Che cos'è il condono edilizio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Capita, ogni tanto, di sentire questa espressione all'interno dei telegiornali o sul giornale che leggiamo alla mattina, senza sapere esattamente a cosa si riferisca o come funzioni. È probabile che, anche andando a chiedere in giro, in pochi sapranno dare una risposta al nostro dubbio o, comunque, la stessa sarà molto approssimativa. Per questo in questa rapida guida forniremo dei chiarimenti, utili a districarsi nel marasma legato al contesto casa. Spiegheremo cos'è il condono edilizio, con degli esempi ed in modo semplice e chiaro.

26

Cos'è il condono

Prima di definire il concetto di condono edilizio, andrà spiegato il significato della parola "condono". Esso è un provvedimento emanato, direttamente, dallo stato e permette il formale annullamento o totale o parziale di sanzioni/pene; a tali provvedimenti il cittadino può decidere di aderire in maniera del tutto facoltativa. Esistono varie forme di condono, ed una di queste è proprio quella legata al settore edilizio, essa permette al cittadino di rendere legale e sanare un fabbricato edilizio che abbia dei vizi normativi e/o nelle formalità legate alla costruzione.

36

Qual è l'uso principale

Infatti come noto, ogni fabbricato edilizio costruito in maniera abusiva, se denunciato, dovrà essere soggetto ad una demolizione forzata. Grazie al condono tale prassi può essere evitata, poiché il proprietario avrà la possibilità di renderlo legale, come già detto sopra. Questo decreto viene attuato, spesso, dal governo, ciò in quanto permette di mettere in regola delle situazioni fuorilegge avvalendosi delle necessarie penali sanzionatorie che verranno utilizzate come compensazione. Al fine di avviare una pratica di condono edilizio, bisognerà, prima di tutto, autodenunciarsi, dichiarando di possedere un fabbricato abusivo, in cui, però, si ha l'intenzione di sanare ogni vizio ed irregolarità.

Continua la lettura
46

Come si prepara il progetto

A questo punto bisognerà preparare un progetto del fabbricato abusivo, in modo da far valutare, correttamente, il tutto agli enti che si occuperanno di questo decreto. Tramite il progetto ed altri documenti che saranno richiesti in seguito, verrà fatto un calcolo per stabilire quanto si dovrà pagare per il condono richiesto. La cifra varierà in base alla grandezza del fabbricato ed al livello di illegalità dello stesso. Dopo aver pagato la somma richiesta, verrà rilasciato un documento che attesta l' avvenuto condono e quindi la regolarizzazione del fabbricato. Naturalmente sarà consigliabile far seguire questa pratica da un commercialista o da un ingegnere edile, queste figure faranno, infatti, da tramite, e con la loro expertise semplificheranno di molto la pratica.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Forex: cos'è e come funziona

Durante questo momento di grande crisi economica, molte persone cercano di guadagnare qualche soldo in più. Numerosi sono coloro che promettono denaro facile, senza poi mantenere le promesse. Altri sono invece più seri e consentono di avere un extra-guadagno....
Finanza Personale

ISEE: che cos'è e come si calcola

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di ISEE. Nello specifico, come avrete ben potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi, che cos'è e come si calcola l'ISEE.Ogni anno, durante...
Finanza Personale

Offerta Pubblica di Acquisto: cos'è e come funziona

Un'offerta di acquisto è una particolarissima offerta o un invito ad offrire per l'acquisto di prodotti di tipo finanziario. Se questa offerta è rivolta ad un numero di persone superiore a 150 e se il valore complessivo dei titoli oggetto dell'offerta...
Finanza Personale

Vaglia postale circolare: cos'è e come funziona

Il vaglia postale circolare è un metodo di pagamento molto comune e di facile utilizzo. Attraverso di esso, è possibile inviare denaro a terze persone, anche se non si è titolari di un conto corrente postale. Per effettuare un vaglia, è necessario...
Finanza Personale

Contributo unificato: cos'è e come funziona

Nella sfortunata occasione in cui possa capitare di doversi rivolgere a un avvocato per una causa civile, il legale metterà al corrente il cliente della propria parcella, che potrebbe includere anche il contributo unificato per poter iscrivere la causa....
Finanza Personale

Cos'è un ETF

Il mercato del trading tra le tante opzioni propone anche un ETF, ossia un fondo la cui sigla non è altro che l’acronimo di Exchange Traded Fund ovvero un titolo a basso costo, accessibile quindi per piccoli e grandi investitori. Cos'è un ETF e quali...
Finanza Personale

Cos'è lo spesometro

Cos'è lo spesometro? L'ufficio delle imposte ha previsto requisiti dettagliati per la nuova dichiarazione dell'IVA italiana, lo Spesometro, che fornisce un'analisi dettagliata delle operazioni IVA di circa € 3.600. Lo Spesometro, si propone per individuare...
Finanza Personale

Cos'è il Passaporto Bancario

Cos'è il Passaporto Bancario? Il cosiddetto Passaporto Bancario rappresenta, ad oggi, il metodo più veloce e sicuro per trasferire denaro all'estero. In sostanza, si tratta di un secondo passaporto assolutamente legale che permette di aprire in totale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.