Chi può ricaricare la Postepay

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Postepay è una carta ricaricabile di Poste Italiane. Per privati ed aziende, offre servizi vantaggiosi con costi di gestione annuali minimi. La versione standard consente di pagare in Italia e nel mondo in tutti gli Store del circuito Visa. Inoltre, costituisce una sicurezza in più per gli acquisti online. Per agevolare il cliente, Poste Italiane fornisce diverse modalità di ricarica: dall'ufficio postale, alla ricevitoria Sisal fino al bonifico online. Ma cosa accade se il titolare non è nelle condizioni di ricaricare? Oppure se si vuole fare un regalo in denaro? In caso di necessità, si può delegare qualcun'altro? Chi può avviare la procedura?

26

Occorrente

  • Numero della Postepay
  • Cognome del titolare della carta
  • Carta d'identità di chi effettua la ricarica
  • Codice Fiscale di chi effettua la ricarica e del titolare della carta
36

I titolari

Il titolare della Postepay può ricaricare la prepagata recandosi direttamente all'ufficio postale. Si richiedono la carta d'identità, il codice fiscale, il pagamento in contanti, previa compilazione dell'apposito modulo. La commissione è di 1 euro. In alternativa, si possono velocizzare i tempi mediante bonifico con addebito su conto BancoPosta. È necessaria la registrazione al sito e l'attivazione su Postepay del sistema Sicurezza Web. Inoltre, con l'App, per iOS ed Android, in pochi click è possibile ricaricare la carta. Direttamente dal cellulare si possono verificare il saldo e la lista movimenti.

46

I parenti

In caso di necessità, si può richiedere ad un parente di ricaricare la propria Postepay. Anche in questo caso, il familiare si può recare all'ufficio postale. Gioveranno il cognome del titolare, il numero della carta e la cifra in contanti, nonché la compilazione del modulo. In alternativa, si può rivolgere ad una qualsiasi ricevitoria Sisal. Tuttavia, le norme antiriciclaggio hanno un po' complicato le cose. Vengono richiesti carta d'identità e codice fiscale di chi effettua la ricarica. Inoltre, servono il numero della Postepay ed il codice fiscale del titolare della prepagata. La commissione è di 2 euro.

Continua la lettura
56

Gli amici

Un amico fidato può tranquillamente ricaricare la Postepay di una persona cara, come originale regalo di compleanno, di nozze o di laurea. Per procedere, anche in questo caso, si può recare all'ufficio postale oppure ad una ricevitoria Sisal. In alternativa, per abbattere i costi ed i tempi, può effettuare un bonifico bancario, mediante conto del gruppo BPM a 2 euro. Poste Italiane mette inoltre a disposizione un nuovo servizio a domicilio. Si può richiedere ai Portalettere abilitati con pagamento tramite altra Postepay e carte del circuito Maestro. La prenotazione non ha costi aggiuntivi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Controllare il numero di carta per evitare errori
  • Chiedere sempre conferma al titolare della carta dell'avvenuta ricarica.
  • Conservare gelosamente la ricevuta di avvenuta ricarica
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay di un altro

Poste Italiane, mette a disposizione per chiunque volesse usufruirne, una comoda carta prepagata: la postepay. Grazie al suo semplice e comodo utilizzo, nonché ai costi contenuti, la carta postepay è molto in voga e ricaricarla è davvero semplice....
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare la carta Postepay di un'altra persona

Al giorno d'oggi gli acquisti su internet sono sempre più frequenti in quanto risultano essere molto comodi e soprattutto veloci. Esistono diverse tipologie di pagamento online e una delle più famose è senza dubbio quella che prevede l'utilizzo di...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay con il bancomat

Da molti anni, possedere una carta di credito/debito è semplice per tutti. La carta di debito, in particolare, è accessibile per chiunque la richieda. Non è infatti necessario avere un conto corrente. Sarà sufficiente depositare una piccola somma...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay da conto corrente bancario

Le carte Postepay sono delle carte emesse da Poste Italiane sulle quali è possibile caricare somme di denaro ed adempiere così in modo semplice e diretto a transazioni, pagamenti e operazioni varie, ivi comprese le ricariche telefoniche. Questo tipo...
Banche e Conti Correnti

Dove ricaricare la Postepay

La carta Postepay è una carta ricaricabile prepagata molto utile e ormai utilizzata da moltissime persone sia grandi che più giovani. È possibile attivarla presso qualsiasi ufficio postale, ed è ricaricata in vari modi. Questa carta è molto semplice...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay con carta di credito

Negli ultimi anni Postepay ha riscosso un notevole successo nella gente e quindi anche nel mercato probabilmente per la miriade di servizi che offre a facile utilizzo e versatilità. Postepay è una carta ricaricabile attivabile presso tutti gli sportelli...
Banche e Conti Correnti

Come attivare una carta Postepay Junior

Il modo più semplice di beneficiare in sicurezza dei vantaggi degli strumenti di pagamento elettronico anche se non avete compiuto i 18 anni (requisito imprescindibile per la quasi totalità degli istituti bancari) è l'attivazione di una carta di credito...
Banche e Conti Correnti

Codice blocco Postepay: cos'è e quando serve

Il codice blocco Postepay è un codice che si utilizza generalmente per salvaguardare le operazioni effettuate con la propria carta. Vogliamo sottolineare in questa guida che esistono diversi tipi di Postepay, ad esempio quella Evolution, di colore nero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.