Certificato di idoneità statica: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Regolato dai Decreti Ministeriali del 15 Maggio e del 20 settembre 1985, per Certificato di Idoneità Statica si intende un documento, redatto da un professionista, propedeutico alla richiesta del certificato di agibilità o del condono edilizio qualora il fabbricato di riferimento sia datato e non di recente costruzione. Nel caso dell'agibilità, l'idoneità statica non è necessaria se è già presente un Certificato di Collaudo Statico, redatto secondo la Legge n. 1086/1971. Viceversa, qualora si tratti di condono edilizio, il documento sarà richiesto se la volumetria complessiva supera i 450 metri cubi. Di seguito 5 cose fondamentali da sapere.

26

E' rilasciato da professionisti iscritti all'albo

Il certificato è conseguente ad una verifica effettuata dettagliatamente da un professionista iscritto all'albo di appartenenza. Esso potrà essere un architetto o un ingegnere, che si avvalerà di ulteriori figure qualificate nel momento in cui sarà necessario analizzare alcuni elementi come ad esempio l'assestamento del terreno. In quest'ultimo caso si potrà chiedere l'ausilio di un geologo, che verificherà opportunamente le condizioni del terreno sottostante.

36

Gli accertamenti variano in base al tipo di costruzione

L'art. 2 dei suddetti decreti definisce minuziosamente gli accertamenti da effettuare in base alla tipologia della costruzione, se sia essa fatta in cemento armato con struttura metallica, in muratura, a struttura mista ed in legno. Le verifiche verteranno sul materiale utilizzato, sulla presenza o meno di crepe e forature e su una serie di elementi che caratterizzano il materiale con cui il fabbricato è stato costruito.

Continua la lettura
46

La verifica si estende ad altri certificati ed ai progetti

L'attività di accertamento del professionista non verte solo l'analisi mediante sopralluogo, ma si estende altresì allo studio dei progetti, ai certificati che provano l'uso di particolari materiali (come ad esempio il calcestruzzo), ai calcoli di stabilità delle strutture ed eventuali relazioni inerenti alla stabilità del terreno. Nel caso in cui alcuni certificati non fossero reperibili o siano in numero insufficiente per eseguire un accertamento, sarà necessario effettuare indagini complementari o procurarsi relazioni geotecniche ed idrogeologiche rinvenibili su fabbricati costruiti in zone limitrofe.

56

Il certificato andrà inoltrato al Comune

Lo stesso articolo 1 dei decreti su menzionati stabilisce che il certificato di idoneità statica andrà obbligatoriamente allegato assieme alla richiesta di autorizzazione o di concessione in sanatoria, per quelle opere costruite abusivamente. Poiché competente al rilascio del condono è il Comune presso cui è ubicato il fabbricato, allo stesso andrà inoltrato il documento attestante le valutazioni e gli accertamenti eseguiti dal professionista. Stessa cosa vale nel caso in cui il certificato viene chiesto per ottenere l'agibilità quando ciò sia prescritto dalla legge. È buona norma farne tre copie di cui due andranno conservate con premura dal richiedente e dal professionista.

66

Ogni comune definisce regole specifiche

Tutti i Comuni sono dotati di un Regolamento Edilizio che disciplina la materia in modo dettagliato, sulla base di numerosi requisiti che vertono la densità abitativa, il tipo di territorio e le modalità con cui costruire. Molto spesso i medesimi regolamenti inglobano al loro interno norme ancor più dettagliate riferenti all'idoneità statica, come ad esempio nuove classificazioni di zone sismiche e di aree geologiche. Sarà necessario informarsi preventivamente prima di procedere alla richiesta e, nel dubbio, sarà buona norma consultare un esperto del settore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Certificato di destinazione urbanistica: 5 cose da sapere

Il certificato di destinazione urbanistica è un documento che serve ad individuare in quale zona del territorio comunale si trova un determinato lotto, rispondendo alle caratteristiche utili che servono al fine di un acquisto o di una costruzione, sia...
Case e Mutui

Come richiedere il certificato di agibilità per un'abitazione

Il certificato di agibilità è quel documento che attesta, secondo la normativa vigente, che un'abitazione rispetti le condizioni di sicurezza, salubrità, igiene e risparmio energetico. Il certificato di agibilità deve essere richiesto dal proprietario,...
Case e Mutui

Assicurazione mutuo: 10 cose da sapere

Chiunque si ritrovi in trattativa con una banca, oppure un qualunque altro istituto di credito, per ottenere un mutuo deve sapere che l'istituto bancario in questione insieme alle condizioni per il mutuo pone anche dei prodotti assicurativi. Sull' assicurazione...
Case e Mutui

Ristrutturazione casa: cosa sapere per chiedere il mutuo

Se la nostra casa necessita di una ristrutturazione totale o parziale, è importante sapere che la liquidità per far fronte alle spese, si può ottenere chiedendo un mutuo presso una banca. Si tratta di un'operazione molto simile a qualsiasi altra...
Case e Mutui

Fondo di solidarietà: 5 cose da sapere

I fondi di solidarietà sono una categoria di pagamenti dedicati ai lavoratori di piccole aziende, che non beneficiano della cosiddetta Cig, ovvero la cassa integrazione guadagni. Infatti, al giorno d'oggi, una società deve possedere almeno 50 dipendenti...
Case e Mutui

Detrazioni ristrutturazioni: 5 cose da sapere

Se dobbiamo eseguire dei lavori di ristrutturazione in casa o all'esterno, è noto che vi è la possibilità di ottenere la detrazione del 50%. Per accedere a questa agevolazione statale, è tuttavia necessario conoscere a fondo normative e modalità...
Case e Mutui

5 cose da sapere sul mutuo a tasso con CAP

Quando parliamo di mutui, la cosa migliore è sempre valutare le proposte che ci offre il mercato in modo da trovare il finanziamento migliore. In questa guida vi spiego nei dettagli 5 cose da sapere sul mutuo a tasso con Cap, cioè quello apposito che...
Case e Mutui

Locazione con comodato d'uso: 5 cose da sapere

Utilizzata di frequente in ambito famigliare o tra conoscenti, la locazione con comodato d'uso è un contratto tra 2 soggetti (disciplinato dal Codice Civile, articoli da 1803 a 1812) in cui uno cede all'altro, a titolo gratuito, l'utilizzo di un determinato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.