. Buona fortuna!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Trovare il tempo per chiamare i familiari e gli amici, qualche ora prima di recarsi a lavoro o alla fine del turno lavorativo, per programmare delle attività insieme durante le giornate libere.
  • Mantenere luminosa la postazione di lavoro: anche se artificiale, la luce aiuterà a restare svegli e vigili.
  • Per garantirsi le ore di sonno necessarie, proteggere la camera da letto dai rumori esterni: a tal proposito spegnere il cellulare ed indossare tappi per le orecchie e cuffie.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

10 consigli per fare il turno di notte a lavoro

I turni di notte, siano essi occasionali o la routine di un impiego notturno, potrebbero essere dannosi per il nostro corpo tanto quanto per la psiche. Invertire il consueto ritmo di veglia e riposo fisiologico, può comportare infatti rischi di varia...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e lavorare in Portogallo

Trasferirsi in un'altra nazione per lavoro è sempre un grande passo che una persona affronta a malincuore. Abituarsi a vivere in un nuovo paese è sempre una sfida, oltre che un'esperienza diversa nella vita. Se infatti prendiamo questa decisione, la...
Lavoro e Carriera

Lavorare a casa: 10 errori da evitare

Avere un lavoro ben retribuito, per di più in cui nemmeno è necessario allontanarsi dalla propria casa a prima vista potrebbe sembrare la migliore occupazione che esista. Tuttavia esistono molti rischi che è necessario evitare, per non compromettere...
Lavoro e Carriera

10 regole per lavorare al computer

Viviamo nel secolo della tecnologia, nel secolo in cui i bambini appena nati ragionano a linguaggi binari e gli anziani hanno anche loro uno smartphone e postano immagini sui social network. In un era come la nostra si impara prima ad usare il computer...
Lavoro e Carriera

Come lavorare in una compagnia aerea

Lavorare per una compagnia aerea è il sogno di tante persone, in quanto attratte dalla possibilità di poter viaggiare e visitare sempre posti nuovi. Generalmente il personale facente parte dell'equipaggio si divide in assistenti di volo, piloti e tecnici....
Lavoro e Carriera

Come lavorare in radio

Lavorare per un'emittente radiofonica è un'esperienza davvero entusiasmante perché offre la possibilità di stare sempre a contatto con la gente e con ciò che succede nel mondo, permette di conoscere persone nuove ed interessanti e perfino di incontrare...
Lavoro e Carriera

Come lavorare come modella freelance

Vorresti lavorare come modella freelance ma non sai da che parte iniziare? Nessun problema! In questo articolo vogliamo aiutare tutte le nostre care lettrici, che sono amanti della moda e del mondo che c'è intorno ad essa, a capire come si può fare...
Lavoro e Carriera

Trucchi per lavorare più ispirati

Se facciamo un lavoro monotono, questi 5 trucchi per lavorare più ispirati possono davvero salvarci la giornata. Troppo spesso si cade nella routine e ci si annoia; alcuni finiscono perfino in depressione. Per trovare nuove idee occorre avere la mente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.